AMD, GlobalFoundries e gli accordi di fornitura: alcune considerazioni

AMD, GlobalFoundries e gli accordi di fornitura: alcune considerazioni

Perché AMD ha avvertito l'esigenza di rimodellare gli accordi con GlobalFoundries? Verso quale futuro porteranno le nuove condizioni? Un'analista prova a dare una risposta

di Andrea Bai pubblicata il , alle 17:20 nel canale Mercato
AMD
 

Nel corso della giornata di ieri AMD ha reso noto di aver apportato una serie di variazioni relative all'accordo di fornitura wafer in essere con GlobalFoundries, in maniera tale da assicurarsi, almeno sulla carta, condizioni di approvvigionamento più vantaggiose per i chip a 32 nanometri durante il 2011.

Da dove nasce l'esigenza di rimodellare l'accordo con Globalfoundries e quali saranno le implicazioni future di questa variazione? Alcune indicazioni giungono da JoAnne Feeney, analista per Longbow Research, che ha individuato una serie di motivazioni che hanno portato alla sigla di un nuovo accordo.

Feneey osserva come la rinegoziazione di questo accordo sia in realtà in lavorazione da lungo tempo, quando durante lo scorso anno Globalfoundries ha incontrato alcune difficoltà nell'implementazione dei 32 nanometri. I problemi di Globalfoundries sui 32nm hanno così condizionato i piani di lancio di AMD, che si è ritrovata costretta a posticipare il debutto delle soluzioni Llano dagli ultimi mesi del 2010 al secondo trimestre dell'anno in corso.

AMD ha comunque, anche a fronte degli ostacoli di GlobalFoundries, continuato ad acquistare i wafer a 32 nanometri sul modello dell'accordo originale nonostante la carenza di die funzionanti. In un certo senso AMD ha corrisposto un'eccessiva somma di denaro a GlobalFoundries, in quanto ha ricevuto in cambio molto meno di quanto pattuito. In questo si identifica la principale motivazione che ha spinto le due realtà a modificare l'accordo: in questa maniera GlobalFoundries sarà incentivata a migliorare la resa produttiva a vantaggio di AMD, la quale per un anno potrà corrispondere alla fonderia il giusto prezzo solamente in relazione ai die in buone condizioni operative. Questo accordo permetterà inoltre a GlobalFoundries di mettersi in mostra sul mercato dei semiconduttori: i principali protagonisti del mercato stanno infatti osservando con attenzione la capacità di GlobalFoundries di servire adeguatamente il suo principale cliente, AMD, e la capacità di sviluppare e offrire nuovi processi produttivi.

Infine una considerazione su ATIC, Advanced Technology Investment Company, la compagnia di investimenti di Abu Dhabi che partecipa sia in Globalfoundries, sia in AMD. E' negli interessi di ATIC che GlobalFoundries riesca ad operare sul mercato in maniera tale da attrarre clienti a sé e lontano da TSMC ma, al contempo, è opportuno che non si inneschino attriti tra la stessa TSMC e AMD, la quale dipende comunque dalla fonderia taiwanese per la fornitura di una consistente parte delle proprie soluzooni semiconduttori.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
argent8806 Aprile 2011, 00:13 #1
giochi di potere insomma

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^