Cambi al vertice per Sony Ericsson

Cambi al vertice per Sony Ericsson

L'azienda nippo-svedese annuncia il nuovo CEO, che assumerà l'incarico a partire dal mese di settembre

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:09 nel canale Mercato
Sony EricssonSony
 

Importanti sostituzioni al vertice per Sony Ericsson, joint-venture nippo-svedese che nel corso dei passati trimestri ha dovuto confrontarsi con risultati non particolarmente brillanti che hanno segnato una flessione sia nei ricavi, sia nelle quote di mercato.

Alla guida di Sony Ericsson arriverà Bert Nordberg, attualmente vicepresidente esecutivo di Ericsson Group e a capo di Ericsson Silicon Valley. Nordberg, che assumerà la co-presidenza dal prossimo 1 settembre per diventare poi presidente unico dal 15 ottobre, succederà all'attuale CEO Hideki Komiyama, il quale già da diversi mesi ha iniziato a portare avanti un programma di mutamento delle strategie dell'azienda.

"La trasformazione di Sony Ericsson che ho avviato più di un anno fa ha ormai superato il giro di boa e sono lieto di vedere ciò che abbiamo raggiunto fino ad ora. Credo che sia il momento adatto per passare il testimone ad una persona che è in grado di completare la trasformazione e guidare Sony Ericsson attraverso la prossima fase dello sviluppo" ha dichiarato Komiyama, che si dimetterà dall'azienda alla fine dell'anno.

Nel futuro di Sony Ericsson sarà posta molta più attenzione al segmento degli smartphone. Bert Nordberg, a tal proposito, ritiene particolarmente importanti le piattaforme open-source e l'ambito business: "E' con molto piacere che ricevo questo incarico. Con la crescente importanza delle piattaforme open-source, delle applicazioni e dei contenuti, credo che l'esperienza che ho maturato in Silicon Valley sia un elemento importante per il prosieguo dell'attivita di Sony Ericsson".

Anche Howard Stringer, presidente e CEO di Sony Corporation e membro del consiglio di amministrazione di Sony Ericsson, occuperà un posto importante nella joint-venture, diventando dal prossimo 15 ottobre presidente del consiglio di amministrazione andando a succedere a Carl-Henric Svanberg, presidente e CEO di Ericsson.

Maggiori informazioni si possono trovare all'interno del comunicato stampa ufficiale.

4 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
supertigrotto19 Agosto 2009, 16:14 #1

era ora!

ok che htc fa il bello è dura da contrastare negli ambiti pocket pc phone,però con il progetto xperia era partita bene anche se in ritardo.
Secondo me dovrebbe puntare su un design molto più curato e guardare a ditte come htc,acer,apple,toshiba etc più che nokia e produttori di cellulari normali.
In futuro c'è x2 e x3 che mi sembrano dei gran bei prodotti.......
supertigrotto19 Agosto 2009, 16:15 #2

scusate

togliete fa il bello da sopra.............
Dane20 Agosto 2009, 01:06 #3
intendono puntare sugli smartphone...... riesumando UIQ3?
Stefano92_10020 Agosto 2009, 03:12 #4
Originariamente inviato da: supertigrotto
ok che htc fa il bello è dura da contrastare negli ambiti pocket pc phone,però con il progetto xperia era partita bene anche se in ritardo.
Secondo me dovrebbe puntare su un design molto più curato e guardare a ditte come htc,acer,apple,toshiba etc più che nokia e produttori di cellulari normali.
In futuro c'è x2 e x3 che mi sembrano dei gran bei prodotti.......


Ci credo:
http://en.wikipedia.org/wiki/Sony_Ericsson_XPERIA_X1

sony ericson era partita bene ma in ritardo, perché dietro all'xperia x1 c'era HTC stessa che ha prodotto il terminale.

Quindi alla fine il risultato non cambia. Domina comunque htc, anche se Samsung pian piano comincia a salire.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^