Dal 2013 prevista crescita per il settore IT enterprise

Dal 2013 prevista crescita per il settore IT enterprise

La domanda di nuovi componenti IT provenienti da vari settori, tra i quali quelli bancario, delle telecomunicazioni e dei servizi, dovrebbero spingere le vendite di componenti e soluzioni per l'ambito IT enterprise: +2,5% atteso già dal 2013

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 09:31 nel canale Mercato
 

A dispetto di un quadro economico complessivo che è tutt'altro che incoraggiante in molte regioni globali, le stime per la vendita di componenti nel settore IT enterprise sono interessanti per il 2013, con una prospettiva di crescita anche per gli anni a venire.

Gartner ha pubblicato la propria analisi in materia, evidenziando di attendersi per il 2013 una crescita della spesa per componenti IT in ambito enterprise pari al 2,5%. Se per il 2012 le stime parlano di una spesa complessiva di 2.603 miliardi di dollari USA, per il 2013 tale cifra dovrebbe aumentare sino a 2.679 miliardi di dollari.

Non solo 2013: per gli anni a venire ci si attende un'ulteriore spinta da parte di alcuni dei settori economici principali, con un tasso di acquisto crescente sino al 2016. In particolare saranno i settori bancari, delle telecomunicazioni, i media e le società di servizi ad aggiornare la propria infrastruttura IT nel corso dei prossimi anni.

Si tratta di ambiti nei quali l'investimento in infrastruttura IT è sempre stato rilevante, ma che negli ultimi anni ha subito un freno quale manovra per contenere i costi. Le difficoltà economiche globali hanno colpito varie regioni, portando soprattutto le aziende multinazionali ad operare con maggiore discrezione negli acquisti di nuovi componenti IT. L'evoluzione tecnologica nel settore IT si bilancia con la maggiore richiesta di potenza di calcolo proveniente da questi ambiti: da questo le stime positive per la vendita di componenti in ambito enterprise, prospettiva incoraggiante dopo anni di difficoltà per il settore nel complesso.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^