Amazon presenta i risultati trimestrali e pensa di alzare il prezzo del servizio Prime in USA

Amazon presenta i risultati trimestrali e pensa di alzare il prezzo del servizio Prime in USA

La compagnia di Jeff Bezos registra risultati molto solidi per il trimestre, ma intanto considera di alzare di il prezzo del servizio Prime negli USA, che potrebbe arrivare a 100 dollari all'anno

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:31 nel canale Mercato
Amazon
 

Amazon sta prendendo in seria considerazione la possibilità di incrementare sensibilmente il costo del servizio Prime sul mercato USA. Si parla di un aggravio tra i 20 ed i 40 dollari per un servizio che annualmente ha un costo di 79 dollari e che potrebbe essere applicato per compensare i costi di consegna delle merci, che il CFO Tom Szkutak ha descritto "in rialzo". La possibilità è stata ventilata dalla stessa azienda in occasione della presentazione dei risultati del quarto trimestre 2013.

Il servizio Prime, che in Italia ha un prezzo di 9,99 euro all'anno, si compone in USA di una serie di offerte: accanto alla garanzia della spedizione gratuita in 2-3 giorni o in 3-5 giorni e alla possibilità di richiedere la spedizione in un giorno lavorativo con un piccolo sovrapprezzo (caratteristiche, queste, disponibili anche in Italia) i clienti statunitensi possono usufruire della possibilità di fruire di film e spettacoli televisivi in streaming e del servizio prestiti del catalogo dei libri per Kindle. Sono circa 19 milioni i prodotti del catalogo di Amazon che possono essere spediti con il servizio Prime.

Il CFO di Amazon ha però glissato sull'eventualità di scorporare da Prime i servizi di streaming e del prestito degli ebook e di proporli singolarmente a prezzi inferiori e più accessibili, evitando quindi di dover ricorrere all'aumento del costo del servizio Prime. L'aggravio, che comunque deve ancora essere definito, giunge a non molti mesi di distanza dalla decisione della compagnia di aumentare da 25 a 35 dollari la soglia degli ordini per la spedizione gratuita.

In riferimento ai risultati trimestrali, Amazon ha registrato per il quarto trimestre 2013 un fatturato di 25,59 miliardi di dollari ed un utile netto di 239 milioni di dollari, corrispondenti a 51 centesimi di dollaro per azione. I risultati fanno segnare una crescita del 20% in fatturato rispetto al medesimo trimestre dell'anno precedente. Il CEO di Amazon, Jeff Bezos, ha osservato che l'azienda ha registrato il miglior periodo di vendite natalizie della sua storia, oltre al record di sempre nelle vendite del cosiddetto Cyber Monday.

Per quanto riguarda invece l'intero anno fiscale, Amazon ha registrato un fatturato di 74,45 miliardi di dollari, in crescita del 22% rispetto al 2012. Cresciuto anche l'utile netto, a 274 milioni di dollari, contro una perdita netta di 39 milioni di dollari registrata nell'anno precedente. Per il trimestre in corso l'azienda si aspetta un fatturato compreso tra i 18,2 e i 19,9 miliardi di dollari.

34 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
CrapaDiLegno03 Febbraio 2014, 10:16 #1
Facessero pagare 1 euro a spedizoine invece che farla gratuita...
Ork03 Febbraio 2014, 11:17 #2
Originariamente inviato da: CrapaDiLegno
Facessero pagare 1 euro a spedizoine invece che farla gratuita...


dipende da quanto acquisti. Personalmente il Prime mi converrebbe anche se costasse il doppio
nickmot03 Febbraio 2014, 11:24 #3
Originariamente inviato da: Ork
dipende da quanto acquisti. Personalmente il Prime mi converrebbe anche se costasse il doppio


