Cresce il mercato dei PC nel corso del 2010

Cresce il mercato dei PC nel corso del 2010

Gartner e IDC concordi nell'identificare il 2010 come anno positivo per le vendite di PC, ma la cannibalizzazione ad opera delle soluzioni tablet è chiaramente evidente e avrà effetti marcati anche nel 2011

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 15:51 nel canale Mercato
 

Gartner e IDC hanno reso disponibili, nella giornata di ieri, i propri risultati di sintesi sull'andamento delle vendite di PC per l'anno da poco concluso. Per entrambe il quarto trimestre 2010 ha visto una modesta crescita delle vendite complessive di soluzioni PC, variabile da poco meno a poco più del 3% a seconda delle statistiche.

Nel complesso secondo IDC è stato del 13,6% l'incremento delle vendite di soluzioni PC nel corso dell'anno 2010 rispetto al 2009; secondo Gartner la crescita è stata leggermente superiore, assestandosi al 13,8% su base annua. Il risultato, benché positivo, è inferiore alle stime che entrambe le aziende avevano precedentemente formulato; in particolare è stato il risultato del quarto trimestre ad essere inferiore rispetto a quanto previsto.

A impattare negativamente sulle vendite di PC a livello globale, soprattutto nel corso della seconda metà del 2010, sia alcune considerazioni pessimistiche legate all'andamento di alcune economie globali sia il successo di mercato delle soluzioni Tablet PC, soprattutto con riferimento a Apple con il proprio iPad.

E' evidente come le vendite di queste soluzioni abbiano in parte cannibalizzato quelle di sistemi PC tradizionali; a subire i danni maggiori sono in ogni caso le proposte netbook, che maggiormente si avvicinano ai tablet per funzionalità offerte e dimensioni. C'è in ogni caso da considerare come, a dispetto del notevole successo commerciale, i tablet siano ancora delle soluzioni premium, con prezzi che non sono ancora scesi a soglie così basse come quelle dei netbook. Nel corso del 2011 il proliferare di nuovi modelli permetterà di avere una progressiva discesa dei prezzi, con conseguente ampliamento della base di utenti potenzialmente interessati a questi prodotti.

Andando nello specifico ad analizzare il comportamento dei produttori internazionali segnaliamo HP sempre al primo posto, seguita da Dell al secondo posto alla luce dei dati IDC. Acer ha subito una pausa nell'ultimo trimestre dell'anno, complice le difficoltà di vendita delle proprie soluzioni netbook. La posizione di Acer, secondo Gartner, è invece sempre quella al secondo posto, con un ridotto margine di vantaggio su Dell. Lenovo ha registrato una forte crescita nell'ultimo trimestre 2010 rispetto ai 12 mesi precedenti, con un +21,4%; risultato altrettanto interessante quello di Toshiba, con un +12,1%

Sia per IDC come per Gartner le previsioni per l'anno 2011 indicano una domanda di mercato che continuerà ad essere compromessa dall'interesse verso soluzioni tablet, soprattutto ora che molti player sono entrati in questo segmento con una pluralità di proposte.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
dtreert13 Gennaio 2011, 17:26 #1
imho risentiranno solo i notebook. Non credo che per il 2011 i netbook risentiranno tanto dell'arrivo dei tablet (certo, ci sarà una flessione ma non spropositata) dato che da quel che vedo i tablet pc si aggireranno sui 4-500 euro mentre la fascia 2-300 euro dei netbook sarà relativamente salva.
Willy_Pinguino15 Gennaio 2011, 02:19 #2
pluralità di proposte o pluralità di presentazioni e relativo vaporware??

quando i dispositivi saranno nei negozi si potrà parlare, prima si puo' solo speculare... per ora si vedono solo dispositivi costosi quasi quanto l'unico vero slate disponibile che è ovviamente l'iPad (nb... parlo di slate perchè i tablet sono altro ed esistono da tanto tempo)

addirittura ci sono prodotti che costano di più... c'erano ottimisti che speravano nella concorrenza per calare il prezzo... a me pare che il mercato stia puntando a spremerci ancora di più con prezzi al limite del risibile... perche' se un iPad costa costruttivamente meno di 250 euro, lo sviluppo e il marchio della mela costano nei casi migliori circa 150 euro... perchè un hardware di qualità equivalente o inferiore dovrebbe costare a noi utenti quanto i prodotti apple se lo sviluppo del SO è di google o M$ e lo sviluppo hw (parlo di processore, visto che apple lo sviluppa internamente) lo fa intel o nvidia...

cos'è? vogliamo vedere che ora apple finisce pure per diventare economica??

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^