Asustek: quali conseguenze dal riassetto di Acer?

Asustek: quali conseguenze dal riassetto di Acer?

La compagnia taiwanese potrebbe sfruttare, almeno nel breve periodo, le difficoltà di Acer. Ma il futuro potrebbe presentare ad Asustek lo stesso problema

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:53 nel canale Mercato
Acer
 

Le dimissioni di Gianfranco Lanci dalla carica di CEO di Acer, e il conseguente riassestamento che la compagnia si sta impegnando a portare avanti, potrebbero rappresentare un'interessante opportunità di espansione sul mercato per Asustek. Questo, tuttavia, almeno nel breve periodo, in quanto fonti interne al mercato dei sistemi notebook, riprese anche da Digitimes, credono che presto o tardi anche Asustek potrebbe incontrare le medesime difficoltà che Acer ha dovuto fronteggiare.

Asustek non ha divulgato alcuna posizione né considerazione sulle conseguenze che i nuovi sviluppi in casa Acer potrebbero avere sulla compagnia. Nonostante questo le fonti sono convinte che Asustek potrà sfruttare il momento per sottrarre quote di mercato ad Acer nel territorio Europeo. Sul lungo periodo, tuttavia, sarà fondamentale anche per Asustek riuscire a sviluppare una adeguata proposta in grado di rispondere alle esigenze del mercato consumer (sul fronte tablet, in particolare), un aspetto che ormai rappresenta un fattore chiave per la crescita futura.

Sul mercato tablet Asustek stima di poter consegnare fino a 2 milioni di unità nel 2011, con l'obiettivo di agguantare il 10% del mercato delle soluzioni tablet non-iPad. Nel corso delle prossime settimane approderanno sul mercato le prime soluzioni tablet/slate della compagnia, tra le quali vi saranno incarnazioni basate su piattaforma Intel e dispositivi che al proprio interno conterranno piattaforma Tegra 2 di NVIDIA.

Guardando al futuro Asustek si troverà nella condizione di dover praticare una strategia di taglio dei prezzi se vorrà continuare a mantenere il proprio market share nel settore dei notebook. L'azienda sta tuttavia già adottando una serie di strategie di differenziazione, che le permettano volgere la propria attenzione anche verso i mercati emergenti e in direzione del mercato enterprise, come già anticipato lo scorso autunno con la proposta di soluzioni B Series e P Series di cui abbiamo parlato in questo articolo.

La forte presenza di Asustek sul mercato delle schede madri e delle schede video, dove i principali concorrenti del mondo notebook non hanno modo di poter operare, le consente di generare stabili profitti che permetteranno alla compagnia di poter proseguire la propria attività sui mercato notebook, netbook e tablet anche qualora il giro di affari proveniente da questo segmento dovesse risultare poco entusiasmante.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
djfix1304 Aprile 2011, 13:00 #1
non mi è chiara la relazione tra riassestamento ACER ed opportunità ASUS...
il riassestamento interno può portare solo fluttuazioni in Borsa e non sulle vendite ed i prodotti, ASUS poi ha dimostrato che nonostante la partenza in grande stile del mondo Netbook non abbia tenuto il passo alle novità HW e SW dove sia ACER che HP sono entrate portando via notevoli quote di mercato e vendendo più di tutti, anche di ASUS. ora in una proposta anti-ipad ACER si presenta cmq con prodotti migliori di ASUS.

IMHO io vedo solo questi fatti.
argent8804 Aprile 2011, 22:41 #2
IMHO Acer produrrà quel che vende bene finché non venderà poi più così bene.

ASUS non ho capito come abbia perso il treno dei netbook dopo averli inventati. Sì è impegnata su quella cagata di eeepc-tastiera?
blualex05 Aprile 2011, 07:45 #3
....netbook HP ne ho visti ben pochi e sempre a prezzi bassissimi. Netbook Acer certamente un pò di più ma passeggiando nei negozi Mediaworld o Euronics l'impressione è assolutamente diversa dalla vostra: Asus ha più del 50% degli spazi e, assumo, delle vendite.

Relativamente ai PAD sarà dura per tutti i non Apple, certamente le innovazioni di Asus con il Transformer sembrano davvero interessanti. Chissà quando realmente arriveranno. Se il prezzo è 399 come si vocifera penso che avranno ben più del 10% di quota.

Ciao

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^