Continua il ciclo in rosso di AMD: perdita trmestrale anche nel Q2

Continua il ciclo in rosso di AMD: perdita trmestrale anche nel Q2

AMD comunica i più recenti risultati finanziari trimestrali, dove emerge un passivo abbinato ad una forte contrazione del fatturato che scende sotto quota 1 miliardo di dollari. Alla base la difficile situazione nel mercato dei PC

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 13:31 nel canale Mercato
AMDRadeon
 

Dopo i dati trimestrali di Intel, analizzati con questa notizia, giunge il momento dei risultati di AMD. L'azienda americana aveva già anticipato di attendersi una contrazione nel fatturato rispetto a quanto inizialmente preventivato. Così è stato: le vendite sono calate sino a 942 milioni di dollari nel periodo da Aprile a Giugno 2015, contro un dato d 1,44 miliardi di dollari registrato nello stesso periodo dello scorso anno.

Il risultato operativo è negativo per 137 milioni di dollari USA, contro un dato positivo per 63 milioni nello stesso periodo dello scorso anno, con un dato netto di -181 milioni di dollari (-36 milioni 12 mesi prima). Il tutto si tramuta in una perdita di 23 centesimi di dollaro per azione, con un margine operativo lordo pari al 25% che è in forte calo rispetto al 35% dello stesso periodo dello scorso anno.

A giustificare questo risultato, secondo quanto annunciato da AMD, una domanda inferiore al previsto di soluzioni per sistemi PC che ha interessato in modo particolare le vendite di APU a clienti OEM così come del resto già anticipato negli scorsi giorni da AMD.

La divisione Computing e Graphics ha registrato una contrazione di ben il 54% nel fatturato, e da questo contribuito al risultato complessivo con una perdita di ben 147 milioni di dollari. L'attività del gruppo Enterprise, Embedded e Semi-Custom ha segnato una contrazione del fatturato dell'8% rispetto al Q2 2014 con un utile operativo di 27 milioni di dollari in calo rispetto ai 97 milioni dello stesso periodo del 2014.

Le previsioni per il terzo trimestre 2015 indicano un fatturato atteso del 6% superiore rispetto a quello del Q2 2015, con un margine di oscillazione verso l'alto e verso il basso del 3%. Resta da verificare come AMD opererà nei prossimi mesi, e se sarà in grado entro la fine dell'anno di ritornare quantomeno a una serie di risultati in pareggio.

83 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
polli07917 Luglio 2015, 13:37 #1
Molto dispiaciuto, meno concorrenza meno guadagno per noi consumatori.
Spero vivamente che non esca dal mercato altrimenti temo ci aspetteranno tempi di stagnazione dal punto di vista hw.
Bivvoz17 Luglio 2015, 13:47 #2
Da un lato è comprensibile perché effettivamente i suoi prodotti non sono allo stesso livello della concorrenza.
Però secondo me un pizzico un più di successo se lo meriterebbe, alcuni prodotti all'altezza lo sono ma comunque non vendono.
davo3017 Luglio 2015, 14:02 #3
Originariamente inviato da: Bivvoz
Da un lato è comprensibile perché effettivamente i suoi prodotti non sono allo stesso livello della concorrenza.
Però secondo me un pizzico un più di successo se lo meriterebbe, alcuni prodotti all'altezza lo sono ma comunque non vendono.


Beh, dipende dai prodotti. Le APUe gli Athlon, sia mobile che notebook, sono notevoli, stessa cosa le fury, sono buone schede, benche arrivate imho troppo tardi rispetto alla concorrenza. Gli FX e le 390/390x (il resto della serie invece non è malvagio) hanno invece tutto l'insuccesso che meritano
djmatrix61917 Luglio 2015, 14:10 #4
Ormai pure io, dopo anni e anni di AMD e ATI (ora AMD) sono passato alla coppia INTEL/nVidia.

La concorrenza e' quasi assente.. non potevo fare altrimenti. Questo e' un gran male.
emanuele8317 Luglio 2015, 14:23 #5
Mia previsione senza dare adito a flame:

Arriva Microsoft che compra baracca e burattini.
devilred17 Luglio 2015, 14:31 #6
Originariamente inviato da: Bivvoz
Da un lato è comprensibile perché effettivamente i suoi prodotti non sono allo stesso livello della concorrenza.
Però secondo me un pizzico un più di successo se lo meriterebbe, alcuni prodotti all'altezza lo sono ma comunque non vendono.


fare buon prodotti non serve a niente se poi non li sai vendere, non c'e' niente da fare questi qui resteranno nell'oblio fino alla fine dei tempi.
devilred17 Luglio 2015, 14:33 #7
Originariamente inviato da: emanuele83
Mia previsione senza dare adito a flame:

Arriva Microsoft che compra baracca e burattini.


certo! poi si rende conto di cosa ha acquistato e comincia a licenziare questo,quello,quell'altro fin quando non resteranno solo i pilastri di qualche palazzina nella periferia dell'oblio.
davo3017 Luglio 2015, 14:41 #8
Originariamente inviato da: devilred
fare buon prodotti non serve a niente se poi non li sai vendere, non c'e' niente da fare questi qui resteranno nell'oblio fino alla fine dei tempi.


Infatti non capisco, hanno un reparto marketing fantastico in grado di fare queste cose:
Link ad immagine (click per visualizzarla)

Sono solo pregiudizi
marchigiano17 Luglio 2015, 14:42 #9
Originariamente inviato da: davo30
Beh, dipende dai prodotti. Le APUe gli Athlon, sia mobile che notebook, sono notevoli


notevoli un cavolo... i prodotti migliori costano un botto, i peggiori vanno come i vecchi atom, tdp esagerati, ventole che girano sempre, credo un penryn sia meglio
Bivvoz17 Luglio 2015, 14:43 #10
Originariamente inviato da: davo30
Beh, dipende dai prodotti. Le APUe gli Athlon, sia mobile che notebook, sono notevoli, stessa cosa le fury, sono buone schede, benche arrivate imho troppo tardi rispetto alla concorrenza. Gli FX e le 390/390x (il resto della serie invece non è malvagio) hanno invece tutto l'insuccesso che meritano


È proprio quello che ho detto anche io, di prodotti buoni ne hanno ma comunque non vendono quanto meriterebbero.

Originariamente inviato da: devilred
fare buon prodotti non serve a niente se poi non li sai vendere, non c'e' niente da fare questi qui resteranno nell'oblio fino alla fine dei tempi.


In parte hai ragione, ma c'è anche il loro peso sul mercato da considerare.
Nel mercato delle gpu potrebbero giocarsela, ma in quello delle cpu Intel è troppo grossa e prepotente.
Ha accordi con gli OEM e questo limita molto il mercato delle cpu AMD, anche nelle fasce dove AMD ha buoni prodotti gli OEM non li sfruttano, non mettono sul mercato molti dispositivi con prodotti AMD se no poi Intel gli tirerebbe le orecchie.
Senza contare i continui problemi di "resa produttiva" chissà perchè le fonderie hanno sempre problemi quando devono produrre roba per AMD.

E badate bene che non voglio urlare al complotto, non c'è nessun complotto, semplicemente AMD non conta un cavolo e tutti gli danno poca importanza.
Come ho già detto se veramente microsoft comprasse AMD e si presentasse dalle fonderie a produrre gli stessi prodotti le stenderebbero il tappeto rosso, adesso che ci va AMD da sola le ridono dietro.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^