E-Book reader in crescita per i prossimi anni

E-Book reader in crescita per i prossimi anni

Maggiore concorrenza e prezzi in flessione, il mercato dei dispositivi e-book reader assisterà ad una consistente crescita nel giro dei prossimi tre anni

di Andrea Bai pubblicata il , alle 10:43 nel canale Mercato
 

Nel settore dell'elettronica di consumo, il mercato dei dispositivi cosiddetti e-book reader, è attualmente uno dei più vivaci. Nel corso dell'anno passato sono state presentate una serie di soluzioni e-book reader, è stato dato il via a nuove partnership e, in seguito, i vari dispositivi sono stati oggetto di revisione affinché potessero essere introdotte alcune caratteristiche aggiuntive. Gli e-book reader sono così destinati a farsi conoscere dal pubblico più ampio proprio durante l'anno in corso. Ma di quanto crescerà il mercato di questi dispositivi nel corso dei prossimi anni?

La risposta, ovviamente in termini di stime, arriva dalla società di analisi di mercato In-Stat e ripresa da Xbit Labs, la quale tratteggia una previsione che descrive una crescita che andrà dai 10 milioni di unità consegnate nel corso del 2010 ai 28,5 milioni nel 2013, con una crescente concorrenza da parte di nuove realtà che si affacciano su questo mercato: la leadership di Amazon sarà presto messa in discussione. Come diretta conseguenza della crescente concorrenza, i prezzi dei dispositivi andranno incontro ad una fisiologica flessione, ed in particolar modo quello per gli e-book reader con capacità di connessione alla rete, una categoria di dispositivi particolarmente richiesta dal pubblico.

Bisognerà tuttavia attendere la seconda generazione di soluzioni e-book reader per poter assistere alla comparsa di caratteristiche avanzate, come schermi a colori e sistemi di puntamento touchscreen, che potrebbero inoltre aprire gli e-book reader verso nuovi mercati, in particolare nel segmento business ed education, dove applicazioni graphic-intensive sono all'ordine del giorno.

In-Stat si pronuncia inoltre sulle consegne di soluzioni MID/tablet, che nel corso del 2013 arriveranno a circa 16 milioni di unità, in crescita rispetto ai 2,7 milioni di pezzi previsti per l'anno in corso. Se dal punto di vista dei volumi di consegne il mercato MID/tablet sarà più contenuto rispetto a quello degli e-book reader, non va trascurato il potenziale impatto dei tablet su questi ultimi. Nel settore si sta infatti assistendo ad una convergenza che procede a passo spedito e i produttori OEM di sistemi tablet stanno spingendo i dispositivi di prossima generazione come potenziali e-book reader.

15 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
afhaofhasofhaohfa03 Maggio 2010, 10:50 #1
In discesa la vedo dura perché attualmente ce li hanno in pochissimi . A parte gli scherzi... fino a quando non ci saranno in vendita contenuti a prezzi onesti (visto che si risparmia in materiali e distribuzione) ho i miei dubbi sul fatto che gli ebooks prendano piede a prescindere dal costo dei riproduttori che mi sembra in lento calo.
NIB9003 Maggio 2010, 11:16 #2
Originariamente inviato da: egx11
In discesa la vedo dura perché attualmente ce li hanno in pochissimi . A parte gli scherzi... fino a quando non ci saranno in vendita contenuti a prezzi onesti (visto che si risparmia in materiali e distribuzione) ho i miei dubbi sul fatto che gli ebooks prendano piede a prescindere dal costo dei riproduttori che mi sembra in lento calo.


Io penso che prima ci sia la necessità di far aumentare la base dei dispositivi, in questo modo crescerà la domanda di contenuti e di conseguenza calerà il prezzo di questi ultimi. E' logico che finchè ci sono pochi dispositivi i contenuti costino tanto, visto che chi li produce deve guadagnarci anche in questo momento in cui gli e-reader non sono diffusi!
fpg_8703 Maggio 2010, 11:16 #3
il problema sn i libri e le riviste in italiano... fino a quando gli editori nn punteranno su questa piattaforma nn avrà senso comprarli.
puccio198403 Maggio 2010, 11:17 #4
Bè a parte il solito problema dei contenuti in italiano per noi, questa è una tecnologia che va ancora affinata con il colore ( anche se non molto importante per i libri, lo potrebbe diventare per giornali e riviste) e un refresh migliore ( tra un cambio di pagina e l'altro c'è un effetto ghost, o la pagina diventa un istante nera, e alla lunga da fastidio ).
Risolti questi problemini andrò di corsa a comprarmene uno, perchè mi piace l'idea di avere sempre dietro con poco peso tanti libri anche voluminosi, stile signore degli anelli
afhaofhasofhaohfa03 Maggio 2010, 11:26 #5
Originariamente inviato da: NIB90
Io penso che prima ci sia la necessità di far aumentare la base dei dispositivi, in questo modo crescerà la domanda di contenuti e di conseguenza calerà il prezzo di questi ultimi. E' logico che finchè ci sono pochi dispositivi i contenuti costino tanto, visto che chi li produce deve guadagnarci anche in questo momento in cui gli e-reader non sono diffusi!


