Contrazione ma non a doppia cifra nelle vendite di PC

Contrazione ma non a doppia cifra nelle vendite di PC

Sia iSuppli che Gartner vedono una contrazione netta nelle vendite di PC per il 2009, anticipando buona crecita per il 2010

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:21 nel canale Mercato
 

I dati forniti da iSuppli delineano uno scenario particolarmente negativo per i produttori di PC registrato nel corso dei primi 3 mesi del 2009; il mercato è stato infatti capace di totalizzare circa 66,5 milioni di PC desktop e mobile venduti, con una contrazione dell'8,1% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno e del 14,4% prendendo quale riferimento gli ultimi 3 mesi del 2008.

Questa contrazione nasconde in parte il buon risultato registrato nella vendita di sistemi notebook, cresciuti del 10,2% rispetto allo stesso periodo del 2008 nei primi 3 mesi dell'anno. A bilanciare negativamente questo risultato le vendite di soluzioni desktop, diminuite del 22,5% nel corso del periodo rispetto a 1 anno fa.

Le stime annuali prevedono tra 12 mesi una crescita del 10% nella vendita di sistemi notebook, con una ulteriore contrazione del 6,7% per quella dei sistemi desktop.

Le stime fornite da Gartner sono nel complesso allineate a quelle di iSuppli, benché delineino uno scenario complessivo per il mercato nel 2009 meno drammatico rispetto a quanto inizialmente preventivato. Per Gartner l'anno avrà una contrazione nelle vendite totali di circa il 6%, seguito nel 2010 da una ripresa prevista in circa il 10,3%.

E' evidente come queste dinamiche siano fortemente legate alla situazione di crisi economica internazionale e alle difficoltà nel credito; nel momento in cui l'economia globale si avvierà verso una solida ripresa la domanda di PC, da parte sia delle aziende sia degli utenti finali, non potrà che riprendere vigore.

9 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
SwatMaster29 Giugno 2009, 15:38 #1
I desktop calano, è inevitabile. I preassemblati hanno prezzi sproporzionati all'hardware offerto.
I notebook, invece, stanno diventando abbordabili. Discorso che però non vale per i netbook, ormai lontani dalla concezione iniziale di "ultraportatile a basso costo".
jdvd97629 Giugno 2009, 16:43 #2
Io credo che neanche la vendita di notebook sia realmente in ascesa...quel +10% é da attribuire alle buone performance dei netbook, che hanno tenuto a galla un mercato che altrimenti avrebbe visto dei vistosissimi meno sui dati di vendita...

@ SwatMaster
Che significa che i prezzi degli assemblati é sproporzionato rispetto all´haw mentre i notebook stanno diventando abborbili? Chi compra uno spesso non é interessato all´altro...il fatto che al giorno d´oggi, molti pc vanno ancora bene e in momento di crisi non é necessario cambiare hw che fa girare bene i programmi piú utilizzati..dal punto di vista del prezzo, una soluzione netbook non sará mai all´altezza di una desktop...
SwatMaster29 Giugno 2009, 19:00 #3
Originariamente inviato da: jdvd976
Io credo che neanche la vendita di notebook sia realmente in ascesa...quel +10% é da attribuire alle buone performance dei netbook, che hanno tenuto a galla un mercato che altrimenti avrebbe visto dei vistosissimi meno sui dati di vendita...

@ SwatMaster
Che significa che i prezzi degli assemblati é sproporzionato rispetto all´haw mentre i notebook stanno diventando abborbili? Chi compra uno spesso non é interessato all´altro...il fatto che al giorno d´oggi, molti pc vanno ancora bene e in momento di crisi non é necessario cambiare hw che fa girare bene i programmi piú utilizzati..dal punto di vista del prezzo, una soluzione netbook non sará mai all´altezza di una desktop...