Più che altro dipende da come acquisti.
Se fai molte spedizioni, anche di poco valore, e necessiti di consegne rapide, il prime è fantastico ed insispensabile.
Se acquisti meno, oggetti oltre i 20€ o puoi permetterti di attendere per cumulare gli ordini (e quindi non hai nemmeno fretta), il servizio base è anche troppo efficiente.
Davvero, non sento l'esigenza del Prime dato che spesso ricevo la merce entro 24 ore, o comunque entro le 48.
san80d03 Febbraio 2014, 11:38 #4
Originariamente inviato da: CrapaDiLegno
Facessero pagare 1 euro a spedizoine invece che farla gratuita...


potrebbero farla a percentuale sul costo della merce acquistata, con un minimo ed un massimo
alexdal03 Febbraio 2014, 12:00 #5
Intanto in USA con Prime si hanno anche film e musica online.

Penso che quando lo hanno pensato pensavano che un utente in media faceva un certo numero di ordini all'anno.

Ma se le tariffe postali crescono, gli utenti fanno molti acquisti il servizio diventa costoso.

Ho fatto un ordine a Natale (amazon USA negli USA) di poco prezzo con vari articoli. Me lo hanno diviso in 3 ordini distinti senza pagare extra di spedizione.

Dal punto di vista mio, e' stato perfetto. Dal punto di vista loro immagino che costi, ma dipende anche dal fatto che i magazzini non sono in un unico luogo.
Chip7703 Febbraio 2014, 12:33 #6
Ci stiamo talmente affezionando ad Amazon che noi ci preoccupiamo per loro.... non era mai successo eheheeh XD
Notturnia03 Febbraio 2014, 12:33 #7
anche a 30¬/anno il prime lo sceglierei lo stesso.. visto le spesucce che faccio a spedizione gratuita.. poi a 10 euro lo preferisco e spero che ci resti.. ormai sono due anni che l'ho preso e mi fa molto comodo..
se mi serve una fesseria la compro e anche se costa 5 euro mi arriva a casa in 3 giorni gratis..
Gylgalad03 Febbraio 2014, 12:34 #8
Originariamente inviato da: CrapaDiLegno
Facessero pagare 1 euro a spedizoine invece che farla gratuita...


sarebbe troppo!

Originariamente inviato da: Ork
dipende da quanto acquisti. Personalmente il Prime mi converrebbe anche se costasse il doppio


esatto, Prime a 9,99 euro all'anno in Italia sono davvero pochi e puoi ordinare sempre senza badare al minimo per avere la spedizione gratuita!
san80d03 Febbraio 2014, 12:38 #9
Originariamente inviato da: Chip77
Ci stiamo talmente affezionando ad Amazon che noi ci preoccupiamo per loro.... non era mai successo eheheeh XD


quando una cosa funziona ci si affeziona
Rubberick03 Febbraio 2014, 12:49 #10
Ma anche si perchè la distribuzione in italia fa ridere i polli..

se vi pare normale che per un reso di un prodotto doa certificato dalla ditta per il rientro rapido dove non c'era nemmeno bisogno di nulla perchè segnalato entro 7 gg ma praticamente in giornata ti fanno aspettare 3 settimane..

cioè gli rimandi subito il prodotto..

"no... lo dobbiamo controllare..."

"li richiami.. stiamo ancora aspettando di controllarlo..."

-_-

l'accesso ai prodotti, se ti serve qualcosa stai pure fresco che prima di procurartela aspetti mesi

cioè i corrieri funzionano bene in italia quando invece la distribuzione na volta entrati nei loro magazzini la logistica fa ridere i polli

ci credo che la gente compra sempre di + da amazon

... perchè me la prendo con i distributori?

perchè a parte amazon tutti i negozi online che vedete su trovaprezzi secondo voi quanti di quelli hanno magazzino? nessuno comprano tutti in dropshipping facendovi spedire la merce dai distributori... che lavorano male :\

ps: scusate il post scritto in fretta e lo sfogo ma per capirci è un lunedì mattina di quelli..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^