Asustek riduce la produzione delle schede madri per il primo trimestre 2012

Asustek riduce la produzione delle schede madri per il primo trimestre 2012

Asustek Computer ha deciso di ridurre il volume di produzione delle schede madri allo scopo di esaurire le scorte accumulate nel quarto trimestre

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:47 nel canale Mercato
 

Asustek Computer ha deciso di ridurre i volumi di produzione delle schede madri per il primo trimestre del 2012, passando dai piani originari di 5-6 milioni di unità trimestrali ad appena 3-3,5 milioni di pezzi. La decisione è stata presa per cercare di dissipare le scorte costruite nel corso dell'ultimo trimestre del 2011. Asustek non ha commentato la notizia.

Secondo quanto riferiscono le fonti, come riportato dal quotidiano taiwanese Digitimes, Asustek ha ancora scorte per circa un milione di schede madri come "eredità" del quarto trimestre 2011. La situazione non dovrebbe avere ripercussioni sugli obiettivi di consegne trimestrali della compagnia, ma avrà certamente ricadute sui fornitori partner della compagnia.

Il taglio di produzione disposto da Asustek ha inoltre avuto l'effetto di ridurre gli ordini di chipset commissionati ai produttori di CPU. Stando alle informazioni disponibili, gli ordini dei chipset Intel sono calati di 2,5-2,8 milioni di unità, mentre quelli per chipset AMD sono ridotti di 500-700 mila unità.

Durante il quarto trimestre del 2011, nonostante molti produttori di schede madri abbiano prestato attenzione alla riduzione delle scorte per contrastare l'indebolimento della domanda, Asustek ha voluto mantenere il suo volume di produzione, incrementando così i livelli di inventario. Per questo motivo gli altri produttori di schede madri dovrebbero poter conseguire una crescita trimestrale del 5%-10% nelle consegne del primo trimestre.

Nel complesso i produttori di schede madri sono abbastanza ottimisti nei confronti del primo trimestre dell'anno: la decisione di Intel di abbassare i prezzi delle CPU Sandy Bridge ed il graduale ritorno alla normalità dei prezzi degli hard disk dovrebbero infatti stimolare una buona domanda da parte del pubblico.

10 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Bluknigth04 Gennaio 2012, 10:34 #1
Credo che anche questa sia una conseguenza del problema degli HDD successo qualche mese fa. Tra la difficoltà di reperire HDD, i prezzi in ascesa e la crisi in generale era inevitabile che accadesse...
thunderluca04 Gennaio 2012, 11:41 #2
Originariamente inviato da: Bluknigth
Credo che anche questa sia una conseguenza del problema degli HDD successo qualche mese fa. Tra la difficoltà di reperire HDD, i prezzi in ascesa e la crisi in generale era inevitabile che accadesse...


Scusa, ma che c'entrano gli HDD?! O.o Sulla crisi e prezzi più alti (soprattutto delle cpu) potrei darti ragione, ma il problema maggiore a questa crisi delle motherboard è dato dalla crescente imposizione sul mercato dei tablet e smartphone che, ahimè, stanno fin troppo sostituendo i computer, sia fissi che portatili...
Bluknigth04 Gennaio 2012, 11:55 #3
Guarda, se leggi l'ultimo paragrafo lo cita anche l'articolo.

Il problema degli HDD ha fatto sparire in breve tempo le scorte dai magazzini, e molti produttori di PC non sono riusciti a produrre un numero sufficiente di macchine nel periodo natalizio.

Gli stessi prezzi degli HDD sono saliti al punto, che gli stessi assemblatori "casalinghi" hanno deciso di aspettare momenti migliori per costruirsi il PC.

Da qui meno richiesta di Motherboard.

Di qui Asus, come tanti altri si trova a magazzino scorte di MB inutilizzate e ora è costretta a tagliare la produzione in modo da smaltire quelle precedentemente prodotte. Mettici pure che le previsioni non sono molto rosee...

