Congelati in USA le proprietà del CEO di Mt Gox

Congelati in USA le proprietà del CEO di Mt Gox

Un giudice statunitense ha bloccato per 14 giorni i beni e il patrimonio in USA di Mark Karpeles. Si profila all'orizzonte una causa collettiva per frode

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:23 nel canale Mercato
 

Tutte le attività, i beni ed il patrimonio sul territorio statunitense di proprietà di Mark Karpeles, CEO del servizio di cambio Bitcoin Mt Gox, sono stati temporaneamente congelati per consentire di individuare le prove della presunta frode massiva ai danni dei clienti del servizio, che si sono costituiti come parte lesa.

Il congelamento degli asset di Karpeles è stato emesso dal giudice Gary Feinerman di Chicago e si applica inoltre alle realtà statunitensi affiliate di Mt Gox e alla parent company giapponese, Tibanne. L'ordine del giudice non può invece essere applicato alla società Mt Gox KK, che attualmente è sotto la protezione della legge fallimentare con l'avvio delle prodcedure di bancarotta in Giappone e in USA.

Nell'udienza per la richiesta di bancarotta in USA che si è tenuta lo scorso lunedì, le parti che hanno denunciato Mt Gox hanno avanzato l'ipotesi che Karples abbia movimentato grosse somme di Bitcoin negli ultimi giorni, sulla base di una serie di informazioni che un gruppo di hacker ha reso di pubblico dominio nel corso del fine settimana.

Christopher Dore, avvocato che rappresenta i clienti del servizio di cambio, ha affermato: "La cosa principale che speriamo di ottenere è di mettere in fila ciò che Karples ha fatto negli ultimi anni e osservarle per capire dove siano le cose e cosa è successo".

L'ordine emesso dal giudice resterà valido per 14 giorni, dopo i quali le parti torneranno nuovamente in tribunale per decidere se vi siano gli estremi per un'estensione del congelamento.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
theJanitor12 Marzo 2014, 15:24 #1
tanto avrà il suo pacco di soldi da parte in qualche paradiso alla faccia dei truffati
gd350turbo12 Marzo 2014, 15:59 #2
Allo stato attuale risulterà nullatenente o quasi, magari in un conto cifrato alle isole caiman, ci potrà essere qualche centinaia di milioni...
terahash8412 Marzo 2014, 16:05 #3
Originariamente inviato da: gd350turbo
Allo stato attuale risulterà nullatenente o quasi, magari in un conto cifrato alle isole caiman, ci potrà essere qualche centinaia di milioni...


......In BitCoin......
alexdal13 Marzo 2014, 08:39 #4
basta che nella chiavetta usb ci siano i file bitcoin, anche se crollano
un milione di bitcoin varra' decine o centinaia di milioni
gd350turbo13 Marzo 2014, 08:41 #5
Originariamente inviato da: alexdal
basta che nella chiavetta usb ci siano i file bitcoin, anche se crollano
un milione di bitcoin varra' decine o centinaia di milioni


Se trovi qualcuno disposto a darti centinaia/migliaia di milioni di dollari in cambio di una chiavetta usb!
maxmax8013 Marzo 2014, 09:45 #6
mah, quello avrà da parte i bigliettoni verdi, quelli veri!. Altroché!
Ork13 Marzo 2014, 11:05 #7
Originariamente inviato da: maxmax80
mah, quello avrà da parte i bigliettoni verdi, quelli veri!. Altroché!


si sono della stessa idea.. altro che bitcoin!
san80d13 Marzo 2014, 11:24 #8
Originariamente inviato da: maxmax80
mah, quello avrà da parte i bigliettoni verdi, quelli veri!. Altroché!


sicuro

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^