Asus e Acer abbandonano il mercato dei netbook

Asus e Acer abbandonano il mercato dei netbook

Addio ai netbook, dopo 5 anni di successi e voci contraddittorie sulla loro apprezzamento da parte del pubblico. Cerchiamo di capirci di più.

di Alessandro Bordin pubblicata il , alle 13:01 nel canale Mercato
ASUSAcer
 

Come riportato in modo lapidario da Gizmodo, i netbook sono morti. Dopo l'abbandono di tutti gli altri produttori di netbook, fra cui Lenovo e Dell, anche i brand che rappresentavano la top list di questi particolari modelli gettano la spugna. Stiamo parlando di Acer e Asus, i cui marchi sono ben leggibili su decine di milioni di netbook in tutto il mondo.

Alcuni analisti trovano motivazioni valide per l'abbandono di questo settore di mercato. Vediamone alcune. Prima di tutto possiamo dire che in tempi recenti i netbook hanno giocato a fare "i grandi", passando dal modello minimale degli esordi a qualcosa che assomigliava sempre più a un notebook di fascia bassa. A loro volta i notebook di primo prezzo hanno subito via via tagli sempre più consistenti, tanto da andarsi a sovrapporre a quelli dei netbook ben in arnese.

Nel dubbio, molti clienti dal budget limitato hanno preferito il notebook di primo prezzo piuttosto che un buon netbook. Difficile dal loro torto, in quanto i notebook nascono con processori più potenti, quantitativi di RAM doppi (se non di più) e caratteristiche mediamente superiori in ogni ambito, autonomia compresa. A farne le spese la portabilità, certo, ma qui arrivano altri nemici per i netbook, ovvero i tablet.

Pur con prezzi dal doppio in su, i tablet PC hanno ingolosito molti clienti alla ricerca di un'alternativa sfiziosa alla propria macchina principale, facendo cadere l'interesse rimasto per i netbook, che hanno nel contempo perso la loro estrema economicità molto apprezzata.

In realtà, a nostro avviso, più che essere morti i netbook sono stati uccisi dai produttori stessi. Prezzi molto bassi implicano molto spesso dei margini risibili, con alcuni settori in espansione che invece possono garantire utili ben superiori. Prova ne è che in netbook venduti ancora oggi si contano in milioni di pezzi, fatto che sottointende un interesse ancora vivo per molte fasce di utenti.

Eppure, non li vedremo più. Pur con i forti limiti prestazionali (ma non nascevano certo per il rendering...), i netbook costituivano di fatto dei veri e propri PC alla portata di tutti, con tastiera, wireless e tutto quanto serve per un utilizzo ordinario del PC,  nel modo in cui almeno il 90% della popolazione mondiale lo utilizza. Una morte annunciata, certo, ma soprattutto voluta.

126 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
sbaffo03 Gennaio 2013, 13:14 #1
secondo me sono stati uccisi dagli atroci schermi 1024x600
Bluknigth03 Gennaio 2013, 13:29 #2
Mah,

secondo me hanno sbordato il loro utilizzo quando sono aumentati troppo di dimensione e poi di prezzo.

Se fossero rimasti nella fascia 200/250€ forse sarebbero durati.
ma del resto con lo stesso HW ti possono vendere un tablet a 600€. Chi glielo fa fare di gestire un mercato così risicato?


paulgazza03 Gennaio 2013, 13:29 #3
I netbook sono sempre stati scarsi come prestazioni, ma non come autonomia, motivo principale per cui a suo tempo ne presi uno.
Il mio NC10 regge ancora 5 ore buone di uso con wifi attivato, dopo 4 anni di onorato servizio
marchigiano03 Gennaio 2013, 13:33 #4
i netbook si sono evoluti nei notebook da 11.6" hd-ready con processore sandy bridge da 17W, il prezzo per fortuna è rimasto quello, quindi non vedo il problema, viva l'evoluzione
Luk3D03 Gennaio 2013, 13:37 #5
Non mi dispiaccio molto di questa notizia, per me i netbook sono sempre stati un motivo di profondo odio grazie alle loro prestazioni scadenti...passi anche la risoluzione (ormai) da cellulare, ma la velocità dell'atom proprio non la digerisco. Chi ricorda i primi netbook acer con SSD (una SD in realtà ) da 16GB può capire il mio sconforto anche se devo dire che gli ultimi asus che ho avuto occasione di provare con atom dual core qualche passo avanti l'hanno fatto, tuttavia se dovessi scegliere, per me scaffale lifetime.
dwfgerw03 Gennaio 2013, 13:50 #6
Oggi ho visto mio nipote di 9 anni e mio nonno di 74 anni sul divano entrambi con un ipad. Due generazioni cosi distanti che usano lo stesso mezzo, ecco perche sono morti i netbook altro che moda.
frankie03 Gennaio 2013, 14:04 #7
Originariamente inviato da: marchigiano
i netbook si sono evoluti nei notebook da 11.6" hd-ready con processore sandy bridge da 17W, il prezzo per fortuna è rimasto quello, quindi non vedo il problema, viva l'evoluzione


Diciamo che il prezzo è raddoppiato!!!

Ho appena cambiato il net con un note con le dimensioni da te indicate e prezzi eran quelli.
L'eeepc900A funziona ancora benissimo e mi sa che ad autonomia vince ancora. Però devo metterlo in vendita... di due PC non so che farmene (PM please)
MiKeLezZ03 Gennaio 2013, 14:10 #8
Chi è il folle che si compra un netbook con un processore vecchio come Noè che fatica a far girare pacman e con lo schermo dalla risoluzione 1024x600 (neppure ci sta il desktop intero) quando sono disponibili tablet da risoluzione 2048x1536 e hardware 10 volte più competitivi???

4 anni fa avevo già predetto che i netbook sarebbero stati una inutile bolla e il vero salto lo avremmo fatto con i tablet... eccoci qua.
ThE cX MaN03 Gennaio 2013, 14:13 #9
Originariamente inviato da: dwfgerw
Oggi ho visto mio nipote di 9 anni e mio nonno di 74 anni sul divano entrambi con un ipad. Due generazioni cosi distanti che usano lo stesso mezzo, ecco perche sono morti i netbook altro che moda.


Erano anni che non leggevo un commento sintetico ed intelligente come questo: bravo! (Sono serissimo, nessuna ironia)

I NetBook erano già morti appena nati, altro che, la vera rivoluzione sono i tablet. Un NetBook impiegava un secolo solo ad accendersi...

...e pensare che alcuni dicono ancora adesso: "ma a che serve un tablet?"...

Sveglia!!! Serve proprio per alfabetizzare tecnologicamente TUTTI, anziani e giovanissimi.

Il NetBook è morto? Meno male.
Cfranco03 Gennaio 2013, 14:23 #10
Secondo me nonostante la compressione tra tablet e notebook da 300 euro lo spazio ci sarebbe stato ancora se solo avessero potuto evolvere, con un po' di ram in più, un hd decente, una cpu migliore, e uno schermo degno, ma Microsoft ha castrato orribilmente W7 starter ( max 1 Gb di ram, 320 Gb di HD e schermo dei puffi ), Intel ha abbandonato gli Atom ( addirittura le CPU supportano i 64bit ma i driver esistano solo per 32 bit ), il risultato è che i netbook di oggi sono uguali a quelli di 4 anni fa e costano uguale, 4 anni fa erano competitivi, oggi no, son passato al MW e c' è un AMD E-1200 con 4Gb di ram, Hd da 500, schermo da 13" e W8 a 299 euro ... chi se lo compra un netbook a 250 ??

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^