Gli analisti ridimensionano le preoccupazioni intorno alle vendite di iPhone 5

Gli analisti ridimensionano le preoccupazioni intorno alle vendite di iPhone 5

Il taglio degli ordini operato da Apple potrebbe essere indice principalmente di migliorate rese produttive e solo in piccola parte di vendite inferiori alle attese

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:21 nel canale Mercato
AppleiPhone
 

Le informazioni circolate nel corso dei giorni passati relative al taglio degli ordini per i componenti di iPhone 5 hanno creato qualche turbolenza attorno al titolo AAPL, che nelle ultime sedute di borsa non ha particolarmente brillato e solo nella giornata di ieri ha concluso le contrattazioni con una perdita del 3,57%.

Alcuni analisti di Wall Street hanno però ridimensionato la cosa, affermando che il taglio degli ordini operato da Apple potrebbe in realtà essere indice non di vendite inferiori al previsto ma del miglioramento delle rese produttive e, conseguentemente, dei margini lordi sul prodotto.

Secondo Mark Moskowitz di J.P. Morgan le indiscrezioni, circolate inizialmente ad opera del Wall Street Journal, sono solamente "rumore" per alimentare una reazione eccessiva degli investitori. Commenta Moskowitz: "Nella nostra analisi il taglio degli ordini è conseguenza diretta del miglioramento della resa produttiva a seguito del lancio concitato di iPhone 5, dei nuovi iPad e dei nuovi Mac".

Nel caso in cui le rese produttive siano effettivamente in miglioramento, Apple si potrebbe trovare nella situazione di voler revocare gli eventuali ordini in eccesso per determinati componenti. Ricordiamo che al momento del lancio iPhone 5 ha dovuto affrontare qualche problema di produzione che ha avuto l'effetto di ridurre i margini del prodotto e limitarne la disponibilità sul mercato.

Anche Maynard Um, senior analyst per Wells Fargo, si è detto non particolarmente sconcertato dalla riduzione degli ordini. Un report del Nikkei sostiene che Apple avrebbe definito un ordine di circa 65 milioni di schermi per il trimestre di marzo prima dei tagli.

Secondo Um questa cifra sarebbe irrealistica: "La nostra opinione è che per Apple vi sono poche probabilità di poter consegnare 65 milioni di iPhone 5 nel trimestre di marzo". La Mela, secondo l'analista, potrebbe molto più realisticamente riuscire a commercializzare circa 43 milioni di iPhone nel periodo.

74 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
Lithios15 Gennaio 2013, 15:55 #1
Il mercato diventa sempre più saturo, non ci sono dubbi. Difficilmente i tanti possessori di iPhone 4 e 4S passeranno a questo 5 in massa.
yossarian15 Gennaio 2013, 16:04 #2
Secondo Mark Moskowitz di J.P. Morgan le indiscrezioni, circolate inizialmente ad opera del Wall Street Journal, sono solamente "rumore" per alimentare una reazione eccessiva degli investitori. Commenta Moskowitz: "Nella nostra analisi il taglio degli ordini è conseguenza diretta del miglioramento della resa produttiva a seguito del lancio concitato di iPhone 5, dei nuovi iPad e dei nuovi Mac".


invece le affermazioni di Moskowitz a cosa sono funzionali? A rassicurare gli investitori in funzione pro j.p. morgan che, evidentemente, ha "scommesso" su iphone 5?
L'ultima frase, se correttamente tradotta, non ha alcun senso
dwfgerw15 Gennaio 2013, 16:06 #3
Originariamente inviato da: Lithios
Il mercato diventa sempre più saturo, non ci sono dubbi. Difficilmente i tanti possessori di iPhone 4 e 4S passeranno a questo 5 in massa.


non ci piove almeno per nord america ed europa, discorso a parte per cina...

NYT ha messo in giro una notizia ad hoc per manipolare il titolo ad una settimana dall'annuncio dei risultati trimestrali, non sarebbe la prima vota che accade una cosa simile.

Comunque se Apple dichiarasse vendite per 50 milioni di smartphone nel trimestre di natale e 43 nel trimestre di marzo, sarebbero comnque dati più elevati rispetto ai 37mln e 35 mln dello scorso anno .

