Bitcoin, per la Russia sono illegali

Bitcoin, per la Russia sono illegali

La Federazione Russa prende posizione sui Bitcoin sulla base dell'articolo 27 della Legge Federale, che vieta l'uso di qualsiasi sostituto della moneta

di Andrea Bai pubblicata il , alle 16:21 nel canale Mercato
 

L'Ufficio del Procuratore Generale della Federazione Russa ha recentemente preso una posizione netta sui Bitcoin. Come si legge in una notizia pubblicata dall'agenzia stampa Reuters, il Procuratore Generale ha affermato: "Sistemi per pagamenti anonimi e valute virtuali che hanno visto una considerevole circolazione - inclusa la più nota, Bitcoin - sono sostituti della moneta e non possono essere usati da qualsiasi soggetto giuridico".

Qualsiasi impiego dei Bitcoin sarà considerato "potenzialmente sospettoso" da parte delle autorità Russe, dal momento che il governo della Federazione ritiene l'impiego di Bitcoin collegato ad attività illecite. "I cittadini e gli enti giuridici rischiano di essere coinvolti - anche in maniera non intenzionale - in attività illegali come il riciclaggio di denaro ottenuto da attività criminali o il finanziamento del terrorismo" si legge nel comunicato.

La posizione della Federazione Russa è, in realtà, poco sorprendente in quanto la legge del Paese vieta l'impiego di sostituti della moneta. Citando l'articolo 27 della Legge Federale, l'Ufficio del Procuratore Generale sottolinea: "La valuta ufficiale della Federazione Russa è il rublo. L'introduzione di altre unità monetarie e di sostituti della moneta è vietato".

Le autorità Russe sono le ultime di una serie di paesi che prendono una posizione in netto contrasto con la valuta virtuale. All'inizio del mese di dicembre la Cina ha vietato alle istituzioni finanziare di usare i Bitcoin, non solo per i possibili collegamenti con attività illecite ma anche per la sua volatilità.

21 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zhelgadis10 Febbraio 2014, 16:59 #1
Chi pensa che il bitcoin possa sostituire la moneta tende a dimenticare che la moneta esiste in quanto ha uno Stato dietro che ne impone il corso legale ... senza di questo, i bitcoin sono buoni come conchiglie e perline di vetro
CrapaDiLegno10 Febbraio 2014, 17:02 #2
Tutti i paesi civili e seri dovrebbero impedire la circolazione di qualcosa che sostituisce la moneta ufficiale che è soggetta a controlli non per caso.
AlexSwitch10 Febbraio 2014, 17:11 #3
Buono così... Bitcoin rischia veramente di diventare la prossima bolla speculativa ( in parte lo è diventata ), oltre ad alimentare scambi di denaro per traffici illeciti e riciclaggio di valuta sporca.
Aenil10 Febbraio 2014, 17:15 #4
L'idea è molto interessante, però appunto all'atto pratico si sa attualmente che molti dei bitcoin in circolazione sono posseduti da pochissimi e c'è il rischio altissimo che si usino per riciclaggio e cose di altro genere..
regenesi10 Febbraio 2014, 17:53 #5

per zhelgadis

potresti aver ragione ... ma basta fare una piccola analisi e si scopre
L'euro è "emesso" dalla BCE (diciamo così ) che in realtà non ha alcuna nazione dietro che ne impone il corso legale, al che uno potrebbe pensare che lo hanno le banche che reggono la BCE, quindi alla pagina http://it.wikipedia.org/wiki/Banca_centrale_europea si può vedere che le banche che reggono la BCE sono le banche nazionali delle singole nazioni (più altre che nn sono ancora entrate nell EU)
Perfetto ... o quasi, infatti se prendiamo la Banca d'Italia ed andiamo a vedere chi detiene le quote di maggioranza (pagina http://it.wikipedia.org/wiki/Banca_d'Italia ), si scopre che in realtà lo stato Italiano, purtroppo, ha ben poco a che fare con essa... (se volessimo essere proprio cattivi, la banca d'Italia dovrebbe essere un organo istituito per controllare le banche che operano sul territorio nazionale e trovo piuttosto assurdo che queste ultime siano in realtà le stesse che la gestiscono, il controllato controlla il controllore)
A parer mio, l'unico motivo per cui il Bitcoin non è ben visto dalle banche centrali è semplicemente dato dal fatto che queste non hanno alcun potere verso di esso e quindi se prendesse piede, tutta l'infrastruttura (vedi anche signoraggio) cadrebbe e loro perderebbero tutti i privilegi acquisiti negli ultimi tempi.
Spero di nn innescare un flame, a tutti buon "rimuginare" su quanto ho scritto

