Gartner: giù le consegne PC per il Q109

Gartner: giù le consegne PC per il Q109

Gartner pubblica le stime del primo trimestre: contrazione per le consegne globali di sistemi PC

di Andrea Bai pubblicata il , alle 13:24 nel canale Mercato
 

La società di analisi di mercato Gartner ha redatto le stime riguardanti le consegne di sistemi PC per il primo trimestre 2009. A livello globale si è registrato un volume di consegne pari a 67,2 milioni di unità, che rappresentano una flessione del 6,5% rispetto al primo trimestre dell'anno passato.

George Shiffler, research director presso Gartner, ha dichiarato: "Abbiamo visto qualche segnale di ricostruzione delle scorte, in modo particolare negli Stati Uniti, ma ciò non deve essere letto come una ripresa nella domanda di soluzioni PC da parte dell'utente finale, dal momento che non è ancora chiaro se il mercato PC ha davvero raggiunto il fondo".

I dati raccolti da Gartner dipingono HP al primo posto del mercato, con una porzione di consegne complessive pari al 19,8% del totale. Dell e Acer hanno invece terminato il trimestre con un sostanziale pareggio per quanto riguarda la seconda posizione, distanziati di appena 0,1 punti percentuali. Dell è comunque stata trascinata verso il basso per via della sua forte dipendenza dal mercato professionale mentre, al contrario, Acer ha potuto registrare un incremento nelle consegne grazie ai portatili a basso costo proposti nei mercati EMEA e USA.

Mikako Kitagawa, principal analyst per Gartner, ha commentato: "I sistemi PC protatili a basso costo continuano ad essere il principale elemento di crescita per l'industria PC nella maggior parte delle aree. Si prevede, tuttavia, una marcata flessione nei ricavi a causa degli ASP (Average Selling Price - prezzo medio di vendita) più bassi propri di questo tipo di prodotti".

Su territorio Statunitense sono state registrate consegne per 15,3 milioni di unità, ovvero una flessione del 0,3% rispetto al medesimo trimestre del 2008. In questo caso, tuttavia, le vendite si sono mostrate più consistenti del previsto grazie al successo dei sistemi mobile a basso costo e sempre a tal proposito Kitagawa ha sottolineato: "I pc mobile a basso costo hanno potuto spingere la crescita sul mercato Statunitense. I sistemi mini notebook si comportano bene nella difficile situazione economica dove la priorità dei consumatori è quella di risparmiare denaro".

Il mercato EMEA ha invece registrato una flessione del 10,2% con 22,7 milioni di unità consegnate. La flessione ha avuto impatto su tutti i segmenti di mercato, con il segmento professionale che ha registrato un calo più netto rispetto al mercato consumer. Il segmento mobile ha tuttavia potuto registrare episodi di crescita in taluni paesi, principalmente a vantaggio di realtà quali Toshiba e Acer.

Le consegne nella regione Asia-Pacific hanno raggiunto i 18,2 milioni di unità, corispondenti ad una flessione del 5,5%. Il segmento professionale è stato duramente colpito dal rallentamento dell'economia mentre il mercato consumer ha subito un minor contraccolpo, dal momento che i vendor hanno stimolato la domanda in maniera aggressiva, con un abbassamento dei prezzi e con l'avvio di iniziative promozionali.

Nell'America Latina le consegne PC sono arrivate a quota 5,5 milioni di unità, con un calo del 12,4%. Le scorte sono rimaste più alte del previsto nella maggior parte dei paesi. Nell'area giapponese le consegne hanno raggiunto i 3,6 milioni di unità, con una flessione 3,8%. Nel mercato professionale le consegne hanno assistito ad un calo del 18% dal momento che le aziende hanno ritardato le sostituzioni prolungando la vita dei PC e le piccole imprese sono invece tenute al palo dalla contrazione del credito. Il mercato consumer è invece cresciuto del 17% nel primo trimestre, anche in questo caso grazie alle buone performance dei mini-notebook e dei notebook mainstream di fascia bassa.

1 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
themose16 Aprile 2009, 16:55 #1
Il peggio deve ancora venire è un crollo devastante i magazzini sono ancora colmi fino all' orlo e la gente continua a comprare netbook da 200 euro

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^