Forte crescita, secondo le stime, per il mercato dei PC nel 2010

Forte crescita, secondo le stime, per il mercato dei PC nel 2010

Riviste le iniziali stime di crescita per il mercato dei PC: poco meno del 20% il sensibile incremento atteso per l'anno in corso rispetto al 2009, con un trend consolidato anche per il futuro

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 12:32 nel canale Mercato
 

IDC annuncia di prevedere una forte crescita del mercato dei PC nel corso dell'anno 2010, grazie ad una ripresa delle vendite superiore alle iniziali aspettative sia nei mercati più maturi come in quelli emergenti. Per questi ultimi l'anno dovrebbe chiudersi con una crescita che ricalcherà la crescita del 37% registrata nel corso dei primi 3 mesi, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Il mercato nel complesso dovrebbe registrare un incremento nelle vendite pari al 19,8% rispetto al 2009, anno che era iniziato sotto i peggiori auspici per via della crisi economica internazionale e che nel corso dei mesi è uscito dalla situazione di stallo riportandosi sui valori dell'anno precedente. Segnaliamo come a fine 2009 IDC abbia stimato una crescita del mercato per il 2010 pari al 10,3%, stima che nel giro di pochi mesi è stata di fatto raddoppiata.

Entrando nel dettaglio dei vari segmenti di mercato registriamo una crescita prevista dell'8% nelle vendite di soluzioni desktop, con un totale di poco più di 137 milioni di sistemi. Per le soluzioni mobile la crescita sarà pari al 28,6%, con un volume complessivo pari a 217,2 milioni di pezzi.

Le stime IDC per i prossimi anni sono altrettanto positive: per il 2011 si prevede una crescita complessiva pari al 14,4%, seguita da un +12,8% per l'anno 2012; se confermate queste stime implicheranno un totale di circa 458 milioni di PC, tra desktop e notebook, che verranno immessi sul mercato tra 2 anni.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^