Fujitsu cerca compratori per il business dei chip

Fujitsu cerca compratori per il business dei chip

In difficoltà come altre realtà tecnologiche giapponesi, Fujitsu assieme alla società svizzera UBS, sta cercando di vendere a terzi tutti gli asset e la proprietà intellettuale legata allo sviluppo e produzione di semiconduttori

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:56 nel canale Mercato
Fujitsu
 

La compagnia giapponese Fujitsu ha chiesto la consulenza la società svizzera UBS per essere assistita nel tentativo di vendere a terzi il business dei semiconduttori. Secondo le stime degli analisti, considerando asset e proprietà intellettuale, si tratta di un business del valore di circa 200 miliardi di Yen, pari a 2,6 miliardi di dollari.

Nel corso del trimestre conclusosi a giugno Fujitsu ha riportato un passivo di 23,8 miliardi di Yen (306 milioni di dollari), superiore alle stime degli analisti di circa 12,4 miliardi di Yen (160 milioni di dollari). Il passivo operativo della compagnia, ovvero il fatturato da cui vengono sottratti i costi dei beni venduti e le spese amministrative, è arrivato però a 25 miliardi di Yen (322 milioni di dollari), e le vendite hanno subito un calo del 2,9% a 957,4 miliardi di Yen (12,32 miliardi di dollari).

Fujitsu non è l'unica azienda giapponese a trovarsi in difficoltà; accanto ad essa vi sono altri grossi nomi della tecnologia come Renesas Electronics (frutto della fusione dei business semiconduttori di Hitachi, NEC e Mitsubishi Electric) che sta affrontando un piano di ristrutturazione, Elpida Memory che dopo aver affrontato la bancarotta è stata acquisita da Micron Technology e, più recentemente, Sharp che sta preparandosi ad implementare drastiche misure di contenimento dei costi per cercare di migliorare il proprio bilancio.

Yuichi Ishida, analista presso Mizuho Investor Securities, ha commentato: "Fujitsu sta cercando compratori o partner per la sua divisione semiconduttori, con l'obiettivo di focalizzarsi sul business dei sistemi. Il mercato dei semiconduttori è però un settore maturo e potrebbe essere difficile trovare compratori interessati".

Intanto ricordiamo che all'inizio del mese Fujitsu ha siglato un accordo con J-Devices per il trasferimento di proprietà di uno stabilimento di assemblaggio e testing di chip, con lo scopo di avvicinarsi sempre di più ad un modello di business di tipo "fab-lite".

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^