PS: nn posseggo alcun bitcoin
MiKeLezZ10 Febbraio 2014, 18:17 #6
Originariamente inviato da: regenesi
potresti aver ragione ... ma basta fare una piccola analisi e si scopre
L'euro è "emesso" dalla BCE (diciamo così ) che in realtà non ha alcuna nazione dietro che ne impone il corso legale, al che uno potrebbe pensare che lo hanno le banche che reggono la BCE, quindi alla pagina http://it.wikipedia.org/wiki/Banca_centrale_europea si può vedere che le banche che reggono la BCE sono le banche nazionali delle singole nazioni (più altre che nn sono ancora entrate nell EU)
Perfetto ... o quasi, infatti se prendiamo la Banca d'Italia ed andiamo a vedere chi detiene le quote di maggioranza (pagina http://it.wikipedia.org/wiki/Banca_d'Italia ), si scopre che in realtà lo stato Italiano, purtroppo, ha ben poco a che fare con essa... (se volessimo essere proprio cattivi, la banca d'Italia dovrebbe essere un organo istituito per controllare le banche che operano sul territorio nazionale e trovo piuttosto assurdo che queste ultime siano in realtà le stesse che la gestiscono, il controllato controlla il controllore)
A parer mio, l'unico motivo per cui il Bitcoin non è ben visto dalle banche centrali è semplicemente dato dal fatto che queste non hanno alcun potere verso di esso e quindi se prendesse piede, tutta l'infrastruttura (vedi anche signoraggio) cadrebbe e loro perderebbero tutti i privilegi acquisiti negli ultimi tempi.
Spero di nn innescare un flame, a tutti buon "rimuginare" su quanto ho scritto

PS: nn posseggo alcun bitcoin
Tutto vero che le banche sono in realtà in mano a privati nonché lo Stato è in realtà controllato dalle banche, le quali hanno tutto l'interesse a prestargli soldi per fargli aumentare l'indebitamento... ma non è vero che il Bitcoin le spaventi.

Se prendesse piede cosa accadrebbe mai? Comunque le tasse le devi pagare in valuta dello Stato e prima o poi dovrai riconvertire i tuoi Bitcoin in valuta dello Stato. Speri di poterli usare così che lo Stato non le tassi? Benissimo, ma questo crea dei mancati introiti che aumentano il debito dello Stato, il che costringerà a nuovi prestiti presso le Banche Centrali a cui corrisponderanno ulteriori guadagni.

I veri rischi dei Bitcoin sono principalmente due:

- Domani valgono zero e quindi chi li ha comprati a "100" ha di fatto regalato "100 soldi" (peraltro non tassati) a chissà chi e chissà dove.
Il far fuoriuscire soldi da una nazione provoca povertà in quella stessa nazione in quanto non sono usati al suo interno riconvertendoli quindi in salari, investimenti e introiti statali.

- Fino a che il loro valore è stabile si possono usare per trasferire fondi neri in totale anonimato e senza che alcuno possa controllarli (pensa a un bel ricettatore di armi che domani si compra 1 milione di bitcoin su una piattaforma anonima e li trasferisce all'altro capo del mondo a un trafficante che a sua volta se li scambia in dollaroni... non serve neppure che si smeni a creare fondi neri in contanti e li porti).
lonewo|_f10 Febbraio 2014, 19:44 #7
Originariamente inviato da: MiKeLezZ
- Fino a che il loro valore è stabile si possono usare per trasferire fondi neri in totale anonimato e senza che alcuno possa controllarli (pensa a un bel ricettatore di armi che domani si compra 1 milione di bitcoin su una piattaforma anonima e li trasferisce all'altro capo del mondo a un trafficante che a sua volta se li scambia in dollaroni... non serve neppure che si smeni a creare fondi neri in contanti e li porti).



Sbaglio o il trasferimento di bitcoin è tuttaltro che anonimo?
Microfrost10 Febbraio 2014, 20:02 #8
Originariamente inviato da: lonewo|_f
Sbaglio o il trasferimento di bitcoin è tuttaltro che anonimo?


quando crei un wallet ti viene dato un codice di tipo 32 cifre,ed è tutto cio che ti serve per fare spostamenti di bitcoin

piu anonimo di cosi



secondo me queste monete sono il futuro,caso strano la russia segue direttamente la cina,non proprio gli esempi di democrazia che darei a mio figlio.

intanto piu questi paesi annunciano leggi e leggucole e piu i coin crescono
Maphia8810 Febbraio 2014, 20:48 #9
Se non sbaglio in realta i Bitcoin sono tutt altro che anonimi. Ti viene dato un indirizzo dato da un certo numero di cifre, ma tutte le transazioni sono note e tabellate. Finche rimani nel giro dei bitcoin non si può sapere a chi appartiene un determinato indirizzo, ma appena li converti in moneta "vera" stai associando un nome e cognome a quell indirizzo, e visto che le transazioni sono tabellate, si puo ricavare studiando la lista delle transazioni ,tutte le transazioni che hai fatto e con chi. No?
Microfrost10 Febbraio 2014, 20:49 #10
Originariamente inviato da: Maphia88
Se non sbaglio in realta i Bitcoin sono tutt altro che anonimi. Ti viene dato un indirizzo dato da un certo numero di cifre, ma tutte le transazioni sono note e tabellate. Finche rimani nel giro dei bitcoin non si può sapere a chi appartiene un determinato indirizzo, ma appena li converti in moneta "vera" stai associando un nome e cognome a quell indirizzo, e visto che le transazioni sono tabellate, si puo ricavare studiando la lista delle transazioni ,tutte le transazioni che hai fatto e con chi. No?


si in teoria è cosi ma puoi creare N wallet quindi è molto piu difficile di come la descrivi,chiaramente lo step piu difficile per rimanere anonimi è appunto il passaggio in dollari

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^