Elpida e Rexchip riducono la produzione di memorie DRAM

Elpida e Rexchip riducono la produzione di memorie DRAM

L'azienda giapponese, prossima alla fusione con Micron, decide di ridurre la produzione per cercare di risolvere la situazione di sovrabbondanza sul mercato

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:00 nel canale Mercato
 

Elpida Memory ha preso la decisione di ridurre la produzione di memorie DRAM presso la fabbrica di Hiroshima, in Giappone, e presso gli stabilimenti della sussidiaria taiwanese Rexchip Electronics. La notizia è pubblicata sul quotidiano taiwanese Digitimes, che cita fonti vicine al settore.

Il settore delle memorie DRAM dovrebbe andare incontro ad una riduzione del 10% nella fornitura, che dovrebbe permette di migliorare la situazione di sovrabbondanza che sta continuando a mantenere una continua flessione dei prezzi.

Elpida ha preferito non rilasciare alcun commento sulla decisione presa, facendo riferimento al periodo precedente alla fusione con Micron. Rexchip ha invece affermato che la decisione di tagliare la produzione ha lo scopo di ridurre il flusso di cassa in uscita.

Per quanto riguarda Elpida, la produzione allo stabilimento di Hiroshima che fa uso di wafer a 300mm sarà ridotta a 80 mila unità rispetto alle attuali 120 mila. 60-70 mila wafer saranno destinati a soddisfare gli ordini per memorie DRAM commissionati da Apple. Rexchip ridurrà invece la capacità di produzione a 50-60 mila unità, rispetto alle attuali 80 mila.

5 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
zizou31 Luglio 2012, 20:08 #1
Ma oltre alle memorie DRAM, con questi wafer ci fanno altro? Perché 80 mila rispetto a 120 mila è una riduzione di più del 30%...
Slater9131 Luglio 2012, 20:23 #2
Morale: comprare RAM a tutto spiano.
AUTOMAN31 Luglio 2012, 20:41 #3
E ti pareva! Questi hanno visto l'andazzo degli HD e hanno pensato bene di copiare! Così per natale il prezzo delle ram aumenterà a dismisura...
Sevenday31 Luglio 2012, 22:02 #4
RAM aumentano, HDD pure...insomma, al prox giro un pc verrà a costare un rene!!!
maxmax8001 Agosto 2012, 02:48 #5
e la gente non ci penserà 2, ma 2centomila volte prima di cambiare la propria configurazione..bloccando il mercato su se stesso in un circolo vizioso..

c'è la crisi, ci sono meno soldi, e come rimedio si alzano i prezzi????
sembra la ricetta del governo italiano per far ripartire la produzione nel nostro paese alzando le tasse!!


vogliono questo i produttori?
bene, lo avranno!

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^