Anche il Q3 2014 negativo per le vendite di elettronica di consumo in Italia

Anche il Q3 2014 negativo per le vendite di elettronica di consumo in Italia

I dati GFK certificano un calo del 3%, rispetto alllo stesso periodo del 2013, nelle vendite di beni di elettronica di consumo in Italia. Buoni risultati per piccoli e grandi elettrodomestici, informatica in lieve contrazione ma TV e fotografiache risentono pesantemente della situazione

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:44 nel canale Mercato
 

Segna ancora una fase di rosso il mercato italiano dei Technical Consumer Goods. I dati resi disponibili dal report del terzo trimestre 2014 da GFK Temax Italia certificano un calo nel trimestre di riferimento del 3%, in termini di fatturato, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Il calo trimestrale segue quello dei periodi precedenti: nei primi 9 mesi del 2014 le vendite hanno infatti registrato una contrazione del 3,9% rispetto allo stesso periodo del 2013. Questi dati altro non sono che una conferma del clima di incertezza economica che caratterizza la nostra nazione, oltre ad una mancanza generalizzata di fiducia verso una ripresa che possa portare ad un rimbalzo positivo dei consumi.

Entrando nel dettaglio dei vari settori che compongono questo mercato evidenziamo la crescita, +4,1%, per il settore dei piccoli elettrodomestici e una crescita più contenuta, +1,8%, per il comparto dei grandi elettrodomestici. Lieve flessione quella del settore informatico con un -1,3%: si segnala una crescita nel settore dei PC desktop controbilanciata da un calo nei notebook, ma un dato positivo nella vendita di periferiche collegato proprio al ritorno di interesse verso i PC desktop.

gfk_q3_2014_italia.png (21224 bytes)

Più forte il calo in termini di fatturato nel settore degli smartphone, con una riduzione del 5,8% rispetto al terzo trimestre 2013. Questa dinamica è giustificata sia da una riduzione nel numero di dispositivi venduti sia da un generale diminuzione dei prezzi medi di acquisto di questi prodotti. Altrettanto netta contrazione è quella dell'elettronica di consumo, in calo del 6% circa con fatturato in calo per i televisori complice anche la riduzione nei prezzi medi di vendita.

Fanalino di coda, come sempre più spesso accade in queste analisi trimestrali, il comparto della fotografia con un dati negativo in termini di fatturato per il 17,6%. A soffrire, cosa del resto quasi scontata, il settore delle fotocamere digitali che incontra una competizione sempre più forte negli smartphone acquistati sempre più anche per le qualità di ripresa fotografica e video.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
AlexSwitch17 Novembre 2014, 10:13 #1
Bhè mi pare che sia una scoperta " dell'acqua calda "... I dati economici generali sono noti a tutti... Oramai il PIL italiano è crollato ai livelli del 2000, siamo in stagflazione, mentre la pressione fiscale totale è sempre molto elevata. Il dramma però, vista la categoria di mercato di riferimento, è la disoccupazione giovanile che è a livelli stratosferici... In questo contesto è assolutamente prevedibile che le spese vengano ridotte all'osso...
torgianf17 Novembre 2014, 10:42 #2
be', ad oggi una busta paga da 1700€ e un altra da 1200 con un mutuo da meno di 500€ al mese, non sono sufficienti per acquistare una macchina fotografica da 700€ in 10 mesi a tasso zero..... mi hanno chiesto altre garanzie
Cappej17 Novembre 2014, 10:44 #3
Originariamente inviato da: torgianf
be', ad oggi una busta paga da 1700€ e un altra da 1200 con un mutuo da meno di 500€ al mese, non sono sufficienti per acquistare una macchina fotografica da 700€ in 10 mesi a tasso zero..... mi hanno chiesto altre garanzie


però..
TigerTank17 Novembre 2014, 10:44 #4
O magari perchè molti, visti i balzelli sull'elettronica di consumo, si rivolgono al mercato europeo(germania e UK in primis) o addirittura internazionale(direttamente il sud est asiatico) dove magari trovano prezzi un pò più bassi. Per cui sono tutti acquisti mancati nel mercato italiano.
Augurandosi poi che non mettano ancora le mani su iva e simili....visto che i politici parlano parlano ma i soldi mancano, loro non si tagliano nulla e vanno a recuparare i soldi sempre dalle solite fonti.

Certi prezzi sono esagerati...quando vado a vedere i prezzi delle reflex e degli obbiettivi(magari pure di generazioni precedenti) nei grossi centri di elettronica la mia reazione è questa:
torgianf17 Novembre 2014, 10:55 #5
Originariamente inviato da: Cappej
però..


la scusa e' che mia moglie lavora presso una casa di una signora e purtroppo il mio lavoro in una multinazionale presente in 23 paesi con 30000 dipendenti non e' sicuro al 100% anche se a tempo indeterminato da oltre 5 anni , volevano un garante, alche' mi son fatto una grossa risata e sono andato via. e' cosi' che si risollevera' sto paese, costringendo chi ha 2 soldi a tenerseli nel cassetto
marchigiano17 Novembre 2014, 11:53 #6
Originariamente inviato da: torgianf
la scusa e' che mia moglie lavora presso una casa di una signora e purtroppo il mio lavoro in una multinazionale presente in 23 paesi con 30000 dipendenti non e' sicuro al 100% anche se a tempo indeterminato da oltre 5 anni , volevano un garante, alche' mi son fatto una grossa risata e sono andato via. e' cosi' che si risollevera' sto paese, costringendo chi ha 2 soldi a tenerseli nel cassetto


insider gli hanno detto che a dicembre ti licenziano e la signora muore


(sgrat sgrat scherzo ovvio )
san80d17 Novembre 2014, 12:02 #7
La contrazione delle tv ci sta, veniamo da un mondiale che solitamente spinge le vendite, non si può pensare di cambiare sempre tv.
Seph|rotH17 Novembre 2014, 12:13 #8
Originariamente inviato da: san80d
La contrazione delle tv ci sta, veniamo da un mondiale che solitamente spinge le vendite, non si può pensare di cambiare sempre tv.

Sì, a meno di rotture irreparabili date da obsolescenze programmate, chi ha preso una TV anche solo HD Ready non ha nessuno motivo di cambiarla, a meno che non senta il bisogno di guardare film scaricati a babbo su chiavette USb/HD esterni USB e la TV stessa sia troppo vecchia per leggere avi ed mkv.

L'UHD non tira ancora a sufficienza anche perchè il 99% dei canali DT non è manco ancora in FullHD.
marchigiano17 Novembre 2014, 20:32 #9
Originariamente inviato da: san80d
La contrazione delle tv ci sta, veniamo da un mondiale che solitamente spinge le vendite, non si può pensare di cambiare sempre tv.


vista la qualità degli ultimi mondiali (anche quelli che abbiamo vinto....) sarebbe quasi meglio sentirli per radio

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^