Chiari segnali di crescita per Asus: notebook e tablet in testa

Chiari segnali di crescita per Asus: notebook e tablet in testa

L'azienda taiwanese chiude il terzo trimestre 2012 con una forte crescita nell'utile, trainata in questo dai risultati di vendita delle soluzioni notebook e delle proposte tablet. Le stime per la fine dell'anno sono di un'ulteriore spinta commerciale

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 08:43 nel canale Mercato
ASUS
 

La diffusione di soluzioni tablet della serie Transformer, oltre che la produzione di Google Nexus 7, ha indubbiamente giovato ai risultati finanziari di Asus per il terzo trimestre 2012. L'azienda taiwanese è stata infatti capace di incrementare i propri profitti di periodo di ben il 43% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, passando a poco più di 229 milioni di dollari.

Nel corso del periodo di riferimento Asus è stata capace di vendere circa 2,35 milioni di tablet, in forte crescita rispetto ai circa 920.000 commercializzati nel corso del secondo trimestre dell'anno; mancano dettagli precisi su quale tipologie di tablet abbiano registrato le crescite più consistenti nel periodo ma possiamo facilmente ipotizzare come parte di questo aumento sia dovuto proprio ai modelli Nexus 7. Nel corso del quarto trimestre 2012 Asus prevede di toccare un totale di 2,6 milioni di tablet venduti, con una crescita sequenziale del 13%.

A completare il buon risultato trimestrale di Asus anche una crescita nelle vendite di soluzioni notebook, passate a circa 5 milioni di pezzi con un incremento del 14% rispetto al secondo trimestre 2012 e una quota di mercato totale di poco inferiore al 12%. Le stime per il trimestre conclusivo dell'anno sono altrettanto interessanti: totale atteso di 5,5 milioni di pezzi, con un ulteriore aumento del 10% su base sequenziale.

Asus ha totalizzato il proprio fatturato trimestrale con un contributo del 59% fornito dalle soluzioni notebook; il business delle schede madri e delle schede video, storico per l'azienda taiwanese, ha contribuito per il 13% del totale. E'in Asia che Asus totalizza la maggior parte del proprio fatturato con una quota del 42%; a seguire l'Europa con il 33% e una quota delle restanti regioni mondiali salita al 25% nel terzo trimestre 2012 contro il 20% del trimestre precedente.

Ulteriori dettagli sull'andamento economico di Asus sono disponibili in questa presentazione, mostrata in occasione della conferenza degli investitori dell'azienda.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^