ARM: importanti risultati grazie al mercato mobile

ARM: importanti risultati grazie al mercato mobile

L'esplosione del fenomeno tablet e la sempre più massiccia circolazione di smartphone permettono ad ARM di registrare importanti risultati per il quarto trimestre e l'anno fiscale 2010

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:11 nel canale Mercato
ARM
 

ARM ha recentemente comunicato i risultati del quarto trimestre fiscale 2010 e, di conseguenza, dell'intero anno fiscale 2010 riportando interessanti tassi di crescita per entrambi i periodi considerati.

Il fatturato del quarto trimestre 2010 dell'azienda inglese è di 113,9 milioni di sterline, che rappresenta un incremento del 34% rispetto gli 85,2 milioni di sterline dello stesso trimestre dell'anno precedente. Il margine operativo è del 41,1%, mentre gli utili per azione sono di 2,90 penny contro gli 1,79 del medesimo trimestre del 2009, in questo caso con un incremento del 62%. Guardando all'anno fiscale si registra un fatturato di 406,6 milioni di sterline, in crescita del 33% rispetto ai 305 milioni di dollari del 2009. L'utile per azione è stato di 9,34 penny, in crescita del 71% rispetto ai 5,45 dell'anno precedente. Il margine operativo è del 40,4%.

Warren East, CEO di ARM, ha dichiarato: "ARM continua a siglare licenze con leader di mercato influenti in un mondo sempre più digitale e la preferenza dell'industria per ARM in una gamma sempre più ampia di dispositivi elettronici permette di spingere oltre le nostre opportunità di royalty a lungo termine. La crescita nel fatturato di licenze e royalty per l'anno 2010 ha permesso di registrare i più elevati risultati annuali di sempre in termini di fatturato, utili e liquidità".

ARM si affaccia al 2011 sapendo di aver dinnanzi a sé l'ingresso in nuovi mercati, che rappresenteranno importanti opportunità e sfide, ma forte di una situazione che vede oltre 1,1 miliardi di processori basati su architettura ARM commercializzati per l'uso in dispositivi mobile ed altri 700 milioni di processori per usi differenti nei segmenti consumer ed embedded. Nel corso del quarto trimestre 2010 inoltre ARM ha potuto chiudere 35 accordi di licenze per soluzioni che saranno destinate ad una vasta gamma di applicazioni tra smartphone, computer portatili e server, e 8 licenze per l'uso dell'architettura grafica Mali.

Tra i grossi nomi del panorama IT ad utilizzare soluzioni basate su architettura ARM vi sono Samsung e Apple, rispettivamente con i processori Hummingbird e A4, ed NVIDIA che impiega core ARM per la realizzazione delle soluzioni Tegra. Il produttore californiano, tra l'altro, si è assicurato le licenze delle architetture Cortex-A15 e delle future architetture ARM. Non da ultimo va citato Microsoft che, sebbene ovviamente non produca alcun processore, ha annunciato nel corso del recente CES di Las Vegas il supporto alle architetture ARM da parte dei sistemi operativi Windows di prossima generazione.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Capozz03 Febbraio 2011, 16:27 #1
Ammazza, considerando l'enorme numero di processori circolanti basati su architettura ARM, pensavo che il loro giro d'affari fosse molto più grande.
In compenso è enorme la percentuale di utile generato rispetto al fatturato.
Ok che si limitano alla sola progettazione, però porca miseria il 40% di margine operativo (immagino lordo) è veramente elevatissimo.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^