Capisco il tuo discorso ma perchè qualcuno dovrebbe comprare un lettore di ebook se poi non può leggerci niente (di legalmente acquistato)? Anche in inglese la situazione non è così idilliaca... fate un giro su amazon, troverete soprattutto romanzetti: un lettore ebook sarebbe molto più utile, a mio avviso, nel campo della saggistica e delle opere da consultazione o in tutti quei casi in cui è un problema rilasciare una nuova edizione perchè l'opera è di nicchia.
Poi mi piacerebbe che ci fosse almeno qualcuno di questi aggeggi "rugged", così potrebbero essere portati dovunque senza problemi, ricordiamoci che non stiamo parlando dell'oscar da 10 €
PieceOfHeart03 Maggio 2010, 11:44 #6
ma.. utilità?
magilvia03 Maggio 2010, 11:48 #7
Sono anni che aspetto che ne esca uno decente: schermo grande tipo A3, poca cornice ingombrante e inutile, supporto ai principali formati, SD e magari wifi ma niente, NADA, nothing. Sospetto che gli editori stiano veramente tirando indietro il più possibile per paura della pirateria, rischiando al contrario di favorirla visto che gli unici contenuti che si trovano sono pirata...
diddum03 Maggio 2010, 11:57 #8
L'utilita' c'e' se come me leggi piu' di 50 romanzi in inglese l'anno.

Io ho preso un Kindle con dei soldi che avevo guadagnato su mTurk e sono contento, pur con tutti i limiti dell'oggetto.

Prima di tutto sono contento perche' per ora il DRM si puo aggirare (anche se non agevolmente),
quindi i libri che ho comprato per il Kindle me li portero' sui prossimi lettori, alla faccia di Amazon e soprattutto degli esosissimi editori che equiparano il prezzo elettronico a quello dell'hardback.

Secondo perche' se proprio uno vuole puo' trovare tanti libri gratis legalmente (progetto gutenberg e in italia progetto Manuzio e LiberLiber - credo, non leggo quasi in italiano) e se uno vuole anche non proprio legalmente... diciamo che volendo mi sarei potuto scaricare qualche decina di migliaia di libri...

Per il momento va bene per leggere romanzi, magari all'aperto dove invece gli schermi retroilluminati vanno male e questo va benissimo. Per consultare manuali in generale va male, perche' fai molto prima a cercare qualcosa su un testo fisico o in un pdf sul computer.

A fine mese dovrebbe uscire un upgrade soft per poter fare zoom nei PDF ma comunque rimane
una cosa che puo' far comodo una volta ma in generale e' macchinosa, sia per l'interfaccia (sia fisica che software) sia per il refresh effettivamente lento.

Comunque vedo difficile il successo in italia dove la media nazionale di libri letti credo sia
attorno a 1 all'anno... Ripeto: e' un gadget apprezzabile solo da chi legge molti libri l'anno.

ciao,
g.
NIB9003 Maggio 2010, 12:11 #9
Originariamente inviato da: egx11
Capisco il tuo discorso ma perchè qualcuno dovrebbe comprare un lettore di ebook se poi non può leggerci niente (di legalmente acquistato)? Anche in inglese la situazione non è così idilliaca... fate un giro su amazon, troverete soprattutto romanzetti: un lettore ebook sarebbe molto più utile, a mio avviso, nel campo della saggistica e delle opere da consultazione o in tutti quei casi in cui è un problema rilasciare una nuova edizione perchè l'opera è di nicchia.
Poi mi piacerebbe che ci fosse almeno qualcuno di questi aggeggi "rugged", così potrebbero essere portati dovunque senza problemi, ricordiamoci che non stiamo parlando dell'oscar da 10 €


Ma se continuiamo con questa logica non ne verremmo mai a capo!
Nessuno comprerà e-reader perchè costano troppo ne tantomeno libri per lo stesso motivo!

Edit

Se ci si organizzasse a fare delle specie di copisterie per ebook credo che si potrebbe già ovviare ad una prima mancanza di libri!
afhaofhasofhaohfa03 Maggio 2010, 12:25 #10
Originariamente inviato da: NIB90
Ma se continuiamo con questa logica non ne verremmo mai a capo!
Nessuno comprerà e-reader perchè costano troppo ne tantomeno libri per lo stesso motivo!

Edit

Se ci si organizzasse a fare delle specie di copisterie per ebook credo che si potrebbe già ovviare ad una prima mancanza di libri!


Infatti continuando così NON NE VERREMO MAI A CAPO. E' l'industria editoriale che deve fare una scelta e rischiare qualcosa sulla diffusione del libro elettronico: non si può pretendere sempre che siano gli acquirenti a sopportare il prezzo delle innovazioni.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^