Consegne PC meglio del previsto in EMEA grazie ai notebook

Consegne PC meglio del previsto in EMEA grazie ai notebook

Il desktop continua a perdere terreno a favore dei portatili, e tra i vari paesi Europei anche l'Italia registra una crescita anno su anno in termini di volumi di vendita

di Andrea Bai pubblicata il , alle 14:31 nel canale Mercato
 

Le consegne di sistemi PC in Europa, Medio Oriente e Africa sono state migliori rispetto alle aspettative con un totale di 17,9 milioni di unità consegnate che fa registrare una calo, anno su anno, del 3,3%. La società di analisi di mercato IDC, che ha curato la ricerca, osserva che le consegne di sistemi notebook registrano un piccolo incremento dello 0,7% grazie ad un interesse delle aziende dell'Europa Occidentale nei confronti delle nuove soluzioni thin and light e dalla stabilizzazione politica in Medio Oriente e in Africa.

Nel trimestre in esame il mercato EMEA ha comunque dovuto sostenere una serie di incertezze, a partire dalle fluttuazioni dei tassi di cambio e alla debolezza della valuta, oltre alle instabilità politiche innescate dal fenomeno Brexit. Le consegne di notebook commercial/enterprise sono comunque rimaste robuste, crescendo del 5,6% rispetto al terzo trimestre di un anno fa. Di contro, tuttavia, le consegne di notebook consumer sono calate del 2,6%. Sul fronte desktop nel complesso si registra una contrazione del 10,6% che conferma la continua erosione a favore di soluzioni più votate alla mobilità.

Andrea Minonne, research analist per IDC, osserva: "Il mercato PC continua ad essere differenziato in EMEA, con solamente un trend comune: il calo dei desktop. Sebbene i dispositivi desktop abbiano ancora una volta registrato risultati negativi e una bassa domanda in tutta l'area EMEA, i notebook si sono comportati in maniera differente nelle varie sottoregioni. Ancora una volta il mercato commercial dell'Europa Occidentale ha avuto buoni risultati nel terzo trimestre 2016 grazie ad una maggior adozione di notebook in risposta alle necessità delle aziende in fatto di mobilità".

Interessante osservare che all'interno del mercato dell'Europa Occidentale, si registra in Italia una crescita delle consegne di PC rispetto allo stesso periodo di un anno fa, anche in questo caso supportate dalle forti prestazioni dei notebook commercial/enterprise. Malini Paul, senior research analyst per IDC, sottolinea: "I paesi nordici e le regioni DACH (Austria, Germania e Svizzera) hanno registrato una crescita solida per i commercial PC (20,2% e 4,6% rispettivamente) così come la Francia (5,7% di crescita anno su anno). Il sud Europa è stato invece relativamente debole, con l'Italia come unica eccezione con una crescita del 3,1% anno su anno". L'Europa Centrale fa segnare un diffuso declino, anche a doppia cifra, mentre il Medio Oriente e l'Africa si comportano leggermente meglio con situazioni di lieve crescita o di stabilità. In particolare la Turchia registra una crescita del 30,3% anno su anno.

Per quanto riguarda i vari produttori, HP continua a mantenere lo scettro facendo segnare una crescita del 6,5% rispetto allo stesso trimestre di un anno fa e con una crescita del market share che arriva ora al 26%. Interessante osservare la crescita del 21% di Asus e un calo del 2,5% e del 3,4% rispettivamente di Lenovo e Acer.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
biffuz24 Ottobre 2016, 15:14 #1
Nessuna citazione dei 2-in-1? La bolla si sta già sgonfiando?
emiliano8424 Ottobre 2016, 15:35 #2
Originariamente inviato da: biffuz
Nessuna citazione dei 2-in-1? La bolla si sta già sgonfiando?


quelli sono gli unici in aumento tra' smartphone, tablet, desktop e notebook ... la news parla esclusivamente di notebook ... ritenta
biffuz24 Ottobre 2016, 18:13 #3
Originariamente inviato da: emiliano84
quelli sono gli unici in aumento tra' smartphone, tablet, desktop e notebook ... la news parla esclusivamente di notebook ... ritenta


Di solito li infilano dentro le statistiche dei PC.
MaxFabio9324 Ottobre 2016, 19:18 #4
Ottima notizia, mi dispiacerebbe veder sparire piano piano i Notebook e i PC tradizionali
oliverb25 Ottobre 2016, 09:43 #5
Originariamente inviato da: MaxFabio93
Ottima notizia, mi dispiacerebbe veder sparire piano piano i Notebook e i PC tradizionali


non accadrà mai.
Chi usa programmi specifici o videogioca ha bisogno dei notebook o Pc tradizionali
emiliano8425 Ottobre 2016, 10:16 #6
Originariamente inviato da: MaxFabio93
Ottima notizia, mi dispiacerebbe veder sparire piano piano i Notebook e i PC tradizionali


ma poi ti riferisci ai 2in1? che comunque ce ne sono anche di potenti

o ai tablet giocattolo? in questo caso i pc tradizionali serviranno sempre
ronin78925 Ottobre 2016, 15:38 #7
Originariamente inviato da: MaxFabio93
Ottima notizia, mi dispiacerebbe veder sparire piano piano i Notebook e i PC tradizionali


...
2in1, tablet e smartphone, non sono paragonabili a notebook e desktop, e naturalmente, la mia preferenza va ai notebook e desktop...
...
MaxFabio9325 Ottobre 2016, 19:27 #8
Sono d'accordo con tutti e tre, infatti intendevo proprio sottolineare l'importanza dei Notebook tradizionali, i 2 in 1 li capisco fino ad un certo punto, rimane comunque il fatto che il mercato principale è orientato pesantemente al mercato mobile/tablet per cui non abbasserei la guardia, magari non spariranno mai del tutto ma ci saranno meno modelli tra cui scegliere

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^