Asustek: consegne di mainboard inferiori al previsto?

Asustek: consegne di mainboard inferiori al previsto?

La flessione nelle consegne del secondo trimestre sembrano pesare sull'intero 2010 e Asustek potrebbe non raggiungere l'obiettivo posto a inizio anno

di Andrea Bai pubblicata il , alle 14:10 nel canale Mercato
 

Il quotidiano taiwanese Digitimes riporta alcuni dati riguardanti le consegne di schede madri di Asustek Computer. Secondo quanto riferito, l'azienda taiwanese ha consegnato nel corso dei primi tre trimestri del 2010 un volume di 16 milioni di schede madri, con previsioni di consegne di 5,6 milioni di unità per l'ultimo trimestre.

Stando a questi dati Asustek arriverà a consegnare per l'intero 2010 un totale di 21,6 milioni di mainboard che, nel caso i fatti lo confermassero, rappresenterà un risultato inferiore alle previsioni di 25 milioni elaborate all'inizio dell'anno in corso. Secondo il quotidiano taiwanese potrebbero essere messe in discussione anche le mire della compagnia di arrivare nel 2014 ad agguantare il 50% del mercato globale delle schede madri.

A pesare sul risultato sarebbe stata la domanda più debole del previsto che si è verificata durante il secondo trimestre, che ha portato le consegne delle schede madri a non superare i 4,5 milioni di unità. Di contro è opportuno sottolineare che Asustek sta portando avanti una serie di strategie di contenimento dei costi e, sul lato commerciale, sta evitando di entrare nelle competizioni di prezzi esasperate con i diretti concorrenti che le permette di registrare importanti miglioramenti sul fronte del profitto e dei margini lordi.

Per quanto concerne i concorrenti, invece, Gigabyte dovrebbe poter consegnare 18,5 milioni di schede madri per l'anno in corso, mentre 6-7 milioni sono le previsioni di consegne sia di MSI, sia di ECS. ASRock, invece, si è prefissata l'obiettivo di poter consegnare 7,5-8 milioni di schede madri.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lino P04 Novembre 2010, 14:24 #1
non mi sorprende.
vista la longevità delle piattaforme attuali non c'è da meravigliarsi se la distribuzione subisca simili flessioni
ulk04 Novembre 2010, 15:16 #2
Scarso avanzamento tecnologico il che giustifica il tenersi per più tempo configurazioni che 4-5 anni fa invecchiavano dopo 6 mesi.
Lino P04 Novembre 2010, 15:29 #3
Originariamente inviato da: ulk
Scarso avanzamento tecnologico il che giustifica il tenersi per più tempo configurazioni che 4-5 anni fa invecchiavano dopo 6 mesi.


quoto, anche se l'avanzamento tecnologico si vede eccome, anzi il problema è proprio che molte piattaforme attuali (vedi i 6 core) sono così sovradimensionate (spesso anche per applicazioni professional) che una piattaforma anche non recentissima, ti va ancora benone per tutto.
ringway04 Novembre 2010, 16:02 #4
La gente inizia a capire che non serve a un cavolo aggiornare ogni 6 mesi/1 anno CPU, Scheda video ecc...

E questo è un bene soprattutto per l'ambiente!!!
Lino P04 Novembre 2010, 16:09 #5
Originariamente inviato da: ringway
La gente inizia a capire che non serve a un cavolo aggiornare ogni 6 mesi/1 anno CPU, Scheda video ecc...

E questo è un bene soprattutto per l'ambiente!!!


diciamo che + che la gente che inzia a capirlo, è l'avanzamento tecnologico che fa il passo + lungo delle esigenze dell'utenza.
bongo7404 Novembre 2010, 16:36 #6
diciamo che molti si sono presi il netbook, che è un mercato differente ma porta budget in quella direzione...
conosco molti che usano il net sia a casa che in giro

poi la crisi economica, ne conosco parecchi che prima cambiavano il pc ogni anno e ora lo tengono finche' muore

poi anche la qualita' delle ultime asus lascia un po' a desiderare, mi è partita una p5kpl che ha lavorato nulla, e una k8v-x del 2003 va ancora come un orologio
Baboo8504 Novembre 2010, 22:22 #7
Originariamente inviato da: Lino P
Originariamente inviato da: ringway
La gente inizia a capire che non serve a un cavolo aggiornare ogni 6 mesi/1 anno CPU, Scheda video ecc...

E questo è un bene soprattutto per l'ambiente!!!


diciamo che + che la gente che inzia a capirlo, è l'avanzamento tecnologico che fa il passo + lungo delle esigenze dell'utenza.


Quoto entrambi, diciamo pero' che l'avanzamento tecnologico per quanto riguarda i pc

D'altronde penso (notare il "penso" eh ) che il mercato di workstation per grafica o rendering e lavori simili sia minore rispetto a quelli di utenti base o videogiocatori. Contando che gli utenti base vanno al supermercato (pochi assemblano) e i videogiocatori sono a posto con quello che hanno (io gioco da dio con un Q9550 preso un paio di anni fa e durera' ancora molto) cambiando solo la scheda video, a parte i piu' accaniti.

Almeno questo e' quello che penso.
marchigiano04 Novembre 2010, 23:15 #8
secondo me il merito è da una parte di atom che mantiene bassa la media delle potenze di calcolo disponibili, dall'altra la scarsa concorrenza di amd che ha rallentato la corsa alla potenza di calcolo
frankie05 Novembre 2010, 00:29 #9
Boh, io nel secondo trimestre 2010 ho fatto la mia parte con una M4A785T-M e mi dovrà durare fino a quando sarò obbligato ad avere USB3.0 e SATA3 o altra diavoleria futura. Aspetterò la serie 6xxx integrata???

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^