Conclusa l'asta WiMax: superati i 136 milioni di euro

Conclusa l'asta WiMax: superati i 136 milioni di euro

Si è conclusa nella giornata di ieri l'asta per le licenze WiMax, raggiungendo complessivamente una cifra record superiore a 136 milioni di euro. A sorpresa Ariadsl e A.F.T. si aggiudicano la maggior parte delle licenze

di Fabio Gozzo pubblicata il , alle 14:08 nel canale Mercato
 

Dopo 9 giornate di rilanci, si è finalmente conclusa l'asta per l'assegnazione delle 35 licenze d'uso delle frequenze WiMax. Il valore complessivo raggiunto dall'asta è stato da poco reso noto da un comunicato stampa del Ministero delle Comunicazioni: la cifra esatta è pari a 136.337.000 euro. Il valore complessivo dell'asta sembra aver dunque superato il precedente record di 125 milioni di euro fatto segnare in Francia ed è addirittura più del doppio dell'incasso registrato in Germania.

Di seguito riportiamo il quadro riassuntivo delle compagnie che si sono aggiudicate le licenze (ricordiamo che per ogni macroregione sono previste 2 licenze):

AREA 1
Licenze macroregionali Ariadsl, E-VIA
Licenza Lombardia A.F.T.
Licenza Bolzano Brennercom
Licenza Trento MGM Productions

AREA 2
Licenze macroregionali Ariadsl, E-VIA
Licenza Valle d'Aosta Ribes Informatica - Hal Service - Lan Service - Informatica System - Tex97 - B.B.Bell
Licenza Piemonte A.F.T.
Licenza Liguria MGM Productions
Licenza Toscana MGM Productions

AREA 3
Licenze macroregionali Ariadsl, E-VIA
Licenza Friuli Venezia Giulia Assomax
Licenza Veneto A.F.T.
Licenza Emilia Romagna Infracom
Licenza Marche City Carrier

AREA 4
Licenze macroregionali Ariadsl, Telecom Italia
Licenza Umbria A. F. T
Licenza Lazio A. F. T
Licenza Abruzzo A. F. T
Licenza Molise A. F. T

AREA 5
Licenze macroregionali Ariadsl, Telecom Italia
Licenza Campania A. F. T
Licenza Puglia A. F. T
Licenza Basilicata A. F. T
Licenza Calabria A. F. T

AREA 6
Licenze macroregionali A.F.T, Tourist Ferry Boat
Licenza Sicilia Ariadsl

AREA 7
Licenze macroregionali Ariadsl, Telecom Italia
Licenza Sardegna A.F.T.

La vera protagonista dell'asta WiMax è stata la compagnia Ariadsl, che con i suoi rilanci ha contribuito al rialzo del valore finale complessivamente raggiunto. Forte dei fondi messi a disposizione del magnate australiano Davidi Gilo, Ariadsl ha fatto offerte che complessivamente costituiscono un terzo del valore dell'asta, costringendo importanti compagnie a ritirarsi dall'asta.

Telecom Italia si aggiudica un numero di licenze ridotto rispetto alle attese: gli scenari monopolistici previsti da molti non si sono concretizzati. Dopo essersi ritirata nel corso della sesta giornata di rilancio dall'Area 1, Telecom ha rinunciato anche alle altre macroregioni del nord Italia, preferendo puntare sulle regioni meridionali, nonostante il sorprendente abbandono all'ultimo momento in Sicilia.

Altra compagnia che si è dimostrata molto attiva è stata A.F.T. che ha fatto incetta delle licenze regionali, soprattutto nelle macroaree 4 e 5. Insieme ad Ariadsl, A.F.T. si è pressoché aggiudicata una copertura a livello nazionale, con un investimento complessivo pari a 24 milioni di euro. Anche E-VIA, controllata di Retelit, si assicura con un investimento da 23 milioni di euro la copertura di tutto il centro-nord Italia.

La gara WiMax dunque non ha certo lesinato sui colpi di scena. Ora la palla passa alle compagnie che si sono aggiudicare le licenze: sarà interessante osservare nel corso dei prossimi mesi come le diverse società penseranno di rientrare negli investimenti e come questa tecnologia verrà impiegata. Ricordiamo che i diritti d’uso delle frequenze di gara avranno una durata di 15 anni a partire dalla data di rilascio, saranno rinnovabili e non potranno essere ceduti a terzi senza la preventiva autorizzazione del Ministero.

Fonte: sito Ministero delle Comunicazioni

120 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Uriziel28 Febbraio 2008, 14:12 #1
BENE BENE.

ora aspettiamo di vedere le offerte e la qualità del servizio.
Paganetor28 Febbraio 2008, 14:17 #2
bene, lo stato ha avuto il suo bel guadagno... ma ora voglio vedere cosa ne faranno di queste licenze, e quanto le faranno pagare a noi utenti...
DenFox28 Febbraio 2008, 14:18 #3
Qualcuno sa più o meno quanto ci impiegheranno a fare queste benedette offerte adsl in modo da sapere i prezzi e tra quanto le immetteranno in commercio?
Sp4rr0W28 Febbraio 2008, 14:21 #4
Brennercom a bolzano... siam messi bene...
SAND28 Febbraio 2008, 14:21 #5
http://www.ariadsl.it/Htm/casa.htm

Se tengono questi prezzi o poco meno e alzano la banda...


A quando un telefono skype wimax???
Uriziel28 Febbraio 2008, 14:42 #6
Originariamente inviato da: SAND
http://www.ariadsl.it/Htm/casa.htm

Se tengono questi prezzi o poco meno e alzano la banda...


A quando un telefono skype wimax???


VERO e dovrebbe essere cosi...se la prewimax è 4 mega wimax sarà di sicuro almeno pari...piu che altro la banda garantita è un po pochina ma vabbè.


ps: ma i PING del wimax sono confrontabili con un'offerta fast di adsl?
Bhairava28 Febbraio 2008, 14:44 #7
Link ad immagine (click per visualizzarla)


Ma ho capito bene? E' arrivata finalmente la DSL e non la sfigatissima ADSL?!?!?
Feanortg28 Febbraio 2008, 14:46 #8
Ad ammortizzare quei costi non ci mettono tanto. 40 euro al mese per 12 mesi.... bastano 1 milione di utenti e via. Per l'installazione degli impianti sono antenne... Per la pubblicità ed il resto sapranno fare i loro conti.
Gandalf6428 Febbraio 2008, 14:49 #9
Bene bene il grosso l'hanno preso in 4 aziende e con telecom non presente al nord che fosse la volta buona che il mercato si muova ? Aspettiamo la costruzione dei ponti radio in modo veloce !!
Carmencita7928 Febbraio 2008, 14:50 #10
Il futuro sarà mostruoso

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^