Fujitsu Siemens presenta CONNECT2AIR

Fujitsu Siemens presenta CONNECT2AIR

Fujitsu Siemens Computers lancia CONNECT2AIR, il nuovo marchio di prodotti wireless dedicati al mobile pensato per l'utenza aziendale

di Fabio Boneschi pubblicata il , alle 15:39 nel canale Mercato
Fujitsu
 
Fujitsu Siemens Computers ha presentato soluzioni e prodotti per la connettività wireless riuniti sotto il nuovo marchio CONNECT2AIR. CONNECT2AIR comprende soluzioni wireless LAN (CONNECT2AIR WLAN), GSM/GPRS (CONNECT2AIR 3GSM) e Bluetooth (CONNECT2AIR BLUETOOTH) progettate per consentire a PMI, a Grandi Aziende e ai Service Provider di collegare l'utenza mobile.

CONNECT2AIR WLAN comprende due nuovi access point, una gamma di schede d'interfaccia per reti WLAN e un software di network management per dare vita ad ambienti di rete WLAN con un ottimo rapporto costo/efficacia nell'ambito di utenze SOHO, PMI, Grandi Aziende e Hotspot Service Provider.



L'access point CONNECT2AIR WLAN AP-2000RDS per grandi aziende o Public Hotspot Provider permette una facile migrazione dalle attuali tecnologie verso i futuri standard WLAN, da 2,4 GHz/11 Mbps (802.11b) a 5 GHz/54 Mbps (802.11a) o 2,4 GHz/54 Mbps (802.11g).

L'access point CONNECT2AIR WLAN AP-500RP, il router Broadband Wireless SOHO multifunzione che unisce basso costo ad alte prestazioni, mette a disposizione eccellenti soluzioni di rete all-in-one per navigare su Internet e condividere le risorse all'interno degli uffici. Le sue funzionalità massimizzano l'efficienza e l'efficacia e riducono i costi in qualunque ambiente di lavoro.
L'access point è compatibile con lo standard 2,4 GHz/11 Mbps (802.11b) e incorpora porte per stampante parallela, uno switch Fast Ethernet a due porte, funzionalità per la gestione della configurazione basate su browser, supporto multilingua, supporto firewall e VPN per un superiore livello di sicurezza, e un sistema NAT (Network Address Translation) integrato che consente a più dispositivi di condividere una connessione Internet broadband (DSL o cable modem).

CONNECT2AIR WLAN permette di utilizzare qualunque scheda di interfaccia WLAN disponibile, come CONNECT2AIR WLAN C-1100 Compact Flash Card, E-1100 PC-Card, E-1100 PCI-Card ed E-1100 USB. Questo permette ai mobile worker di connettersi in WLAN tramite qualunque dispositivo mobile, dai PDA, ai notebook, ai Tablet PC, ai desktop e alle workstation.

CONNECT2AIR 3GSM comprende due opzioni per fornire ai mobile worker la connettività dati GPRS con le reti e le informazioni delle rispettive aziende. Per gli utenti di notebook o Tablet PC, CONNECT2AIR GSM/GPRS PC Card rappresenta la scelta ideale. Nel caso di utenti PDA, CONNECT2AIR GSM/GPRS Compact Flash Card può essere la soluzione ottimale rispetto al collegamento tramite telefono cellulare Bluetooth/GPRS, come il Siemens S55.
Entrambe le card supportano lo standard tri-band 900/1800/1900MHz GSM Network e sono dispositivi GPRS classe 8/b, supportano una velocità dati fino a 56 kbps, con capacità voce GSM tramite l'utilizzo di cuffie esterne. I clienti beneficiano inoltre della possibilità di utilizzare i contratti o le SIM GPRS già attivati con i loro service provider GPRS di fiducia.



