Cresce il valore delle pagamenti mobile: 235 miliardi di dollari nel 2013

Cresce il valore delle pagamenti mobile: 235 miliardi di dollari nel 2013

I pagamenti mobile crescono del 35% anno su anno in termini di volume e di valore, ma non grazie a NFC o servizi come Google Wallet

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:31 nel canale Mercato
Google
 

Il valore dei pagamenti in mobilità raggiungerà i 235,4 miliardi di dollari nel 2013, segnando un incremento del 44% rispetto ai 163,1 miliardi registrati nel 2012. La società di analisi di mercato Gartner, che ha raccolto i dati, afferma che il numero degli utenti di pagamenti mobile nel mondo arriverà a 245,2 milioni nel 2013, in crescita rispetto ai 200,8 milioni del 2012.

Sandy Shen, research director per Gartner, afferma: "Ci aspettiamo una crescita media del 35% all'anno sul volume e sul valore delle transazioni mobile tra il 2012 ed il 2017 e stiamo prevedendo un mercato del valore di 721 miliardi di dollari con oltre 450 milioni di utenti nel 2017. Abbiamo abbassato le previsioni del valore totale delle transazioni per il periodo previsto per via di una crescita inferiore al previsto nel 2012, specialmente in Nord America e Africa".

Il valore delle trasnazioni avvenute tramite NFC è stato ridotto dell'oltre 40% per il periodo previsto, a fronte di un'adozione deludente della tecnologia NFC in tutti i mercati nel 2012 e per via del fatto che alcuni servizi di alto profilo come Google Wallet e Isis stanno avendo difficoltà a guadagnar traino. Gartner prevede che le transazioni traminte NFC costituiranno solamente il 2% del valore complessivo delle transazioni mobile nel 2013, crescendo fino al 5% nel 2017, sebbene la crescita potrebbe intensificarsi a partire dal 2016 con una maggiore penetrazione dei cellulari NFC e dei lettori contactless.

I trasferimenti monetari e gli acquisti di beni costituiranno rispettivamente il 71% ed il 21% del totale del valore delle transazioni nel 2013. L'acquisto di beni tramite dispositivi mobile non è ancora particolarmente diffuso dal momento che l'esperienza di acquisto deve ancora essere ottimizzata. Si spende di più tramite gli ecommerce online o i punti vendita sul territorio rispetto ai dispositivi mobile. Secondo Gartner l'acquisto di beni costituirà nel 2017 il 23% circa del valore delle transazioni previsto per il 2017.

Il valore dei trasferimenti monetari continua invece a crescere con gli utenti che effettuano transazioni molto più frequentemente, anche se con somme basse, per via dell'ampia disponibilità di servizi e per i costi di transazione che sono inferiori a quelli dei tradizionali servizi bancari. Questo rende il trasferimento monetario il principale caso d'uso che Garnter prevede costituirà quasi il 69% del valore totale nel 2017.

Da una prospettiva geografica, il valore delle transazioni nell'area Asia/Pacific è atteso crescere del 38% nel 2013 raggiungendo 74 milioni di dollari. L'allestimento di piattaforme e servizi nei mercati sviluppati come Corea del Sud e Singapore e nei mercati in via di sviluppo come l'India saranno il principale motore di crescita nella regione. La zona Asia/Pacific arriverà a superare l'Africa nel 2016 diventando la più grande regione per valore delle transazioni, raggiungendo i 165 miliardi di dollari. Il valore delle transazioni in Africa è raggiungerà invece i 160 miliardi di dollari nel 2016.

Il valore delle transazioni in Nord America andrà a crescere del 53% nel 2013, raggiungendo i 37 miliardi di dollari, in crescita rispetto ai 24 miliardi registrati nel 2012. La regione ha registrato un impatto dalla bassa adozione di servizi di pagamento NFC e da molti commercianti che lanciano applicazioni mobile imitandosi e copiandosi a vicenda ma senza una chiara strategia vincente.

L'Europa Occidentale registrerà un valore delle transazioni mobile pari a 29 miliardi nel 2013, in crescita dai 19 miliardi del 2012. Il mercato osserverà una robusta crescita nel periodo in esame, ma le previsioni di crescita sono state condizionate da una riduzione nel numero medio di transazioni per utente nel 2012, con vari servizi che hanno avuto difficoltà ed altri lanciati solo verso la fine dell'anno. Questi fattori hanno posticipato la crescita di almeno un anno.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
JackZR05 Giugno 2013, 17:27 #1

Ma rileggere, no?

Errore epico nel titolo, fossi in voi darei una riletta a tutto prima di pubblicare.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^