Credo che il conto degli smartphone e altro lo avessero già fatto.
bambi2304 Gennaio 2012, 12:19 #4
Originariamente inviato da: thunderluca
il problema maggiore a questa crisi delle motherboard è dato dalla crescente imposizione sul mercato dei tablet e smartphone che, ahimè, stanno fin troppo sostituendo i computer, sia fissi che portatili...

concordo, quando andiamo nei grandi negozi di informatica notiamo che lo spazio riservato ai desktop è sempre minore.
e wuello riservato ai tablets aumenta di giorno in giorno.
fraussantin04 Gennaio 2012, 21:14 #5
Originariamente inviato da: bambi23
concordo, quando andiamo nei grandi negozi di informatica notiamo che lo spazio riservato ai desktop è sempre minore.
e wuello riservato ai tablets aumenta di giorno in giorno.


ci credo , tengono in scaffale desktop con hw inferiore ai notebook a prezzi superiori( se ci includi un monitor)

che senso hanno quei desktop?? scaldano piu ingombrano piu consumano il doppio e non vanno una sega cmq.

incominciassero a tenere desk a modo con processori i72xx e gtx 560 a prezzi umani potrebbero pure avere un senso.
maxmax8006 Gennaio 2012, 22:27 #6
Originariamente inviato da: fraussantin
incominciassero a tenere desk a modo con processori i72xx e gtx 560 a prezzi umani potrebbero pure avere un senso.


non per gli utenti enthusiast che continuerebbero a comprare i componenti separati montandosi il sistema secondo i propri gusti & esigenze..

secondo me la mossa di asus è molto saggia.
e penso anche che nel 2012 vedremo un generale abbassamento dei prezzi perchè sennò la gente comprerà veramente ben poco.
fraussantin06 Gennaio 2012, 22:44 #7
Originariamente inviato da: maxmax80
non per gli utenti enthusiast che continuerebbero a comprare i componenti separati montandosi il sistema secondo i propri gusti & esigenze..

.


ovvio ............. ma allora a chi devono interessare , ai casual che con l'hw di un tablet ci sguazzano??

tanto vale non telerli.
bambi2307 Gennaio 2012, 12:59 #8
Originariamente inviato da: fraussantin
ci credo , tengono in scaffale desktop con hw inferiore ai notebook a prezzi superiori( se ci includi un monitor)

che senso hanno quei desktop?? scaldano piu ingombrano piu consumano il doppio e non vanno una sega cmq.

incominciassero a tenere desk a modo con processori i72xx e gtx 560 a prezzi umani potrebbero pure avere un senso.


concordo al 100 %
maxmax8007 Gennaio 2012, 16:20 #9
Originariamente inviato da: fraussantin
ovvio ............. ma allora a chi devono interessare , ai casual che con l'hw di un tablet ci sguazzano??

tanto vale non telerli.


gli utenti "casual" che utilizzano i portatili per giocare o fare altro (photoshop, autocad, etc..) e poi si lamentano delle prestazioni, sono molti di più di quello che pensiamo..

il problema poi è che nei desktop preassemblati ci mettono dentro componenti della generazione precedente (penso alla prima famiglia di i5/i7 + radeon hd5xxx series) a prezzi assurdi all' acquirente che non se ne intende e che sa solo vedere scritto "2Gb", "4gb", "500Gb", "1TB", "3Ghz", "i7", e pensa:
fraussantin07 Gennaio 2012, 20:41 #10
Originariamente inviato da: maxmax80
gli utenti "casual" che utilizzano i portatili per giocare o fare altro (photoshop, autocad, etc..) e poi si lamentano delle prestazioni, sono molti di più di quello che pensiamo..
:


si ma al posto dei note prendono un fisso hp con un bel quad core a 2 gigahz ,16milioni di mega di ram ( e fino a poco fa con sistemi a 32 bit:asd un bel tera di "memoria" che fa sempre figo e una gtx 401 ( o come le chiamano adesso) , cosa ci fai il puzzlebubble??

pero è compatibile col dx11 ha tante stelline intel e magari la scrittina 3dvision

e a volte ti danno incluso pure la stampante a ben 4 colori ( venduti a 30 euro la boccia).
se sti tizi dopo il.note e il fisso si pigliano un xbox
dagli torto.
cioe e poi veniamo a dire che il gaming su pc sta muorendo.

io dico che lo vogliono uccidere ( e grazie a dio nn cela fanno.)

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^