ARM: "Arriveremo al 20% del mercato PC"

ARM: Arriveremo al 20% del mercato PC

Secondo Warren East, CEO dell'azienda, i processori ARM riusciranno nel giro dei prossimi tre o quattro anni ad insediare un quinto del mercato PC

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:32 nel canale Mercato
ARM
 

La concorrenza tra ARM e Intel passa da percorsi inversi e paralleli: laddove il colosso di Santa Clara sta cercando di concentrare i propri sforzi per entrare nel mercato degli smartphone e dei tablet, l'azienda britannica segue invece la via per tentare l'ingresso nel mercato dei server e dei PC.

ARM, a tal proposito, si mostra particolarmente ottimista: Warren East, CEO della compagnia, ha dichiarato in un'intervista al Wall Street Journal di aspettarsi che le compagnie impegnate nella realizzazione di chip ARM-based possano cattuare dal 10% al 20% del mercato notebook entro il 2014 o il 2015. Non solo, East è convinto che il market share che ARM sarà capace di guadagnare nel mercato notebook risulterà essere superiore di quanto Intel sarà in grado di fare sul mercato smartphone/tablet, con l'azienda di Santa Clara che arriverà, secondo il CEO di ARM, ad un market share dal 5% al 10% nell'arco della medesima finestra temporale.

Il CEO di ARM basa le proprie convinzioni sul fatto che la maggior parte dell'utenza PC faccia un uso limitato del computer: "Se si guarda il mercato consumer si nota che le persone vogliono usare un browser web, la posta elettronica, applicazioni Office e Photoshop o qualcosa di simile e non molto altro. Per questo motivo possiamo portare i processori ARM al cuore di un PC e rispondere a molti dei requisiti d'uso".

E' opportuno osservare che questa filosofia di fondo fu la stessa che portò, nel corso degli anni passati, alla realizzazione dei sistemi netbook che dopo una fase di iniziale entusiasmo non riuscirono, però, a raccogliere significative quote di mercato per via delle loro deludenti prestazioni. A questa considerazione va aggiunto che le applicazioni scritte per operare su architettura x86 non sono compatibili con le architetture ARM e per questo motivo, nonostante il futuro debutto di Windows 8 RT, è difficile poter pensare ad un ingresso significativo dell'azienda britannica nel mercato PC.

39 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
TheDarkMelon21 Maggio 2012, 15:32 #1
illusi!!
Veradun21 Maggio 2012, 15:50 #2
Se dagli annunci passano ai fatti come Intel con gli Ultrabook ci sarà da ghignare
83emanuele21 Maggio 2012, 15:59 #3
Il CEO di ARM basa le proprie convinzioni sul fatto che la maggior parte dell'utenza PC faccia un uso limitato del computer: "Se si guarda il mercato consumer si nota che le persone vogliono usare un browser web, la posta elettronica, applicazioni Office e Photoshop o qualcosa di simile e non molto altro. Per questo motivo possiamo portare i processori ARM al cuore di un PC e rispondere a molti dei requisiti d'uso".


Eh certo. Allora la base del commercio e del capitalismo, caro il mio bel CEO non ce l'hai nel cervello. Il cliente, il compratore è stupido, ignora le potenzialità del PC che usa, per questo vuole un pc, uno smartphone, un tablet sempre più potente per fare girare le quattro classiche applicazioni. Per avere successo si deve fare come Intel/apple ad esempio. creare un bisogno inutile da soddisfare con i propri prodotti.
cignox121 Maggio 2012, 16:41 #4
Se vogliono che la gente compri un arm, hanno bisogno di prezzi competitivi.
Il costo del processore non é tale da permettere grossi tagli su un sistema completo, quindi dovranno anche dimezzare la ram, lesinare sullo storage, sulla GPU e su un pó tutti i componenti, cosí potranno vendere il loro netbook a 300 euro.

No aspetta, non c'era giá in giro questa idea che poi é passata di moda? :-)
Tuvok-LuR-21 Maggio 2012, 16:58 #5
sempre i soliti discorsi, saranno 10 anni che vanno avanti col discorso che alla gente serve solo un pc per navigare e per mandare mail...intanto tutti i miei amici col netbook passano metà del loro tempo a bestemmiare perchè và troppo lento.
Sarà che in realtà il software và avanti anche se non ce ne accorgiamo, applicazioni javascript sempre più pesanti, idem per quelle in flash, risoluzioni sempre più elevate etc...
winebar21 Maggio 2012, 17:00 #6
Originariamente inviato da: 83emanuele
Eh certo. Allora la base del commercio e del capitalismo, caro il mio bel CEO non ce l'hai nel cervello. Il cliente, il compratore è stupido, ignora le potenzialità del PC che usa, per questo vuole un pc, uno smartphone, un tablet sempre più potente per fare girare le quattro classiche applicazioni. Per avere successo si deve fare come Intel/apple ad esempio. creare un bisogno inutile da soddisfare con i propri prodotti.


Secondo me punteranno tutto sulla durata. Se consideriamo che un 6/8 core ARM dovrebbe avere prestazioni sufficenti per far girare Office in maniera abbastanza decente (in modo che un utente non se ne accorga) quindi, a meno di sorprese, penso che venderanno bene. O almeno me lo auguro dato che un po' di concorrenza in più a Intel non fa proprio male.
shellx21 Maggio 2012, 17:02 #7
Ahahahahahah oooh mio diooo...fate .. fate .. pure... vi ritroverete nella fossa dei leoni dopo nemmeno un anno.
Volete inchiappettarvi Intel che con x86 domina 50 anni di storia informatica ?
Ma siete folli !
Rassegnati ARM, il tuo destino è nelle soluzioni embedded e SMART Device.

