Calano gli inventari per i produttori di semiconduttori, il mercato si prepara alla ripresa

Calano gli inventari per i produttori di semiconduttori, il mercato si prepara alla ripresa

I livelli di inventario dei produttori di semiconduttori calano nel secondo trimestre e parallelamente crescono le scorte presso i distributori, i produttori contrattisti e gli OEM: il mercato si prepara ad una crescita della domanda nella seconda metà dell'anno

di Andrea Bai pubblicata il , alle 08:31 nel canale Mercato
 

La società di analisi di mercato IHS iSuppli ha registrato per il primo trimestre 2013 un calo significativo dei livelli di inventario dei fornitori di semiconduttori, i quali sono riusciti ad evadere una gran parte della merce accumulatasi in eccesso durante il 2012 e si stanno preparando alla ripresa della domanda consumer per i prodotti elettronici attesa per la seconda metà del 2013.

Nel corso dei primi tre mesi dell'anno i livelli di inventario dei fornitori di semiconduttori sono calati, in quanto a fatturato, a 37,6 miliardi di dollari facendo segnare una flessione del 4,6% rispetto ai 38,4 miliardi registrati nel quarto trimestre del 2012. Il calo dei livelli di inventario procede in parallelo con la contrazione dei fatturati dei semiconduttori, calati del 5,1% su base trimestrale seguendo il normale andamento stagionale della domanda.

Sharon Stiefel, analista per IHS iSuppli ha commentato: "Mentre il fatturato complessivo dei chip è calato nel primo trimestre, i livelli di inventario in calo tra i fornitori di chip assieme all'accumulo delle scorte presso distributori, produttori contrattisti e OEM, indicano una crescita della domanda consumer per il mondo dell'elettronica durante il periodo. Ciò ha contribuito ad una flessione nel livello degli inventari dei chip. Allo stesso tempo le compagnie impegnate nella produzione di semiconduttori hanno mantenuto uno stretto controllo sulla capacità produttiva, contribuendo al calo dei livelli di inventario".

Lungo tutta la filiera del settore elettronico il maggior incremento delle scorte è stato registrato dai produttori OEM di PC e telefoni cellulari. Questi ultimi hanno ampliato le proprie scorte, compresi quelle di smartphone completi, nell'ordine del 7,2% nel trimestre in esame, mentre i produttori OEM di sistemi PC hanno espanso le proprie scorte, inclusi notebook e desktop, del 6% circa. L'accumulo di scorte da parte degli OEM, dei produttori contrattisti e dei distributori nel corso dei primi tre mesi dell'anno va in netta controtendenza a quanto accaduto nel quarto trimestre del 2012, quando questi segmenti hanno provveduto a ridurre il più possibile le scorte.

Osserva Stiefel: "La crescita delle scorte tra i vari segmenti della filiera indica che il settore elettronico si sta preparando ad un incremento della domanda per la seconda metà del 2013". E' bene osservare che gli indicatori dell'economia globale stanno puntando ad una crescita per i prossimi trimestri, principalmente nei mercati in via di sviluppo. Ciò rappresenta un incentivo per le compagnie di semiconduttori e per i loro clienti ad adoperarsi già nel corso del secondo trimestre dell'anno per tenere il passo con la prevista crescita della domanda nel corso della seconda metà del 2013.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^