Calano del 50% le vendite degli smartwatch nei primi 3 mesi del 2016

Calano del 50% le vendite degli smartwatch nei primi 3 mesi del 2016

Il confronto è con la stagione di vendite natalizie, nella quale gli smartwatch avevano raccolto dati entusiasmanti. Se andiamo a 12 mesi fa tuttavia il dato è in forte crescita: si attendono ora le prossime evoluzioni delel piattaforme wearable

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:43 nel canale Mercato
SamsungAppleWatch
 

Le bendite di smartwatch hanno registrato nel corso dei primi 3 mesi del 2016 una prevedibile contrazione rispetto al trimestre precedente, forte della domanda legata alla stagione natalizia. A risentirne in modo particolare Apple, che ha visto il proprio modello Watch passare da un volume di 5,1 milioni di pezzi venduti negli ultimi 3 mesi del 2015 ai 2,2 milioni circa del primo trimestre 2016.

Dinamica simile, come segnala Strategy Analytics, è del resto quella che ha caratterizzato le vendite di Samsung passata da 1,3 milioni di smartwatch nel trimestre natalizio a vendite per 600.000 unità dei primi 3 mesi dell'anno. I dati di queste due aziende giustificano la contrazione complessiva del mercato, stimato in diminuzione da 8,1 milioni di smartwatch venduti nel trimestre precedente ai 4,2 milioni di inizio 2016.

Nel confronto con il corrispondente periodo del 2015 i primi 3 mesi del 2016 hanno però visto una forte crescita nelle vendite di smartwatch: viene segnalato un incremento del 223%, giustificato dall'incidenza di Apple Watch che ha debuttato sul mercato solo in seguito nel corso del 2015.

Quello degli smartwatch è, quantomeno al momento attuale, un mercato che vede Apple beneficiare di una posizione molto forte con una quota superiore al 50% nei primi 3 mesi del 2016, ma in calo rispetto al 63% del quarto trimestre 2015. Samsung è posizionata al secondo posto con circa il 14%, mentre varie altre aziende seguono con una politica molto aggressiva. I volumi complessivi tendono a dipendere in misura marcata dalle dinamiche stagionali, mentre i prodotti attualmente presenti sul mercato non vantano soluzioni tecniche tali da poter significativamente influenzare i consumatori.

Si attende una evidente evoluzione delle piattaforme nel corso del 2016, con modelli che inizieranno ad integrare al proprio interno connettività dati oltre ad un GPS così da poter essere utilizzati anche scollegati dallo smartphone e senza dover per questo rinunciare a parte delle funzionalità. Di fatto siamo ancora a quella che possiamo definire la prima fase di mercato degli smartwatch, prodotti interessanti ma che nelle attuali declinazioni faticano ancora a venir accolti come uno strumento utile e dotato di una sua effettiva utilità anche scollegato da altri device mobile.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
giuliop29 Aprile 2016, 16:23 #1
"Le bendite di smartwatch [...]"

Prima riga, e pure in grassetto. Wow.
mirkonorroz29 Aprile 2016, 17:40 #2
Originariamente inviato da: giuliop
"Le bendite di smartwatch [...]"

Prima riga, e pure in grassetto. Wow.


E' una contrazione per "vendite da banditi"

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^