AOL, in arrivo un'offerta per Yahoo! ?

AOL, in arrivo un'offerta per Yahoo! ?

Il Wall Street Journal parla chiaro: AOL starebbe pensando a un'offerta per l'acquisto di Yahoo, sebbene manchino sufficienti dati per avanzare ipotesi credibili

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 09:38 nel canale Mercato
Yahoo
 

AOL, forte di 23 milioni di utenti, è il più grande internet service provider del mondo, nato nel lontano 1983 negli Stati Uniti d'America. AOL è di fatto l'ISP che ha contribuito alla fortissima diffusione del web negli Stati Uniti durante gli anni '90, anticipando di qualche anno il "fenomeno internet", divenuto poi di massa in tutto il mondo.

Yahoo! è famosa per il proprio motore di ricerca,  ma di fatto è molto di più. Siamo di fronte a una società di servizi che, oltre al già citato servizio di indicizzazione, offre strumenti per la comunicazione come mail e chat fra i più diffusi al mondo, forte della diffusione in 20 paesi del mondo e del supporto in 20 lingue.

In base a un articolo del Wall Streeet Journal, le strade delle due aziende potrebbero congiungersi, almeno nei sogni di AOL. Fra le ipotesi avanzate dal quotidiano USA, AOL e una serie di private equity come Blackstone Group e Silver Lake Partners potrebbero presto presentare un'offerta per l'acquisto di Yahoo!. Rimangono molti interrogativi, sebbene sia chiaro che tali manovre vengano svolte in assoluta riservatezza, almeno in stadio embrionale.

Il primo è che AOL ha una capitalizzazione di mercato di gran lunga inferiore a Yahoo!, qualcosa come 2,6 miliardi di dollari contro poco più di 20 miliardi, ovviamente in valuta USA. La seconda è che l'ipotetico acquisto sarebbe legato alla cessione delle quote, in mano a Yahoo!, della cinese Alibaba Group, oltre ad altre quote di non meglio precisate realtà. Sempre al vaglio degli interessati all'affare anche una fusione inversa. Stando alla fonte, Yahoo! non è stata ancora formalmente contattata, motivo per cui manca qualsiasi parere dell'azienda a riguardo e, francamente, è difficile attendersi qualche informazione circostanziata a breve. Tutto potrebbe quindi finire nel nulla, sebbene i segnali che qualcosa si stia muovendo ci sono: il mercato ha reagito bene, facendo salire le quote di Yahoo! del 13% in una sola giornata.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^