Creative chiama in causa i produttori di smartphone per un'interfaccia multimediale

Creative chiama in causa i produttori di smartphone per un'interfaccia multimediale

Blackberry, HTC, Motorola, Lenovo, LG, Samsung, Sony e ZTE: sono queste le aziende citate in causa da Creative per aver violato un brevetto per la gestione dell'interfaccia d'uso di contenuti media installati in smartphone e lettori multimediali

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:31 nel canale Mercato
BlackBerryZTELenovoMotorolaLGHTCSamsungSonyCreative
 

Una interfaccia introdotta da Creative nel 2005 è alla base di una disputa legale che vede contrapposte da un lato Creative e dall'altra varie aziende impegnate nel settore degli smartphone, tra le quali citiamo Blackberry, HTC, Motorola, Lenovo, LG, Samsung, Sony e ZTE.

Nocciolo della questione è l'utilizzo da parte di queste ultime aziende produttrici di soluzioni smartphone di una interfaccia per la riproduzione di file audio che viola il brevetto depositato da Creative nel 2005, introdotto inizialmente con riferimento alle soluzioni Zen MP3 dell'azienda di Singapore. Il brevetto specifica che l'interfaccia di navigazione e selezione tra i contenuti media digitali sia di tipo gerarchico.

creative_zen_interface_600.jpg

La US International Trade Commission (ITC) sta eseguendo una operazione di investigazione a seguito della denuncia di Creative; è possibile che questo possa portare ad un accordo tra le parti, così da scongiurare il rischio che prodotti smartphone delle aziende sopra menzionate possano in qualche modo essere oggetto di un blocco alla commercializzazione.

Creative aveva intrapreso un'azione legale contro Apple nel 2006 facendo forza proprio sul brevetto dell'interfaccia Zen. Apple era stata considerata colpevole di aver violato la proprietà intellettuale di Creative con il menu dei propri lettori MP3 della serie iPod, arrivando a chiudere la questione con il pagamento di 100 milioni di dollari alla fine del 2006 così da ottenere una licenza d'utilizzo della interfaccia.

E' possibile che la richiesta di Creative possa condurre ad un accordo tra le parti per una licenza d'uso, ma non è ben chiaro al momento come le aziende si stiano muovendo. I termini dell'ITC per completare l'operazione di verifica sono di 45 giorni, pertanto nel corso delle prossime settimane conosceremo l'evolversi della situazione.

8 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
djfix1310 Maggio 2016, 10:53 #1
certo che brevettare un elenco di impostazioni gerarchiche fa ridere, io le faccio tutti i giorni a mano sui miei appunti o sulle mie interfacce di automazione interna: secondo loro come dovrei farle? scorrevoli? e chissà quale altro brevetto violerebbe!?
siamo oltre la ragionevolezza
gagliardi8810 Maggio 2016, 11:00 #2
Originariamente inviato da: djfix13
certo che brevettare un elenco di impostazioni gerarchiche fa ridere, io le faccio tutti i giorni a mano sui miei appunti o sulle mie interfacce di automazione interna: secondo loro come dovrei farle? scorrevoli? e chissà quale altro brevetto violerebbe!?
siamo oltre la ragionevolezza


Se usi qualcosa che qualcun' altro ha ideato e brevettato, è giusto che paghi. Se non vuoi pagare ti inventi qualcosa di nuovo. Se ai tempi il brevetto è stato accettato, significa che non era cosi comune come credi.
Drizzt10 Maggio 2016, 11:11 #3
@gagliardi88:
Quel tipo di navigazione gerarchica la si fa piu' o meno dall'invenzione dell'interfaccia utente, ed era abbastanza tipica nelle applicazioni MS-Dos, tanto per dirne una. I device moderni non sono i primi dispositivi nella storia dell'umanita' ad avere uno schermo "piccolo"; i primi PC erano 320*256, se avevi un menu' multilivello (magari in un videogioco) il giocatore lo navigava in modo totalmente gerarchico.

Il brevetto di Creative (come la maggior parte delle cose che hanno prodotto negli ultimi 15 anni, purtroppo) e' assolutamente ridicolo ed ingiustificato.
gagliardi8810 Maggio 2016, 11:28 #4
Originariamente inviato da: Drizzt
@gagliardi88:
Quel tipo di navigazione gerarchica la si fa piu' o meno dall'invenzione dell'interfaccia utente, ed era abbastanza tipica nelle applicazioni MS-Dos, tanto per dirne una. I device moderni non sono i primi dispositivi nella storia dell'umanita' ad avere uno schermo "piccolo"; i primi PC erano 320*256, se avevi un menu' multilivello (magari in un videogioco) il giocatore lo navigava in modo totalmente gerarchico.

Il brevetto di Creative (come la maggior parte delle cose che hanno prodotto negli ultimi 15 anni, purtroppo) e' assolutamente ridicolo ed ingiustificato.


Se il brevetto fosse stato depositato per qualsiasi interfaccia, avresti ragione, ma questo riguarda in specifico la riproduzione di file audio nei dispositivi. Molte volte è proprio l' interfaccia che può determinare la preferenza verso un prodotto invece di un altro. Poi voglio dire, chi autorizza i brevetti sarà consapevole di cosa fa.
calabar10 Maggio 2016, 12:47 #5
A mio parere è ridicolo a prescindere, è incredibile come aziende di questo calibro si attacchino a brevetti senza senso di funzionalità che ormai dovrebbero essere considerati d'uso comune e non più soggette a tutela.
Credo che in EU questo tipo di brevetti non sia permesso, ma in USA si, e questo da adito a cause assurde di questo tipo.

PS: "chiamare in causa" significa coinvolgere, non citare in giudizio. Dal titolo la notizia sembra un'altra.
Apocalysse10 Maggio 2016, 12:48 #6
Originariamente inviato da: gagliardi88
Poi voglio dire, chi autorizza i brevetti sarà consapevole di cosa fa.


Rettangolo con angoli smussati, ti ricorda qualcosa ?

Sono brevetti US dove puoi brevettare di tutto, in europa non c'è la stesso canaio di cause e controcause, prova a chiederti il perchè
SoxxoZ11 Maggio 2016, 09:43 #7
Originariamente inviato da: gagliardi88
Se usi qualcosa che qualcun' altro ha ideato e brevettato, è giusto che paghi. Se non vuoi pagare ti inventi qualcosa di nuovo. Se ai tempi il brevetto è stato accettato, significa che non era cosi comune come credi.

Oppure significa che l'attuale normativa che regola i brevetti è antistorica e contro il progresso..
Glorfindelor11 Maggio 2016, 15:44 #8
Io ho avuto diversi lettori MP3 nel corso degli anni, a partire da quelle "pennette" (che col cavolo che avevano un menù del genere), allo stesso Creative Zen (mi ci trovavo benissimo,) ai primi iPod e iPod Nano. Se l'hanno brevettato è perché nessuno ancora ci aveva pensato o l'aveva fatto, e in effetti che io mi ricordi l'ho visto per la prima volta proprio nel mio Zen.
Poi che magari sia venuto in mente ad altri in modo indipendente o che sia entrato così a fondo nell'immaginario collettivo da diventare "scontato" è un altro discorso che si potrebbe applicare a molti altri brevetti. Provate ad andare indietro con la memoria, prima della nascita degli iPod. Che lettori avevate, oltre a quelli CD? Pensate adesso anche agli stessi cellulari (che non rientrano nella categoria ma aiutano a rendere l'idea), perfino quelli non avevano tutti questo tipo di menù: il famoso Nokia 3310 ad esempio era a scorrimento laterale se non erro, una opzione per pagina.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^