Anche il Regno Unito avvia un'indagine sul caso HP-Autonomy

Anche il Regno Unito avvia un'indagine sul caso HP-Autonomy

Avviata ufficialmente anche in UK l'inchiesta a seguito delle accuse levate da HP verso Autonomy, dopo un'indagine simile avviata in USA lo scorso dicembre

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:14 nel canale Mercato
HP
 

Le autorità del Regno Unito hanno ufficialmente aperto un'indagine sulla base delle dichiarazioni di HP relativamente all'acquisizione di Autonomy. La notizia è riportata dal sito web Electronista, che cita documenti ufficiali depositati nel corso della giornata di lunedì 11 marzo.

L'inchiesta portata avanti dall' UK Serious Fraud Office rispecchia quella già avviata alla fine dello scorso anno dall'US Depratment of Justice dopo che HP ha accusato Autonomy di aver alterato i propri libri contabili per portare ad una maggior valutazione dell'operazione di acquisizione.

Mike Lynch, CEO di Autonomy al momento dell'accordo, ha rigettato con forza tutte le accuse di HP sul fatto che la compagnia fosse coinvolta in pratiche contabili inopportune ingannando gli azionisti sui dati finanziari. Lynch ha inoltre incontrato i precedenti clienti di Autonomy al fine di poter fare luce sulle varie accuse che HP ha lanciato contro la compagnia ed il team dirigenziale. Lynch sottolinea con forza che tutto nasce dalla differenza tra gli standard contabili adottati negli Stati Uniti e negli altri Paesi. Avevamo già avuto modo di approfondire l'argomento in questa notizia.

Ricordiamo che sulla base della propria tesi, HP ha messo a bilancio nell'ultimo trimestre fiscale del 2012, una una svalutazione di 8 miliardi di dollari sul valore della compagnia, acquisita nel corso del mese di agosto 2011 con un'operazione del valore di 11 miliardi di dollari.

Il sito Autonomyaccounts.org, realizzato e gestito dallo stesso Mike Lynch, raccoglie una serie di dichiarazioni e informazioni riguardanti la vicenda, allo scopo di confutare tutte le accuse e le tesi sostenute da HP.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^