Citigroup acquisisce EMI e ne riduce i debiti

Citigroup acquisisce EMI e ne riduce i debiti

Una delle più importanti etichette discografiche è stata acquisita dalla banca d'investimenti Citigroup. EMI continuerà tuttavia le operazioni conservando la propria identità. Ma per quanto?

di Andrea Bai pubblicata il , alle 17:22 nel canale Mercato
 

Lo scorso 1 febbraio 2011 EMI Group, una delle più importanti etichette musicali al mondo, ha annunciato che Citigroup, il principale creditore di EMI, ha acquisito il 100% del proprio capitale azionario. Come immediata operazione a seguito dell'acquisizione, Citi ha completato un piano di ricapitalizzazione della compagnia con un'operazione di tipo debt-for-equity swap, che ha consentito di ridurre i debiti di EMI del 65% passando da 3,4 miliardi di dollari ad 1,2 miliardi di dollari e consegnando alla compagnia 300 milioni di liquidità. La nuova struttura di capitale permette ad EMI di avere la giusta forza e flessibilità per continuare ad operare nella strategia di massimizzare il valore per artisti ed autori.

Roger Faxon, CEO di EMI, ha dichiarato: "La ricapitalizzazione di EMI effettuata da Citi rappresenta un passo avanti estremamente positivo per la compagnia. Ci ha permesso di chiudere uno dei più robusti bilanci del settore, con un modesto livello di debiti ed una buona liquidità. Su queste solide basi siamo fiduciosi nelle nostre capacità di alimentare il nostro giro di affari. Abbiamo già compiuto grandi progressi nel rispondere alle sfide alle quali il nostro settore si è trovato davanti. Abbiamo una chiara visione per il futuro, un forte team dirigenziale ed il giusto capitale e la giusta struttura finanziaria per concretizzare risultati di successo per artisti, autori e compositori".

"Citi ha assunto oggi la proprietà di Malby Aquisitions Limited, la holding che controlla EMI. Il debito di EMI è stato ridotto del 65% lasciando la compangia nelle migliori condizioni per poter investire ed accrescere il proprio giro di affari. Si tratta di uno sviluppo positivo per EMI, per i suoi impiegati, per gli artisti, per i compositori. Il nostro obiettivo è mettere EMI nelle condizioni di poter esprimere il meglio del proprio potenziale per i nostri azionisti" ha dichiarato Stephen Volk, vicepresidente di Citi ed ora nuovo presidente di Malby Aquisitions Limited.

Non è chiaro, ad oggi, quale sarà la direzione futura che potrà prendere EMI: inizialmente è stato ipotizzato uno smembramento degli asset societari della divisione publishing da quella recording, che Citi avrebbe in un secondo momento ceduto ad altre società, traendone profitto. In realtà lo stesso Roger Faxon avrebbe smentito questa possibilità, confermando che EMI conserverà la propria identità per molto tempo a venire.

Qualche settimana fa un'altra importante etichetta musicale, Warner, ha mostrato il proprio interesse in un'eventuale acquisizione di EMI, operazione che avrebbe dato vita al più grande catalogo musicale al mondo. L'interesse di Warner deve aver spinto Citigroup a considerare attentamente, ed in seguito ad approvare, l'acquisizione di EMI. Tra gli artisti che popolano il catalogo di EMI vi sono importanti nomi come The Beatles, Pink Floyd e Queen, solo per citarne alcuni.

3 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
A.L.M.02 Febbraio 2011, 20:36 #1
Segnalo un errore nell'articolo: l'operazione compiuta da Citi non è un "debt-for-swap", che non esiste... ma "debt-for-equity swap".
Willy_Pinguino03 Febbraio 2011, 04:36 #2
"So, what?"

scusate ma questa notizia in che modo riguarda il mondo del digitale? la prossima settimana troveremo notizie su Mediaset e Rai e i loro bilanci e consigli di amministrazione? a me pare un po' OFF TOPIC

o almeno non fate apparire una notizia del genere nella lista delle news di HWupgrade.. non c'entra un fico secco...
PhoEniX-VooDoo03 Febbraio 2011, 09:15 #3
Originariamente inviato da: Willy_Pinguino
"So, what?"

scusate ma questa notizia in che modo riguarda il mondo del digitale? la prossima settimana troveremo notizie su Mediaset e Rai e i loro bilanci e consigli di amministrazione? a me pare un po' OFF TOPIC

o almeno non fate apparire una notizia del genere nella lista delle news di HWupgrade.. non c'entra un fico secco...


non hai capito, tutte le news compaiono su hwupgrade (dove accede tutta la gente) poi, una volta che clicchi sulla notizia finisci in una delle mille mila testate aperte ultimamente (e che non si fila nessuno, almeno direttamente).

così oltre al clic counter di hwupgrade salgono anche i clic counter delle altre testate, che in reltà (nel 99.9% dei casi) non vorresti visitare.

(:rolleyes

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^