Battuta di arresto per il Wi-Fi MIMO

Battuta di arresto per il Wi-Fi MIMO

Bocciato in prima battuta la bozza del futuro standard 802.11n.

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 18:00 nel canale Mercato
 

L' IEEE ha bocciato le specifiche relative al nuovo standard wireless 802.11n draft 1.0. Nel corso di una votazione del comitato tenutasi nei giorni scorsi non è stato raggiunto il quorum del 75%, condizione necessaria per l'approvazione.

In un incontro programmato nel mese di maggio verranno discussi i motivi della bocciatura ed eventualmente saranno individuate possibili soluzioni. Quanto accaduto non è certo una novità inquanto siamo solo al "draft 1.0". Ciò che rende di attualità questa notizia è l'attenzione che il publico ha nei confronti del nuovo standard e le possibili ripercussioni per le aziende che già hanno deciso di sviluppare prodotti basandosi su tali specifiche.

Secondo alcuni esperti la bozza bocciata nei giorni scorsi sarà profondamente differente dalla versione finale e ci si chiede quindi quali saranno le ripercussioni per gli acquirenti dei modelli ad oggi disponibili. Netgear e Linksys non sono concordo con questa visione e affermano che le differenze finali saranno minime.

Fonte: News.com

16 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
xpiuma04 Maggio 2006, 18:26 #1
Bè, si sapeva già che non sarebbe passato, la bozza attuale ha ancora troppi problemi da risolvere.
sinadex04 Maggio 2006, 19:04 #2
quali?
daedin8904 Maggio 2006, 20:53 #3
si infatti, quali?
Pearl04 Maggio 2006, 22:20 #4
E dire che Netgear è già uscita con i prodotti basati sulle specifiche provvisorie...
OverCLord05 Maggio 2006, 00:38 #5
mai sentito parlare di upgrade del firmware?
JohnPetrucci05 Maggio 2006, 01:28 #6
Ho come l'impressione che questo nuovo standard 802.11n non introdurrà incrementi sostanziali nella velocità di trasmissione wireless, se non incrementi limitati alla portata degli apparecchi visto il moltipilcarsi di antenne per ogni access point.
Octane05 Maggio 2006, 10:26 #7
Originariamente inviato da: OverCLord
mai sentito parlare di upgrade del firmware?


Gli upgrade del firmware possono risolvere molti dei problemi a livello di dati, ma se dovessero cambiare le specifiche a livello piu' basso (frequenze di trasmissione, modulazione o altro) probabilmente si rendera' nesessario re-ingengerizzare quantomeno la sezione R/F degli apparecchi..

Staremo a vedere

OverCLord05 Maggio 2006, 10:32 #8
Octane certo, hai ragione ma arrivati a questo punto credo che sarebbe controproducente cambiare la parte R/F a meno che non ci siano gravi problemi che lo giustifichino...
Octane05 Maggio 2006, 10:42 #9
Originariamente inviato da: OverCLord
Octane certo, hai ragione ma arrivati a questo punto credo che sarebbe controproducente cambiare la parte R/F a meno che non ci siano gravi problemi che lo giustifichino...


D'accordissimo infatti la definizione del range di frequenze e le modulazioni da utilizzare (livello1) sono le prime cose che vengono definite e sulle quali si basano. Poi il resto si gioca al livello di data-link (livello2) che include anche tutti i servizi di cifratura delle informazioni..
Penso che Netgear e gli altri produttori che hanno gia' buttato fuori prodotti abbiano fatto i loro conti e che prevedano di "recuperare" con nuove versioni dei firmware anche se magari con funzionalita' o prestazioni lievemente ridotte rispetto a prodotti usciti successivamente e pienamente rispondenti allo/agli standard finali.
Octane05 Maggio 2006, 10:54 #10
Originariamente inviato da: JohnPetrucci
Ho come l'impressione che questo nuovo standard 802.11n non introdurrà incrementi sostanziali nella velocità di trasmissione wireless, se non incrementi limitati alla portata degli apparecchi visto il moltipilcarsi di antenne per ogni access point.


Se non ricordo male dovrebbe migliorare la qualita' del segnale quando gli apparecchi si trovano a piu' di qualche metro si distanza (le specifiche di distanza massima dovrebbero essere invariate) e inoltre le specifiche si propongono di migliorare la velocita' effettiva di trasmissione in WLAN (o hot-spots se si preferisce) particolarmente "affollati".

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^