ARM sorride ad un buon primo trimestre 2013

ARM sorride ad un buon primo trimestre 2013

L'azienda britannica registra una convincente crescita di fatturato e utili, grazie ad una espansione nel mercato delle TV digitali e ad una presenza sempre più solida nel mondo tablet e smartphone

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:21 nel canale Mercato
ARM
 

ARM ha annunciato i risultati del primo trimestre fiscale 2013, che fanno segnare un fatturato di 263,9 milioni di dollari, in crescita del 26% rispetto al fatturato registrato nel medesimo trimestre dello scorso anno. Nel quarto trimestre 2012 sono stati consegnati 2,6 miliardi di chip ARM, che hanno permesso all'azienda di incrementare del 35% le royalty riscosse nel primo trimestre del 2012.

Il primo trimestre dell'anno segna per ARM un utile di circa 100 milioni di dollari, rispetto ai 75 milioni di dollari registrati nel primo trimestre 2012. Warren East, CEO di ARM, ha commentato: "ARM ha trascorso un altro trimestre con una forte crescita di fatturato e utili, trainata dal fatturato delle licenze e da un record nelle royalty. In particolare nel trimestre ARM ha visto una forte crescita delle royalty per ARMv8, Mali e la tecnologia big.LITTLE per smartphone e computer mobile".

East ha voluto sottolineare che le prestazioni di ARM migliori rispetto alla media del mercato semiconduttori sono state possibili grazie ad un incremento delle quote di mercato nell'area delle TV digitali e dei microcontroller e ad una presenza sempre più solida nel mercato smartphone e tablet. Nel corso del primo trimestre 2012 ARM ha firmato 22 licenze, inclusa una licenza per l'architettura ARMv8, sette per i processori ARMv8 e tre per le soluzioni grafiche Mali.

Ricordiamo che Warren East ha annunciato lo scorso mese le proprie dimissioni che avranno effetto dal prossimo 1 luglio 2013. A succedere ad East, dopo quasi 12 anni alla guida dell'azienda, sarà Simon Segars, attualmente responsabile delle operazioni ARM in USA.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^