Cray acquista OctigaBay: nuove realtà supercomputer

Cray acquista OctigaBay: nuove realtà supercomputer

Importante annuncio da Cray: l'acquisto di OctigaBay permetterà l'utilizzo di processori AMD Opteron in nuove soluzioni supercomputer

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:09 nel canale Mercato
AMD
 
Cray, azienda nota per la produzione di supercomputer, ha annunciato ufficialmente l'acquisto di OctigaBay Systems Corporation, azienda che ha sviluppato varie soluzioni pensate per sistemi di supercomputer ottenuti collegando tra di loro vari PC a 2 vie.

L'acquisizione verrà perfezionata con il passaggio di circa 15 milioni di dollari in contanti, più 12,7 milioni di azioni Cray. Stando al valore delle azioni Cray di ieri sera, l'importo complessivo della transazione sarà pari a 115 milioni di dollari. I consigli di amministrazione delle due aziende avranno tempo 60 giorni per ratificare l'accordo.

OctigaBay ha sviluppato una tecnologia che permette di collegare tra di loro in modo diretto gruppi di processori, ottenendo transazioni dei dati molto più efficaci che con i tradizionali approcci di PC in cluster.

Il sistema OctigaBay 12K è basato su processori AMD Opteron, con 6 sistemi a 2 vie collegati tra di loro. Sino a 12 OctigBay 12K possono essere a loro volta collegati tra di loro, per un totale di 144 processore. A loro volta, blocchi di 12 sistemi OctigaBay 12K possono essere collegati in sistemi multirack, sino ad ottenere una densità massima di 12.000 processori senza richiedere uno switch esterno.

I prezzi delle soluzioni OctigaBay 12K non sono stati ancora ufficialmente annunciati, ma si prevede possano partire da meno di 100.000 dollari, sino ad un massimo di oltre 2 milioni di dollari a seconda del modello.

Una soluzione di questo tipo permetterebbe di ottenere potenze di elaborazione elevatissime, sino a 60Tflops, adatte in sistemi supercomputer in abbinamento a processori AMD Opteron.

Fonte: Zdnet.com - xbitlabs.com.
28 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
ElDarbula27 Febbraio 2004, 10:30 #1
mmmh....suppergiù come la potenza del pentium 2 266Mhz della mia sorellina....
sempreio27 Febbraio 2004, 10:31 #2
finaquesta è una notizia sensazionale
fritzen27 Febbraio 2004, 10:55 #3
60Tflops
cioe'? chi mi spiega che significa...
tnx
Lucrezio27 Febbraio 2004, 10:59 #4
vuol dire 60 mila miliardi di operazioni al secondo!!! Il più potente al mondo arriva a 40 Teraflops e studia i mutamenti climatici ( dev'essere in giappone se nn sbaglio)
eheh un divx in 3 minuti!!! lo voglio! ci starebbe da dio sulla mia scrivania!!!
Jaxoon27 Febbraio 2004, 11:01 #5
e la funzione di questo supercomputer? Qualche applicazione militare immagino...
atomo3727 Febbraio 2004, 11:02 #6
certo che a giudicare dai comunicati la piattaforma Opteron sta collezionando un successo dietro l'altro!
MaxP427 Febbraio 2004, 11:20 #7
Originariamente inviato da Jaxoon
e la funzione di questo supercomputer? Qualche applicazione militare immagino...



...studi meteo, simulazioni di ogni genere (dai movimenti tettonici allo studio degli incidenti stradali, alle partite a scacchi )...

...state sempre a pensare male!!! I militari quste cose la hanno gia, ma non lo dicono .
Fan-of-fanZ27 Febbraio 2004, 11:22 #8
Hanno comprato pagando in azioni così come GM vorrebbe fare con Fiat alla scadenza del put, se Fiat decidesse di esercitarlo.
Qualsiasi alternativa è buona: i debiti con le banche, le ricapitalizzazioni, l'emissione di bond... I soldi, quelli veri, quelli con cui in teoria dovrebbero pagare, i soldi loro oramai non li tirano più fuori da dove li hanno messi...
Tasslehoff27 Febbraio 2004, 11:23 #9
Originariamente inviato da Lucrezio
vuol dire 60 mila miliardi di operazioni al secondo!!! Il più potente al mondo arriva a 40 Teraflops e studia i mutamenti climatici ( dev'essere in giappone se nn sbaglio)
Esatto, si chiama Earth Simulator, si trova a Yokohama ed è usato per studiare i cambiamenti climatici

Giusto qualche dato:
- 5,120 (640 8-way nodes) 500 MHz NEC CPUs
- 8 GFLOPS per CPU (41 TFLOPS total)
- 2 GB (4 512 MB FPLRAM modules) per CPU (10 TB total)
shared memory inside the node
- 640 × 640 crossbar switch between the nodes
- 16 GB/s inter-node bandwidth
- 20 kVA power consumption per node

Il tutto è suddiviso in 320 cabinet, guardare per credere [b]questa immagine[/b]
the_joe27 Febbraio 2004, 11:45 #10
Originariamente inviato da Tasslehoff
Esatto, si chiama Earth Simulator, si trova a Yokohama ed è usato per studiare i cambiamenti climatici

Giusto qualche dato:
- 5,120 (640 8-way nodes) 500 MHz NEC CPUs
- 8 GFLOPS per CPU (41 TFLOPS total)
- 2 GB (4 512 MB FPLRAM modules) per CPU (10 TB total)
shared memory inside the node
- 640 × 640 crossbar switch between the nodes
- 16 GB/s inter-node bandwidth
- 20 kVA power consumption per node

Il tutto è suddiviso in 320 cabinet, guardare per credere [b]questa immagine[/b]


Il superpi non lo calcola, sa già quanto fa

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^