Broadcom acquisisce Innovision Research & Technology

Broadcom acquisisce Innovision Research & Technology

Broadcom interessata alle tecnologie Near Field Communication acquisendo un'azienda pioniera nello sviluppo di proprietà intellettuale legata a queste tecnologie

di Andrea Bai pubblicata il , alle 17:28 nel canale Mercato
 

Broadcom Corporation ha annunciato di aver concluso un accordo per l'acquisizione di Innovision Research & Technology plc, azienda tra le prime ad operare nel campo delle soluzioni RFID (Radio Frequency Identification) e NFC (Near Field Communication), con un'operazione del valore di 47,5 milioni di dollari.

L'accordo è stato condotto con l'approvazione del consiglio di amministrazione di Innovision e l'offerta per per le quote dell'azienda che è pubblicamente quotata all'Alternative Investment Market del London Stock Exchange è stata condotta attraverso Broadcom International Ltd, una sussidiaria pienamente controllata da Broadcom Corporation.

Innovision ha reso disponibili le tecnologie NFC grazie all'offerta di licenze d'uso della proprietà intellettuale, che viene utilizzata da numerose realtà impegnate nella produzione di controller NFC. Numerose aziende stanno ora cercando di utilizzare la proprietà intellettuale legata alla tecnologia NFC per la realizzazione di chip combinati che possano gestire differenti moduli di comunicazione radio, come Bluetooth, WiFi, radio FM e GPS. L'integrazione di un controller NFC può ridurre i costi di produzione ad 1 dollaro, rispetto ai 5 dollari necessari per la produzione di un controller NFC dedicato.

Secondo i termini dell'offerta, gli azionisti di Innovision riceveranno 35 pence (circa 0,52 centesimi di dollaro) per ciacuna azione di Innovision, che rappresenta un valore complessivo di 47,5 milioni di dollari, secondo gli attuali tassi di cambio. L'offerta rappresenta un premium dell'84,2% sul prezzo di chiusura delle common stock di Innovision alla data del 17 giugno 2010.

Broadcom ha dichiarato che si aspetta di concludere l'acquisizione di Innovision nel terzo trimestre del 2010. Innovision ha inoltre annunciato i risultati finanziari per l'anno fiscale concluso il 31 Marzo 2010. La compagnia ha registrato una perdita netta di 2,4 milioni di sterline (circa 3,5 miliardi di dollari) sul fatturato di vendita di 2,0 milioni di sterline. Nel corso dell'anno 2,3 milioni sono stati impiegati per lo sviluppo di proprietà intellettuale legata alla tecnologia Near Field Communications. La liquidità di cassa al 31 marzo 2010 è di circa 4,1 milioni di sterline.

La tecnologia Near Field Communication è da tempo intesa come una interessante soluzione per le operazioni di micropagamento elettronico. Con questa tecnologia, ad esempio, è possibile avvicinare il cellulare ad un botteghino elettronico per l'acquisto del biglietto della metropolitana. L'adozione di questa tecnologia è stata rallentata dalle procedure per la standardizzazione, anche se attualmente i produttori di telefoni cellulari stanno manifestando un fattivo interesse e una concreta intenzione nell'integrazione di questa tecnologia nei propri prodotti. La dichiarazione di Nokia, del quale è stata data notizia questa mattina su Hardware Upgrade, rappresenta un primo, importante, segnale.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^