Apple, iAd diventerà un sistema pubblicitario automatizzato

Apple, iAd diventerà un sistema pubblicitario automatizzato

Le attività di iAd sono meno floride dell'atteso: la Mela si prepara a smantellare il team e ad automatizzare il servizio. Editori e sviluppatori avranno quindi la libertà totale nella gestione delle inserzioni pubblicitarie

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:01 nel canale Mercato
Apple
 

Apple è prossima ad apportare un importante cambiamento che coinvolge le attività di iAd, la piattaforma pubblicitaria che dal 2010 permette a sviluppatori, editori e creatori di contenuti che distribuiscono app tramite App Store di inserire agevolmente pubblicità nelle proprie creazioni.

A fronte di risultati di lungo periodo inferiori alle attese Apple ha intenzione di smantellare il team di vendite dedicato a iAd e di organizzare un sistema automatizzato che permetta a sviluppatori ed editori di gestire in completa autonomia la pubblicità. In altri termini: Apple non agirà più come intermediario tra gli inserzionisti e gli editori/sviluppatori, che potranno così interfacciarsi tra di loro in maniera diretta e potranno gestire in completa libertà le inserzioni.

Il cambiamento di approccio introduce un'altra importante routtura con il passato: Apple non tratterà più il 30% del fatturato pubblicitario generato tramite le inserzioni con iAd, che resterà quindi al 100% nelle mani degli editori/sviluppatori. Diventando un servizio gratuito iAd potrebbe quindi iniziare a competere almeno dal punto di vista dei prezzi con altri circuiti più noti, come quelli di Google e di Facebook che comunque sono più ampi in termini di market share: 9,5% per Google, 37,9% per Facebook a fronte di un 5,1% di iAd.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^