E' tendenza dell'utonto comprare un notebook pensando possa avere le stesse prestazioni d'un desktop, così come l'utontolone (evoluzione dell'utonto) crede che un netbook sia un notebook più piccolo e che costa -dovrebbe costare- molto mento di un portatile tradizionale.
Detto questo, è vero che molti pc oggi vanno ancora bene, ma a fronte di una spesa, sarebbe cosa buona e giusta ricevere un prodotto degno della cifra. Purtroppo, i produttori spesso speculato sull'ignoranza della gente, per altro ingiustificabile.
rmarango29 Giugno 2009, 19:32 #4
Originariamente inviato da: jdvd976
Che significa che i prezzi degli assemblati é sproporzionato rispetto all´haw mentre i notebook stanno diventando abborbili? Chi compra uno spesso non é interessato all´altro...il fatto che al giorno d´oggi, molti pc vanno ancora bene e in momento di crisi non é necessario cambiare hw che fa girare bene i programmi piú utilizzati..


Sono d'accordo , anche perche' la maggior parte dei giochi che notoriamente sono quelli piu' esosi di risorse girano ancora discretamente senza bisogno di particolari upgrade sul desktop casalingo.

Poi puo' succedere che uno abbia bisogno di comprare un p.c. nuovo in casi particolari come quello segnalato qui di seguito :

Pensionato spara al pc, arma sequestrata
Il 68enne appassionato di informatica ed esasperato dal computer in tilt ha esploso 5 colpi con la sua calibro 22

PORDENONE - Esasperato, ha sparato. Protagonista: un pensionato di Cavasso Nuovo (Pordenone). Vittima (inanimata): il suo personal computer. Il 68enne appassionato di informatica, di fronte al macchinario evidentemente in grave tilt, ha prima aspettato sperando che la crisi si risolvesse da sola, poi esasperato ha tirato fuori dal cassetto la calibro 22 regolarmente denunciata e ha fatto fuoco. Cinque colpi contro il pc, ovviamente ridotto in frantumi.
g.luca86x29 Giugno 2009, 22:18 #5
ha fatto bene! Per fortuna che il mio pc, quello in firma, non mi ha ancora tradito! Peccato non possa sparargli visto che case e alimentatore li devo riciclare per quello nuovo (compro solo il ripieno...)!
avvelenato30 Giugno 2009, 07:17 #6
Originariamente inviato da: SwatMaster
I desktop calano, è inevitabile. I preassemblati hanno prezzi sproporzionati all'hardware offerto.


a me non risulta.
User11130 Giugno 2009, 07:33 #7
Originariamente inviato da: SwatMaster
I desktop calano, è inevitabile. I preassemblati hanno prezzi sproporzionati all'hardware offerto.
I notebook, invece, stanno diventando abbordabili. Discorso che però non vale per i netbook, ormai lontani dalla concezione iniziale di "ultraportatile a basso costo".


quoto, 599€ e ti prendi un pc e non sai cosa ci è montato dentro ed è a un livello mediocre
Naufr4g030 Giugno 2009, 11:32 #8
Originariamente inviato da: SwatMaster
I desktop calano, è inevitabile. I preassemblati hanno prezzi sproporzionati all'hardware offerto.
I notebook, invece, stanno diventando abbordabili. Discorso che però non vale per i netbook, ormai lontani dalla concezione iniziale di "ultraportatile a basso costo".


Se per preassemblati intendi quei computer assemblati dai negozi di computer mettendo i gigabait e i megaerz, allora sì è vero, spesso vendono computer con schede video integrate che fanno pena e valgono meno di un notebook a livello di prestazioni.
I notebook è vero stanno diventando molto abbordabili, soprattutto quelli che hanno schede video decenti (che windows Vista ha reso adesso indispensabili, come anche il bisogno di videogiocarci qualche titolo di tanto in tanto).
qasert30 Giugno 2009, 13:43 #9
penso che finalmente i 40 nm fra poco e i 32nm nel 2010 porteranno nb anche x videogiocatori. penso all ati serie 5 e nvidia gt300 quando uscirenno nelle versioni mobile x nb

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^