Considerando che Apple opera solo nel segmento "premium", questo le consentirebbe ancora una volta di catturare qualcosa come il 70% degli utili dell'intera industria pur detenendo una percentuale vicina al 10% dell'intero settore della telefonia mobile.
leddlazarus15 Gennaio 2013, 16:07 #4
e se fosse questa news una bufala per evitare che il titolo perda troppo in borsa?

mah!!!!

io di iphone 5 (a parte quello di mia moglie) non ne ho visti in giro.
Raghnar-The coWolf-15 Gennaio 2013, 16:11 #5
Originariamente inviato da: leddlazarus
e se fosse questa news una bufala per evitare che il titolo perda troppo in borsa?


Non ha sortito un grande effetto, è sceso fino a 488...
Aenor15 Gennaio 2013, 16:19 #6
Originariamente inviato da: Raghnar-The coWolf-
Non ha sortito un grande effetto, è sceso fino a 488...


Pensa a chi l'ha comprato a 650$ ad azione..
RaZoR9315 Gennaio 2013, 16:26 #7
Originariamente inviato da: yossarian
invece le affermazioni di Moskowitz a cosa sono funzionali? A rassicurare gli investitori in funzione pro j.p. morgan che, evidentemente, ha "scommesso" su iphone 5?
L'ultima frase, se correttamente tradotta, non ha alcun senso
Dovrebbero essere funzionali ad evitare che articoli del Journal, privi di qualsiasi fonte o cifra, permettano di rendere AAPL più volatile di quanto non sia già ora spingendolo verso il basso, per poi dare modo ai grandi pesci della finanza di guadagnarci dopo il report trimestrale del 23. Nulla di nuovo sotto il sole.
yossarian15 Gennaio 2013, 16:35 #8
Originariamente inviato da: RaZoR93
Dovrebbero essere funzionali ad evitare che articoli del Journal, privi di qualsiasi fonte o cifra, permettano di rendere AAPL più volatile di quanto non sia già ora spingendolo verso il basso, per poi dare modo ai grandi pesci della finanza di guadagnarci dopo il report trimestrale del 23. Nulla di nuovo sotto il sole.


non mi pare affatto che siano privi di fonte o cifra, visto che la diminuzione degli ordinativi è confermata anche da Moskowitz che, però, ne da un'interpretazione diversa. Ora, poiché j.p. morgan ha puntato molto sulle vendite di iphone 5, e la giustificazione del "lancio concitato che ha migliorato le rese produttive" non ha capo né coda, direi che la cosa si potrebbe anche vedere diversamente: j.p. morgan ha aumentato il numero di azioni apple a ha cercato di spingere in alto le vendite di iphone 5 per guadagnarci. Il calo indotto dalle ultime notizie non è funzionale ai suoi progetti e ha ritenuto di dover intervenire (di nuovo). Anche qui, niente di nuovo sotto il sole
RaZoR9315 Gennaio 2013, 16:41 #10
Originariamente inviato da: yossarian
non mi pare affatto che siano privi di fonte o cifra, visto che la diminuzione degli ordinativi è confermata anche da Moskowitz che, però, ne da un'interpretazione diversa. Ora, poiché j.p. morgan ha puntato molto sulle vendite di iphone 5, e la giustificazione del "lancio concitato che ha migliorato le rese produttive" non ha capo né coda, direi che la cosa si potrebbe anche vedere diversamente: j.p. morgan ha aumentato il numero di azioni apple a ha cercato di spingere in alto le vendite di iphone 5 per guadagnarci. Il calo indotto dalle ultime notizie non è funzionale ai suoi progetti e ha ritenuto di dover intervenire (di nuovo). Anche qui, niente di nuovo sotto il sole
Le fonti del Journal sono "people familiar with the situation". Davvero attendibile. Forse come quelle dell'anno prima, secondo le quali Apple aveva ridotto gli ordinativi di componenti per iPhone 4S, cosa che avrebbe impedito la vendita di 26 milioni di iPhone. Apple ne vendette 37 e il trimestre dopo 35. Se anche una riduzione ci fosse stata, prima di tutto andrebbe quantificata. Dopo di che sarebbe necessario comprendere a quali cause è dovuta. Cambio di fornitori, nuovi lanci previsti nel trimestre di Giugno con nuova tecnologia, aggiustamento delle previsioni di vendita, dinamiche della gestione del supply chain, ecc. Ma certamente titolare "Apple dimezza gli ordini" fa molta più scena. E causa un calo del titolo che sfiora il 4%.

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^