Da Sun e Oracle nasce Exadata Version 2

Da Sun e Oracle nasce Exadata Version 2

Oracle presenta Exadata Version 2, supercomputer per applicazioni database che unisce software Oracle con componentistica hardware Sun

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 14:20 nel canale Mercato
 

Oracle ha annunciato una nuova generazione di sistema database basato su architettura hardware Sun, ovviamente ottimizzato per l'utilizzo di soluzioni software sviluppate da Oracle. Exadata Version 2, questo il nome della nuova macchina database, sancisce di fatto la chiusura della collaborazione tra Oracle e HP, iniziata esattamente 1 anno fa con lo sviluppo di Exadata Versione 1 basata proprio su soluzion hardware HP.

L'acquisizione di Sun da parte di Oracle, che dovrebbe concludersi nel corso delle prossime settimane, ha quindi portato le due aziende ad operare congiuntamente nello sviluppo di questa nuova piattaforma di calcolo.

I componenti scelti per questo sistema sono sostanzialmente di tipo standard, con alla base processori Intel Xeon basati su architettura Nehalem abbinati a memoria DDR3. Per ogni server sono stati integrati 72 Gbytes di memoria fisica, mentre un collegamento InfiniBand da 40 Gigabits al secondi assicura che tra i vari server in cluster vi sia il corretto interscambio dei dati. la capacità di archiviazione

Tra le peculiarità di gestione del nuovo sistema Exadata Version 2 segnaliamo il supporto alla tool di gestione software Exadata Storage Software Release 11.2, grazie alla quale poter gestire configurazioni di hard disk sia SAS che SATA, a seconda che si vogliano privilegiare le prestazioni velocistiche o la capacità di archiviazione. La dotazione massima di memoria di storage passa dai 100 terabytes con soluzioni SAS ai 336 terabytes con hard disk SATA.

Ulteriori informazioni sono disponibili sul sito Oracle a questo indirizzo.

11 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
kirk010117 Settembre 2009, 14:37 #1

addio sparc e solaris

beh, l'intento sarà sicuramente quello di mettere insieme, nel sistema exadata 2, il meglio del meglio per l'infrastruttura database...con IL database Oracle, l'affidabilità del ferro Sun, le prestazioni dei processori Intel e ...beh...dopo 10 anni di DBA Oracle penso che il s.o. Solaris forse lascierà il posto a Linux...

vedremo come verrà ulteriormente snaturata la Sun...
certo8517 Settembre 2009, 14:48 #2
Guarda che già ora sui server piccoli (il 90% si chiamano Sun fire "X****" la Sun monta Intel Xeon/AMD Opteron al posto degli Sparc che mantiene sui server più grandi...
Per la storia del SO sono curioso ma dubito che Oracle abbandoni Solaris ! Hai letto da qualche parte che verrà preinstallato linux ?
kirk010117 Settembre 2009, 15:02 #3
Originariamente inviato da: certo85
Guarda che già ora sui server piccoli (il 90% si chiamano Sun fire "X****" la Sun monta Intel Xeon/AMD Opteron al posto degli Sparc che mantiene sui server più grandi...
Per la storia del SO sono curioso ma dubito che Oracle abbandoni Solaris ! Hai letto da qualche parte che verrà preinstallato linux ?


Si ma l'articolo parla di server ben diversi dai sunfire, già la preinstallazione di 72GB di ram di sicuro non è per serverini da piccola azienda.

No, per quanto riguarda il s.o. che prevederanno di preinstallare, la mia è solo un'ipotesi tecnica/prestazionale... solaris ottimo per architetture RISC , troubleshooting hardware e naturalmente per il supporto ma su x86 con linux, in particolare con red hat enterprise, è un'altra cosa...

Cmq. penso che a brevissimo ci toglieranno direttamente loro questi nostri dubbi

settimana prossima alla presentazione di oracle 11g R2 farò questa "indiscreta" domanda sempre che ci sia qualcuno di loro che ne sappia già qualcosa
Nakom17 Settembre 2009, 16:11 #4
Originariamente inviato da: kirk0101
...con IL database Oracle, l'affidabilità del ferro Sun, le prestazioni dei processori Intel e ...beh...dopo 10 anni di DBA Oracle penso che il s.o. Solaris forse lascierà il posto a Linux...

vedremo come verrà ulteriormente snaturata la Sun...


