Elpida, nuovi investitori per uscire dalla bancarotta

Elpida, nuovi investitori per uscire dalla bancarotta

L'azienda giapponese organizzerà una serie di round per raccogliere investimenti da parte di nuovi soggetti. Tra questi spicca il nome di Intel, Micron e Nanya

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:26 nel canale Mercato
Intel
 

Elpida Memory, la realtà giapponese impegnata nel mercato delle memorie DRAM che ha avviato le procedure di amministrazione controllata lo scorso mese di febbraio, ha intenzione di cercare l'aiuto di nuovi investitori con l'obiettivo di poter emergere dalla bancarotta.

Secondo le informazioni disponibili, pubblicate dal quotidiano giapponese Nikkei e riportate dal sito EEtimes, uno dei potenziali investitori sembra essere Micron Technology che nelle settimane precedenti all'avvio della procedura di amministrazione controllata ha avuto, stando alle indiscrezioni, frequenti contatti con Elpida per valutare opzioni di partecipazione o fusione.

Tra i possibili investitori vi sono altri grossi nomi del panorama tecnologico, tra i quali spicca Intel Corporation che già diversi anni fa, nel 2003, aveva investito 100 milioni di dollari nell'azienda giapponese. Anche la taiwanese Formosa Plastics Group, parent company della più nota Nanya Technology, potrebbe avanzare un'offerta per risollevare le sorti di Elpida.

Secondo le informazioni disponibili Elpida organizzerà il primo round di offerte entro la fine del mese corrente, ed un secondo round potrebbe essere fissato per il prossimo mese. L'azienda giapponese spera infatti di poter portare a termine le operazioni di ricostruzione societaria entro il mese di luglio.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^