Ancora piu folle è dire che la maggiorparte di utenti usano il pc per navigare ?
NO ! ERRATO ! La maggiorparte di utenti che naviga usa gli smarthpone, i tablet e qualche ultrabook. E nel settore smarthpone e tablet sei gia presente cara ARM, perchè è quello che puoi fare con quei processori da videopoker. Sei destinata ai device di fruizione e no di produzione vera e propria.
E' inutile che tirano l'acqua verso il loro mulino, no perchè fanno processori destinati al calcolo disola fruzione significa che possono permettersi il lusso di dire che che la maggiorparte di utenti PC usano il pc per navigare.
Io gli consiglio vivamente di rimanere dove stanno, anche perchè ARM è la migliore soluzione negli smart device e nell'embedded, e li trova il maggior successo. Come del resto trovo inutile vedere Intel che si svena per i tablet e smartphone con gli atom. Ma se dovessi rapportare le due cose, è piu facile che Intel prensa la sua fetta di mercato con i tablet e gli x86 di quanto arm puo fare sui PC. Per cui che non mi riempino la pancia di caxxate.
Un altra azienda che deve stare attenta è M$ perchè sta prendendo scelte pericolose. I tablet e gli smartphone sono sistemi alternativi al PC, che occupano un settore di mercato diverso, e no che sono la sostituzione dei pc, e microsoft sta rischiando di fottersi la chiave dell'utenza che l'ha indotta nel tempo a crescere, e se si gioca questa utenza sono caxxi amari per lei.
Visto che Linux c'è sempre

Originariamente inviato da: winebar
Secondo me punteranno tutto sulla durata. Se consideriamo che un 6/8 core ARM dovrebbe avere prestazioni sufficenti per far girare Office in maniera abbastanza decente (in modo che un utente non se ne accorga) quindi, a meno di sorprese, penso che venderanno bene. O almeno me lo auguro dato che un po' di concorrenza in più a Intel non fa proprio male.


Ma concorrenza fino ad un certo punto. AMD è la concorrenza di Intel. Ma arm che concorrenza deve fargli ? Sono due architetture diverse. E pure che entra nel settore dei pc, comunque ad Intel l'unico motivo di concorrenza e sui tablet e no sui pc.
Se parliamo di processori x86 ad alte prestazioni per sistemi desktop di un certo calibro, non è mai veramente riuscita amd (con l'x86) a contrastarla vuoi mai che arm con quei giocattolini la contrasti ? E soprattutto con un architettura comlpetamente diversa, dove tutto il parco applicativo non ci azzecca una mazza nella compatibilità ?
Intel con i processori ULV li accoppia negli ultrabook e nei tablet, quelli potrebbero entrare inconcorrenza con arm, eanche in questo caso credo proprio che dal punto di vista di prestazioni non c'è paragone.
Per fare concorrenza vera ad Intel ci vorrebbe adesso una AMD piu in forma, o una terza ipotetica azienda di cpu x86. Ma non credo proprio che arm preuccupi intel, lavorano su due architetture diverse. E se gli arm se la giocano bene nell'efficienza energetica per i sistemi embedded e smart-connected device, comunque a livello di performance x86 è ad oggi insuperabile e credo che lo sara ancora per moltissimo tempo.

Tuttavia un arm potrei vedercelo bene in un ultrabook mooolto ultra low ed low perfornance. Ma non ce lo vedo per niente nemmeno in un notebook figuriamoci in un desktop.
hermanss21 Maggio 2012, 17:03 #8
Bah...che dire...un po' di concorrenza tra AMD e Intel non guasta mai, ma speriamo che non sfoci nella produzione di cpu ridicole.
ercole6921 Maggio 2012, 17:10 #9
Non so se sono illusi ma di certo le potenzialità di ARM sono elevate:
sto provando il raspberrypi basato su un SOC ARM1176JZFS a 700MHz (un processore del 2002-2003) con 256MB di RAM e mi riproduce *fluido* via rete un filmato fullHD, lo stesso filmato su portatile AMD a 2.2GHZ dual core con scheda video HD3000 ogni tanto scatta.
Tablet basati su Tegra2 che ho provato con delle versioni ARM di Linux, riescono a far girare tranquillamente Linux con KDE4 senza far rimpiangere troppo i moderni dual core a fronte di autonomie elevatissime.
Se escono con un bel multicore (tipo il Tegra Logan che dovrebbe arrivare per fine anno) potrebbero far male davvero a Intel e AMD nel settore notebook con prestazioni paragonabili a un core 2 duo ma consumi inferiori ad un atom.
Senza contare che se si vuole aumentare la potenza possono realizzare schede con più processori in parallelo (ideale ad esempio per un sistema desktop o server) senza per questo salassarsi con le bollette (prima di arrivare ai 55W di un I7 si possono mettere 100 Tegra2 in batteria)
Sfasciacarene21 Maggio 2012, 17:18 #10
Bhe ben venga, cosi facendo gli ARM punteranno a fare cpu sempre più performanti e gli x86 spingeranno più a fondo per il risparmio energetico.
E comunque un tegra 3 non è poi cosi scarso come SOC, e il futuro di un tegra 4 combinato con windows 8 sicuramente può prendere una fettina di mercato.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^