Forte contrazione nelle vendite di workstation grafiche

Forte contrazione nelle vendite di workstation grafiche

In diminuzione di quasi il 25% il numero di workstation vendute nei primi mesi del 2009, dopo il forte calo di fine 2008

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 10:03 nel canale Mercato
 

Se gli ultimi 3 mesi del 2008 avevano registrato una forte contrazione nel volume d'affari del mercato delle workstation grafiche, i primi 3 mesi del 2009 hanno continuato questo trend al ribasso in modo ancor più marcato di quanto potesse attendersi.

Il report trimestrale sviluppato da Jon Peddie Research, reso disponibile in questi giorni, evicenzia infatti come il totale delle vendite di questo settore sia sceso a 1,107 miliardi di dollari di fatturato, con un numero di circa 577.000 workstation vendute nel periodo. Questi dati evidenziano una contrazione del 24,5% in termini di numero di sistemi commercializzati rispetto al quarto trimestre 2008, decremento che sale sino al 26,9% prendendo quale riferimento lo stesso periodo dello scorso anno.

La contrazione in temini di fatturato complessivo del settore è stata più elevata che quella del numero di sistemi immessi in commercio, chiaro indicatore di come i prezzi medi delle workstation acquistate nel periodo siano sensibilmente diminuiti. Nel quarto trimestre il prezzo medio di vendita è stato di circa 2.067 dollari a workstation, cifra che è scesa a 1.920 dollari nei primi 3 mesi del 2009; 1 anno fa tale indicatore segnava un prezzo medio di vendita di 2.298 dollari a workstation.

La contrazione dei prezzi medi di vendita sembra aver favorito l'americana Dell, azienda che ha incrementato la propria quota di mercato al 42,1% contro il 36,5% detenuto da HP, altra storica azienda nel settore delle workstation grafiche.

35 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Automator12 Giugno 2009, 10:12 #1
beh, oramai la differenza con un buon PC è davvero minima, e i programmi CAD sfruttano il multicore solo ed esclusivamente per il rendering...
Un biprocessore octacore non serve,a meno che non si passi tutto il giorno a renderizzare, basta un normale pc con quad core e una sK Quadro o firegl
MadMax of Nine12 Giugno 2009, 10:30 #2
la differenza rimarrà sempre abissale con un buon pc, tutti pensano solo alle performance ma in una buona workstation si guarda prima di tutto affidabilità, supporto ( interventi in 4 ore ) e certificazioni
djbill12 Giugno 2009, 10:40 #3
Questa news richiama in parte quella dei server perchè gli scenari sono simili:

[LIST][*]non si cambia la macchina quando funziona bene[*]non si aggiorna il parco software[*]non si aggiorna il parco hardware[*]generalmente l'imprenditore non si aggiorna, specie nel medio piccolo[/LIST]

In più in tempo di crisi se si riesce a risparmiare qualche migliaio di euro dove si può ben venga e si incrociano le dita sull'affidabilità... Tanto che è più affidabile un buon computer di oggi rispetto a workstation di 6-8 anni fa che montano ancora Windows 2000...
epasinet12 Giugno 2009, 10:43 #4
Per me il calo è dovuto principalmente all'attesa dell'architettura i7 anche sugli Xeon e adesso che han debuttato, l'attesa è che i prezzi assurdi di tali processori calino. Inoltre, a parte DELL, i canali di vendita delle workstation son inesistenti e un professionista che vuole acquistarne una deve impazzire per trovare un rivenditore e poi riimpazzire per trovare la Workstation che fà per lui dal tal rivenditore.
Insomma è un mercato di niccchia, voluto tale, e per tanto è costoso e secondo me mal servito.
MadMax of Nine12 Giugno 2009, 10:49 #5
Originariamente inviato da: djbill
Questa news richiama in parte quella dei server perchè gli scenari sono simili:

[LIST][*]non si cambia la macchina quando funziona bene[*]non si aggiorna il parco software[*]non si aggiorna il parco hardware[*]generalmente l'imprenditore non si aggiorna, specie nel medio piccolo[/LIST]

In più in tempo di crisi se si riesce a risparmiare qualche migliaio di euro dove si può ben venga e si incrociano le dita sull'affidabilità... Tanto che è più affidabile un buon computer di oggi rispetto a workstation di 6-8 anni fa che montano ancora Windows 2000...


Crisi o non crisi chi gestisce un azienda in quel modo non ha lunga vita nel mercato. ( 6-8 anni come ciclo di vita di una workstation è improponibile, al massimo sono 4 in quelle di fascia alta, magari gli ultimi 2 anni spostate a svolgere lavori meno importanti rimpiazzate da nuove macchine )
Controllare i costi operativi e investire meno è una cosa, buttare i soldi su prodotti di fascia bassa oppure non aggiornare dei software per molti anni è sicuramente uno specchio di una gestione sbagliata dall'inizio
Alebusin12 Giugno 2009, 11:04 #6
Quando i produttori software si decideranno a sfruttare anche le "normali" schede video per il rendering?
rossodesmo12 Giugno 2009, 11:16 #7
un pc non è fatto solo da un processore... la differenza tra un buon pc e una workstation c'è eccome
Damy0612 Giugno 2009, 11:30 #8
Originariamente inviato da: Alebusin
Quando i produttori software si decideranno a sfruttare anche le "normali" schede video per il rendering?



ma le schede video normali non sono fatte assolutamente per lavorare in work station, oltre a differenze sul lato driver ci sono differenze anche in hardware, come ad esempio componenti piu resistenti che consentono piu ore di utilizzo, e soprattutto l'affidabilita del supporto tecnico, che è pur sempre una garanzia
atomo3712 Giugno 2009, 11:40 #9
si damy06 ok ma questi vantaggi delle ws professionali costano troppo e visto che un pc di fascia alta ti costa un terzo ed è facile da assemblare è chiaro che in tantissimi preferiscono risparmiare, anche la stessa scheda grafica pro la puoi sempre installare per conto tuo con fortissimi vantaggi economici. mettici pure che alla fine quasi tutti gli studi hanno "lo smanettone" di turno che è in grado di risolvere buona parte dei problemi che si possono verificare.
djbill12 Giugno 2009, 11:41 #10
Originariamente inviato da: MadMax of Nine
Crisi o non crisi chi gestisce un azienda in quel modo non ha lunga vita nel mercato. ( 6-8 anni come ciclo di vita di una workstation è improponibile, al massimo sono 4 in quelle di fascia alta, magari gli ultimi 2 anni spostate a svolgere lavori meno importanti rimpiazzate da nuove macchine )
Controllare i costi operativi e investire meno è una cosa, buttare i soldi su prodotti di fascia bassa oppure non aggiornare dei software per molti anni è sicuramente uno specchio di una gestione sbagliata dall'inizio


Fidati la stessa azienda ha speso centinaia di migliaia di euro per delle macchine CAD/CAM in grado di realizzare pezzi in materiale plastico 24/7... Il comparto IT nelle piccole e medie imprese viene supportato con la logica: fino a quando fa il lavoro che devi fare non si cambia. Non c'è la logica del posso fare meglio, di più e in meno tempo semplicemente aggiornando il reparto informatico...

Molto spesso non si cambia perché molta gente quando vede un'icona spostata va in crisi (e non sono solo quelli che hanno imparato ad usare il pc non da giovanissimi) ma anche gente all'università che appena fa il confronto tra l'interfaccia tra autocad 2008 e la 2009 prende paura e non capisce più niente. E nel giro di due secondi ti dice "ma non c'è una cosa normale, tipo quella di prima...?" oppure "voglio il 2008, questo è troppo complicato..."

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^