Dispositivi smart connected: è sempre più Apple vs Samsung

Dispositivi smart connected: è sempre più Apple vs Samsung

Nella vasta categoria dei dispositivi smart connected (PC, smarthpone e tablet) sono Samsung e Apple a contendersi il mercato: la prima trionfa per volume di consegne, la seconda per valore del giro d'affari

di Andrea Bai pubblicata il , alle 14:50 nel canale Mercato
SamsungApple
 

Il mercato globale di ciò che viene definito come dispositivi smart connected - categoria che raccoglie al suo interno PC, tablet e smartphone - cresce del 27,1% anno su anno nel terzo trimestre 2012, raggiungendo il record di 303,6 milioni di consegne per un giro d'affari di 140,4 miliardi di dollari. Le previsioni per il quarto trimestre dell'anno parlano di un'ulteriore crescita del 19,2% rispetto al terzo trimestre 2012 e del 26,5% rispetto al medesimo periodo dello scorso anno.

Secondo la società di analisi di mercato IDC, le consegne del quarto trimestre 2012 potranno facilmente raggiungere 362 milioni di unità per un valore di 169,2 miliardi di dollari. La crescita in questo periodo sarà trainata da tablet e smartphone, con un incremento rispettivamente del 55,8% e del 39,5% anno su anno, mentre i PC dovrebbero contrarsi leggermente rispetto al medesimo trimestre dello scorso anno.

Scendendo un po' più nel dettaglio e analizzando la situazione dal punto dei vista dei vari vendor, abbiamo la coreana Samsung che detiene la leadership del mercato con un market share del 21,8% in termini di consegne. Al secondo posto, con un market share del 15,1% c'è la statunitense Apple. La Mela però detiene il comando nella classifica per valore, con 34 miliardi di dollari e un prezzo medio di vendita (ASP - Average Selling Price) dei suoi dispositivi di 744 dollari.

In termini di consegne alle spalle di Samsung e Apple ci sono Lenovo con il 7% di market share, HP con il 4,6% e Sony con il 3,6%. Samsung, Apple e Lenovo sono le uniche a mostrare una crescita di market share rispetto al medesimo trimestre dello scorso anno: HP, che nello spazio mobile praticamente non ha presenza, ha visto un calo dal 7,4% di market share dello scorso anno a 4,6% attuale, con le consegne che si sono contratte del 20,5% sul medesimo periodo.

Ryan Reith responsabile di Worldwide Mobile Device Trackers per IDC, commenta: "La battaglia tra Samsung e Apple ai vertici della categoria dei dispositivi smart connected è più forte che mai. Entrambi competono per la prima posizione del mercato tablet e smarthpone. La differenza nei loro ASP, però, evidenza un differente approccio al mercato. Il fatto che l'ASP di Apple sia di 310 dollari più elevato di quello di Samsung con 20 milioni di consegne in meno descrive la linea di prodotti a valore che Apple vende".

Secondo IDC i dispositivi smart connected continueranno a crescere anche dopo il periodo delle festività, con previsioni di lungo termine che parlando di 2,1 miliardi di unità nel 2016 ed un valore di mercato di 796 miliardi di dollari. L'analisi di IDC evidenzia inoltre come questa sia un'era multi-device, con dinamiche di mercato comunque in mutamento: nel corso del 2011 i sistemi PC (desktop e portatili) hanno costituito il 39,1% del mercato dei dispositivi smart connected, una porzione destinata a calare al 19,9% nel 2016. Gli smartphone faranno la parte del leone passando dal 53,1% dello scorso anno al 66,7% del 2016 e i tablet cresceranno anch'essi passando dal 7,7% del 2011 al 13,4% del 2016. Queste variazioni si tradurranno inoltre in una riduzione dell'ASP collettivo del mercato che passerà dai 534 dollari del 2011 ai 378 dollai del 2016.

Bob o'Donnell, program vice president Clients and Displays per IDC, commenta: "Sia il pubblico consumer, sia il pubblico business stanno trovando la necessità per vari dispositivi smart e ci aspettiamo che il trend cresca per diversi anni, specialmente nelle regioni più sviluppate. L'avvento dei servizi cloud-based permette alle persone di muoversi in maniera fluida da dispositivo a dispositivo, il che incoraggia l'acquisto e l'uso di vari dispositivi per varie situazioni".

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^