La gamma di periferiche CONNECT2AIR BLUETOOTH comprende tre dispositivi per fornire capacità complete di connettività di rete wireless in totale assenza di cavi. Per gli utenti che necessitano di una connessione locale Bluetooth per notebook o Tablet PC senza sistema Bluetooth integrato è disponibile CONNECT2AIR BLUETOOTH PC Card. Per la connettività Bluetooth attraverso la porta USB di un dispositivo mobile è disponibile CONNECT2AIR BLUETOOTH USB Dongle. Il terzo dispositivo è l'adattatore per stampanti CONNECT2AIR BLUETOOTH, che offre agli utenti la possibilità di stampare dai propri dispositivi mobili Bluetooth.

12 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
marck7725 Febbraio 2003, 15:53 #1
Se ne cominciano a vedere tanti in giro.. addio cablaggi di rete! E scusate se è poco..
cippalippa7325 Febbraio 2003, 15:58 #2
Secondo me conviene aspettare l' 802.11g. dlink ha già dei prodotti in questo standard...
Tasslehoff25 Febbraio 2003, 16:28 #3
Beh a dire la verità è da parecchio tempo che c'è una buona concorrenza per quanto riguarda prodotti wireless.
Personalmente sono un po' scettico nei confronti di questi prodotti "all in one", tra un po' inseriranno anche un bel fornetto a microonde per scaldare le brioches
Preferisco prodotti singoli per ciascun servizio, per es un AP Cisco 352 (piuttosto di un Dlink da "22"Mb), proprio stamattina ne ho collegato un secondo configurato come ripetitore, libidinoso l'AP, libidinoso il software, come sempre Cisco rulez
topinoz25 Febbraio 2003, 16:40 #4
Mah questo wireless m convince poco....dove mettiamo la sicurezza?? Si spendono tonnellate di euro per la sicurezza & la privacy e poi facciamo un bel broadcast , proprio non lo capisco...L'unico vantaggio rimane solo proprio la praticita'...
faramir_25 Febbraio 2003, 17:34 #5
ci vogliono tutti malati di leucemia....
SeMi25 Febbraio 2003, 17:41 #6
Originally posted by "faramir_"

ci vogliono tutti malati di leucemia....


he he, vero!!
Tasslehoff26 Febbraio 2003, 10:19 #7
Originally posted by "topinoz"

Mah questo wireless m convince poco....dove mettiamo la sicurezza?? Si spendono tonnellate di euro per la sicurezza & la privacy e poi facciamo un bel broadcast , proprio non lo capisco...L'unico vantaggio rimane solo proprio la praticita'...
Beh e dici poco, praticità e riduzione colossale dei costi di cablaggio, hai idea di quanto costi cablare un ufficio? Senza considerare la resa nel tempo delle reti tradizionali, cavi mangiucchiati dai ratti e interferenze varie
Sul fatto che si spendano soldi nella sicurezza poi avrei da ridire, specialmente in italia

Cmq sia il problema della sicurezza rimane, e su questo sono d'accordo con te, il fatto è che basterebbe applicare anche solo gli strumenti a disposizione per ottenere un livello di sicurezza ragionevole. Ripeto poi che esistono AP di qualità che permettono di impostare livelli di sicurezza ben più solidi del semplice wep a 40bit (imho basterebbe che tutti usassero anche solo quest'ultimo...)

Per concludere volevo dire un'ultima cosa, il wardriving esiste, ma non pensiamo che sotto ogni ufficio che usa una rete wireless ci sia uno dotato di antennone che tenta di entrare in quella rete, è semplicemente fantascienza...
topinoz26 Febbraio 2003, 11:41 #8
x Tasslehoff:

vero, cablare costa, ma le prestazioni e la suscettibilita elettromagnetica di una rete "classica" te le scordi in un wireless.
Riguardo all'antennone... fantascienza si, ma la realta' supera la fantasia...
Sweet3226 Febbraio 2003, 20:21 #9

Appliance Wireless?!

Ho sentito che esistono degli Appliance Wireless con Linux e Access Point WiFi a bordo. Mi sapete indicare dove posso trovare maggiori informazioni? Avete avuto esperienza in merito? Grazie mille
cdimauro27 Febbraio 2003, 08:40 #10
Il problema del wireless è la banda REALE nettamente inferiore rispetto alle classiche soluzioni wired: certamente non i ratti, che in ogni ufficio a norma igienica non dovrebbero esistere...

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^