Da TSMC la metà dei chip prodotti per conto terzi

Da TSMC la metà dei chip prodotti per conto terzi

TSMC guida i produttori di chip per conto terzi, con una quota di mercato che raggiunge il 52%. Stime di forte crescita del settore per i prossimi anni

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:17 nel canale Mercato
 

Tra i produttori di chip per conto terzi, i cosiddetti foundry player, è la taiwanese TSMC a detenere la principale quota di mercato, stando ai dati recentemente divulgati da IC Insight.

Per l'azienda asiatica il fatturato totale per l'anno 2009, pari a 8,989 miliardi di dollari, corrisponde ad una quota di mercato del 52%. A seguire troviamo UMC, secondo player taiwanese, con un fatturato di 2,815 miliardi di dollari USA e Chartered, azienda basata a Singapore con 1,514 miliardi di dollari.

Come noto Chartered è stata recentemente acquistata da GlobalFoundries, azienda che ha chiuso l'anno con un fatturato pari a 1,101 miliardi di dollari. All'atto pratico tutte le attività di Chartered sono state inglobale all'interno di GlobalFoundries: considerando assieme queste due aziende nel corso del 2009 è stato ottenuto un fatturato pari a circa 2,6 miliardi di dollari USA, per una quota di mercato del 15%.

L'obiettivo di GlobalFoundires è quello di raggiungere una quota di mercato pari al 30% nel corso dei prossimi 3 anni, contando sugli avanzamenti tecnologici e sul progressivo spostamento di alcune aziende da altri partner a GobalFoundries, forte di una roadmap tecnologica sulla carta estremamente solida.

Dobbiamo evidenziare come nel corso del 2009 il settore delle aziende produttrici di semiconduttori per conto terzi abbia registrato una contrazione di circa il 10% rispetto al 2008, allineandosi in questo a quanto registrato per l'intera industria dei semiconduttori. Le stime per il 2010 prevedono tuttavia un rimbalzo positivo per questo settore, con una crescita del 24% per un controvalore complessivo che raggiungerà i 26,8 miliardi di dollari USA.

Ulteriori informazioni sono disponibile a questo indirizzo.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^