Veramente Oracle ha detto che farà esattamente il contrario.
Con una pagina pubblicata sul Wall Street Journal europeo Oracle ha detto che spingerà per sviluppare i processori SPARC e Solaris più di quanto facesse la stessa Sun.

http://www.infoworld.com/d/open-source/why-no-mention-mysql-in-oracles-ad-153
kirk010117 Settembre 2009, 16:36 #5
Originariamente inviato da: Nakom
Veramente Oracle ha detto che farà esattamente il contrario.
Con una pagina pubblicata sul Wall Street Journal europeo Oracle ha detto che spingerà per sviluppare i processori SPARC e Solaris più di quanto facesse la stessa Sun.

http://www.infoworld.com/d/open-source/why-no-mention-mysql-in-oracles-ad-153


Beh, quelle sono parole, intanto per la prima piattaforma Oracle/Sun hanno ben pensato di non utilizzare i processori sparc

Interpretando o forse leggendo anche tra le righe l'articolo da te riportato mi rende ancora meno fiducioso su quanto Oracle voglia portare avanti un discreto sviluppo di Solaris...però...tutto è possibile.....ingenuità, cattivo gusto o provocazione il link, sempre nella pagina del tuo articolo, il cui titolo riporta: "Business case for migrating from Solaris to Linux" ?

A parte tutto quello che possiamo immaginare o prendere come verità per il "supercomputer per applicazioni database che unisce software Oracle con componentistica hardware Sun" come cita l'articolo in questione vedrei assolutamente linux come sistema operativo e non solaris
filippo198017 Settembre 2009, 16:50 #6
mmm 300 TB di storage e 72 GB di ram... inizia ad avvicinarsi all'idea che ho di serverino casalingo :-P

A parte gli scherzi, anch'io avevo letto che Oracle ha promesso di continuare lo sviluppo di Solaris e dei proci Spark... però sta di fatto che sembra strano che il primo vero server nato dalla collaborazione tra Oracle e Sun (da quanto ho capito la prima versione era una revisione del server HP...) abbia proci Intel...

Comunque è presto per parlare... per ora sembra che Oracle sia interessata alle due tecnologie già menzionate, ma parlando dall'esterno potrebbero non aver considerato bene la questione e decidere che non gli conviene... poi se non sbaglio Oracle aveva sviluppato una versione di Linux basata su Ubuntu quindi potrebbe anche decidere di utilizzare quella versione... boh, chi vivrà vedrà :-)
Nakom17 Settembre 2009, 16:57 #7
Originariamente inviato da: kirk0101
Beh, quelle sono parole, intanto per la prima piattaforma Oracle/Sun hanno ben pensato di non utilizzare i processori sparc

Finchè non verrà messa in produzione la nuova generazione di processori SPARC non ha senso impiegarli nei nuovi server. I Nehalem implementati sono gli ultimi prodotti Intel quindi su un server nuovo ci stanno bene
Originariamente inviato da: kirk0101
.....ingenuità, cattivo gusto o provocazione il link, sempre nella pagina del tuo articolo, il cui titolo riporta: "Business case for migrating from Solaris to Linux" ?

Ma quello è un articolo del sito che non c'entra nulla con quello che Oracle decidera per il futuro di Sun.
Originariamente inviato da: kirk0101
A parte tutto quello che possiamo immaginare o prendere come verità per il "supercomputer per applicazioni database che unisce software Oracle con componentistica hardware Sun" come cita l'articolo in questione vedrei assolutamente linux come sistema operativo e non solaris

Io invece vedo molto meglio Solaris, su sistemi cluster abbinati a software Oracle non ha rivali.

Detto questo... Oracle gli applicativi ce li ha. Quello che le manca sono: hardware e sistema operativo (Unbreakable Oracle non se lo fila nessuno )
certo8517 Settembre 2009, 17:13 #8
kirk0101: la Sun Fire X2270 (monta intel) che è tra le più piccole arrivo a 96 GB volendo...
kirk010117 Settembre 2009, 17:34 #9
Originariamente inviato da: certo85
kirk0101: la Sun Fire X2270 (monta intel) che è tra le più piccole arrivo a 96 GB volendo...


si esatto "volendo", questi nascono con 72GB di ram, cmq. l'articolo parla di server di fascia alta non entry level
kirk010117 Settembre 2009, 17:39 #10
Ma quello è un articolo del sito che non c'entra nulla con quello che Oracle decidera per il futuro di Sun.


certo, nella stessa pagina in cui si dice che solaris non verrà abbandonato ci metto anche il link sulle businness case from Solaris to Linux, beh, possibile...sicuramente di cattivo gusto...

Io invece vedo molto meglio Solaris, su sistemi cluster abbinati a software Oracle non ha rivali.


Per esperienza su x86 db oracle rac non ci sono paragoni installando linux a livello di performance

Detto questo... Oracle gli applicativi ce li ha. Quello che le manca sono: hardware e sistema operativo (Unbreakable Oracle non se lo fila nessuno )


assolutamente daccordo con te

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^