AMD guadagna quote di mercato nel settore server

AMD guadagna quote di mercato nel settore server

La compagnia di Sunnyvale registra un incremento del 51% nel market share del settore server, superando la barriera del 10% di quote di mercato

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:54 nel canale Mercato
AMD
 

AMD ha recentemente rilasciato alcune dichiarazioni, appoggiandosi anche ai dati forniti da Mercury Research, secondo le quali il market share dei processori AMD Opteron sarebbe incrementato considerevolmente nel cosrso del secondo trimestre dell'anno.

Nel secondo trimestre 2005, infatti, le quote di mercato di AMD per quanto riguarda il settore dei processori server x86, è cresciuto del 51%, passando dal 7,4% all'11,2%, anche secondo quanto riportato dalle indagini di Mercury Research. E' la prima volta che la compagnia di Sunnyvale riesce a sorpassare la barriera del 10% nel mercato server, dove sono commercializzati i processori più costosi e con maggior margine di guadagno.

In precedenza nel corso dell'anno, AMD ha registrato un record di vendite per i propri processori e ha dichiarato che l'incremento delle consegne per i processori AMD Opteron è stato condizionato dalla forte domanda per processori dual-core e per la calorosa accoglienza delle piattaforme AMD64 da parte dei clienti enterprise. Le vendite di processori Opteron dual-core hanno contribuito a raggiungere la crescita dell'89% nelle vendite di prodotti server per il primo trimestre dell'anno.

Mercury Research crede che l'incremento delle quote di mercato sta ad indicare che alcuni dei clienti di AMD hanno ordinato più prodotti Opteron rispetto al trimestre precedente, eventualità confermata anche dalla crescita delle consegne. Attualmente non è ancora chiaro se sono i principali clienti di AMD per il settore server, ovvero HP e Sun, a registrare vendite soddisfacenti oppure se tutti gli assemblatori di sistemi AMD64 hanno visto crescere la domanda per questo tipo di piattaforma.

Intel Corporation ha recentemente confermato che nel corso del secondo trimestre dell'anno fiscale 2005 (i trimestri fiscali di Intel corrispondono quasi ai trimestri solari) i processori Xeon sono stati messi sotto pressione dal punto di vista commerciale al punto da perdere il 3% di margine lordo e il 3% negli ASP (average selling price - prezzo medio di vendita).

Fonte: Xbitlabs

25 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Scezzy26 Luglio 2005, 10:05 #1
Che i Flame ANTI-INTEL abbiano inizio !
benotto26 Luglio 2005, 10:09 #2
Certo che per un responsabile acquisti NON acquistare desktop AMD per presunta inferiore affidabilità quando si hanno server Opteron diventa + difficile...
diabolik198126 Luglio 2005, 10:13 #3
queste sono belle notizie, la concorrenza se ben fatta premia alla lunga non solo chi produce, ma soprattutto chi compra.
killer97826 Luglio 2005, 10:20 #4
Date a Ceare cio che è di Cesare!
Sig. Stroboscopico26 Luglio 2005, 10:48 #5
Finalmente il mercato si smalizia un pochetto...

Il monopolio Intel è stabile... ma almeno si vede la luce di un minimo di concorrenza...
JohnPetrucci26 Luglio 2005, 10:56 #6
La crescita di mercato di Amd è lenta ma è costante, chissà tra 20 anni quale sarà la situazione, se amd continuerà a fare bene, ovviamente.
mjordan26 Luglio 2005, 10:57 #7
Che bella notizia :-)
Per come la vedo questo incremento delle vendite server potrebbe giovare anche alla fascia desktop ...
freeeak26 Luglio 2005, 11:01 #8
bhe spero proprio che non si debba aspetta re 20 anni
vincino26 Luglio 2005, 13:00 #9
Qui nn si tratta di fare Flame ANTI-INTEL! Siceramente nn vedo il motivo per cui una piattaforma multiprocessore Xeon debba esse preferiata ad una piattaforma multiprocessore Opteron, visto che ha prestazioni di granlunga inferiori e costi sensibilmente superiori.
Il fatto che il mercato premi ancora INTEL (in senso assoluto) e solo una questione di inerzia.
magilvia26 Luglio 2005, 13:04 #10
La crescita di mercato di Amd è lenta ma è costante, chissà tra 20 anni quale sarà la situazione, se amd continuerà a fare bene, ovviamente.

Sinceramente mi sembra proprio impossibile che AMD possa mantenere il divario per così tanto tempo.
Io vedo un mercato molto immobile del tipo: quando Intel si accorgerà che è il momento di fare qualcosa tirerà fuori un buon prodotto e farà si che lo share di AMD torni al 2% in un anno. Dopodichè si rimetterà a non fare niente per altri dieci anni, il tempo necessario affinchè amd ritorni sopra al 10% e così via...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^