Droni, un mercato da 6 miliardi di dollari

Droni, un mercato da 6 miliardi di dollari

Si scalda il mercato dei droni, grazie alla miglior definizione dell'inquadramento normativo. Per il 2017 previsti tre milioni di nuovi droni, con una proiezione di lungo termine di un mercato da 11,2 miliardi di dollari nel 2020

di Andrea Bai pubblicata il , alle 14:51 nel canale Mercato
 

La produzione di droni per uso personale e commerciale sta crescendo rapidamente, con un fatturato globale dell'intero mercato che andrà a crescere del 34% nel corso del 2017 raggiungendo i 6 miliardi di dollari, per una proiezione di più lungo termine di 11,2 miliardi di dollari per il 2020. Circa tre milioni di droni saranno prodotti nel 2017, il 39% in più rispetto a quanto avvenuto nel 2016.

L'analisi, condotta da Gartner, osserva come nonostante il mercato dei droni civili sia stato in qualche modo frenato dai problemi normativi di varie legislazioni, la popolarità dei droni in questi mercati non è diminuita. Il mercato complessivo vedrà una crescita consistente, ma le dinamiche dei due segmenti, quello personale e quello commerciale, sono piuttosto differenti. I droni per uso personale continueranno ad acquistare popolarità, venendo considerati una sorta di estensione degli smartphone per scattare fotografie, video e per altri scopi di intrattenimento. Il mercato per i droni ad uso commerciale è invece di dimensioni più contenute, con un ASP sensibilmente più elevato rispetto ai droni personali. La miglior definizione della regolamentazione dei droni da parte di sempre più Paesi porterà il mercato a stabilizzarsi, e anche le aziende di praticamente ogni settore si interessano ora all'acquisto di droni per test ed eventuale uso sul campo.

Gerald Van Hoy, senior research analyst per Gartner, commenta: "I droni commerciali e personali tendono sempre più a sovrapporsi, con i dispositivi personali a più basso prezzo che sono usati per impieghi commerciali. I vendor di droni personali stanno ora cercando di posizionarsi con aggressività anche nel mercato commerciale. Gli avanzamenti tecnologici tendono a sfumare i confini, permettendo ai droni personali di essere usati in molte applicazioni specifiche, come la sorveglianza, la modellazione e la mappatura tridimensionale".

Per quanto riguarda i droni ad uso commerciale, il primo grande mercato è considerato essere quello dell'agricoltura, anche se i prezzi e le dinamiche economiche di questo specifico settore porterà il mercato dei droni commerciali ad uso agricolo a crescere ad un ritmo inferiore a quello di altri settori. Entro il 2020 la grande sensibilità al costo del mercato agricolo limiterà l'adozione dei droni al 7% della crescita del mercato commerciale.

Le ispezioni industriali hanno riscosso più successo, principalmente nell'ambito oil&gas, energetico, delle infrastrutture e dei trasporti. Le normative non hanno avuto così tanto impatto rispetto a quanto originariamente creduto. La maggior parte delle ispezioni sono a corto raggio (entro i tre metri) e a bassa quota, concentrate principalmente su oggetti o strutture sul terreno. Gartner si aspetta che il segmento dei droni per uso ispettivo vada a costituire l 30% del mercato commerciale droni entro il 2020.

I droni di consegna continuano a catturare l'attenzione del pubblico, ma non saranno una categoria rilevante ancora per svariati anni. Il ritorno sull'investimento non è stato provato sia a riguardo del costo del drone, sia per i costi operativi sia per la singola consegna. "I droni di consegna saranno indirizzati a problemi logistici come il tempo necessario al ritorno del drone al suo punto di partenza dopo la consegna, e costituirà meno dell'1% del mercto commerciale per il 2020. Ci aspettiamo che i droni di consegna inizieranno a trovare una nicchia in applicazioni B2B, in particolare per servizi interni ad una società dove la logistica non sarà un fattore così grande".

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^