Dell, possibile coalizione degli azionisti per contrastare l'operazione di riacquisto

Dell, possibile coalizione degli azionisti per contrastare l'operazione di riacquisto

Dell: "Il riacquisto è nell'interesse degli azionisti". Che non ci stanno e annunciano battaglia: più difficile del previsto l'operazione per trasformare Dell in una private company

di Andrea Bai pubblicata il , alle 14:43 nel canale Mercato
Dell
 

Nella documentazione depositata alla SEC riguardante la controversa operazione da 24,4 miliardi di dollari per trasformare Dell in una private company, l'azienda ha affermato di aver considerato una serie di alternative strategiche prima di approvare la decisione definitiva. Dell ha inoltre sottolineato di aver arruolato un consulente di gestione che l'aiuterà a costruire il miglior piano d'azione per il prossimo futuro.

Sebbene le authority del mercato debbano ancora concedere l'approvazione all'operazione, il nodo più difficile da sciogliere ora sembra però il parere contrario di una serie di azionisti di rilievo, dal momento che l'accordo potrà procedere solamente dopo il superamento di una votazione a maggioranza semplice degli azionisti Dell.

Oltre a Southeastern Asset Management, della quale abbiamo già parlato in questa notizia, anche Harris Associates, Pzena Investment Management e Yacktman Asset Management sono contrarie alla proposta avanzata dal consorzio di compratori formato da Michael Dell e da Silver Lake ritenendo troppo bassa l'offerta di 13,65 dollari per azione. Secondo gli azionisti 20 dollari rappresenterebbero un valore più congruo per le azioni Dell.

I quattro azionisti detengono insieme più dell'11% della compagnia, ed un altro 20% di quote è in mano a nuovi azionisti che hanno speculato sulle indiscrezioni circolate nei gioni precedenti all'ufficializzazione dell'offerta e che potrebbero fare blocco comune per cercare di guadagnare qualche dollaro in più. Southeastern Asset Management ha inoltre intenzione di avviare una battaglia delle deleghe o di depositare un contenzioso legale allo scopo di arrestare l'operazione che, se dovesse andare in porto, le causerebbe una perdita di oltre 600 milioni di dollari.

Nella documentazione depositata alla SEC Dell ha spiegato che sulla base delle valutazioni condotte, il consiglio d'amministrazione ha concluso che l'offerta di riacquisto delle azioni è la miglior soluzione per gli interessi degli azionisti. "La transazione offre un premio interessante ed immediato per gli azionisti, e sposta i rischi di business sul gruppo dei compratori. Inoltre, e soprattutto, il processo offre agli azionisti l'opportunità di determinare se vi siano alternative superiori all'attuale offerta" si legge nella documentazione depositata.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^