Gli utenti anziani, un mercato dalle interessanti potenzialità

Gli utenti anziani, un mercato dalle interessanti potenzialità

L'utenza non più giovane rappresenta un mercato ancora inesplorato ma dalle potenzialità molto interessanti: le aziende tecnologiche dovrebbero mutare il loro approccio al mercato tenendo in considerazione questo pubblico

di Andrea Bai pubblicata il , alle 09:51 nel canale Mercato
 

Una recente ricerca della società di analisi di mercato Gartner ha messo in luce come la categoria dei "silver surfer", ovvero quegli individui non più giovanissimi che fanno uso di soluzioni tecnologiche, rappresentino un mercato molto più importante di quello delle cosiddette Generazione X e Generazione Y. David Furlonger, vicepresidente e Gartner Fellow, ha dichiarato che con l'invecchiamento della popolazione nei mercati maturi ed emergenti, chi si occupa di ideare, sviluppare e commercializzare la tecnologia deve rifocalizzare i propri sforzi al fine di cogliere questa nuova importante opportunità.

"Nel corso degli anni precenti i decision maker della tecnologia hanno concentrato il loro lavoro largamente sulle necessità delle demografie più giovani. Hanno creato e venduto prodotti indirizzati esplicitamente ad un mercato già saturo di nativi digitali finanziariamente poveri nelle Generazioni X e Y. Questa enfasi sui giovani non sorprende, dal momento che molti dei decision maker sono essi stessi parte di questi gruppi più giovani. Si tratta di un grave errore che trascura il mercato più interessante di tutti: la sempre più sofisticata generazione più vecchia che chiamiamo silver surfer" ha affermato Furlonger.

Gli individui più avanti con l'età sono sempre più attivi sui social media. Una compagnia australiana, Optus, ha rilevato mediante una ricerca che più di tre quarti dei silver surfer in Australia fanno uso di Facebook per tenersi in contatto con amici e familiari e i nonni lo utilizzano come strumento per tenersi aggiornati con i nipoti. La ricerca ha individuato che i social media permettono alle persone più anziane di ritrovare i contatti del loro passato e di trovare supporto nei momenti più difficili.

Prosegue Furlonger: "La consumerizzazione della tecnologia l'ha resa più accessibile, specialmente in termini di usabilità, alle persone che possono trovare il PC più difficile da gestire. I progettisti di tecnologia ed i produttori hanno trascurato a lungo questo mercato ampio e in crescita e, facendo questo, hanno trascurato una delle più importanti fonti di crescita e di fatturato. Il mercato dei più giovani ha una crescita lineare e un potenziale d'acquisto decrescente, mentre i silver surfer offrono una crescita esponenziale e un crescente potenziale d'acquisto".

La popolazione al di sopra della mezza età rappresenta una percentuale crescente della popolazione mondiale. Nei mercati Asia/Pacific il segmento della popolazione oltre i 50 anni di età è già al 37%. Gartner osserva come gli individui appartenenti a questa categoria siano più sani ed attivi rispetto al passato. I silver surfer dispongono inoltre di risorse economiche maggiori rispetto al passato e rispetto alle persone più giovani, queste ultime con prospettive di lavoro non incoraggianti.

La tecnologia può migliorare la qualità della vita per le persone più anziane e la ricerca condotta da Gartner mostra chiaramente come gli individui non più giovani riconoscano il potenziale trasformativo che la tecnologia può avere per le loro vite. La crescita dell'uso dei social media, in particolare, suggerisce come la tecnologia sia vista ampiamente come un mezzo per migliorare le comunicazioni e ridurre l'isolamento. Questi aspetti offrono a chi si occupa di sviluppare e creare le tecnologie importanti opportunità per ri-orientare la loro proposta e capitalizzare su un ampio mercato non ancora servito, anche se si tratta di un'opportunità che in molti non hanno ancora colto ne' riconosciuto. Un sintomo importante è la mancanza nella progettazione, sviluppo, produzione e commercializzazione di tecnologie specifiche in grado di rispondere alle precise necessità di questo pubblico.

Vi sono vari fattori che stanno aiutando a diffondere l'adozione della tecnologia tra la popolazione più anziana che spesso sono molto differenti dai fattori che spingono la diffusione delle tecnologie tra i giovani. La migliorata connettività, ad esempio, con la maggior disponibilità di connessioni a banda larga rende le tecnologie più attraenti per i silver surfer. Nondimeno le nuove tecnologie, specialmente quelle ideate per assistere gli individui con disabilità o soggetti a particolari condizioni di salute, risultano essere di particolare interesse per gli anziani, così come quelle tecnologie che consentono loro di mantenere i contatti con la famiglia e con gli amici.

Il fattore più importante, a tal proposito, sembra proprio essere quello dell'interazione social che permette alle persone anziane di abbattere le barriere di tempo e spazio sentendosi meno isolati di quanto avveniva in passato. I social media, le piattaforme di photo sharing, gli smartphone e molte altre tecnologie riescono a mantenere la promessa di portarli a più stretto contatto con il mondo, ed i silver surfer ne riconoscono il potenziale.

"I silver surfer sono sempre più interessati a tecnologie adeguate ai loro stili di vita e alle loro necessità fisiologiche e psicologiche. E' responsabilità di chi realizza e produce queste tecnologie eliminare quelle barriere psicologiche (la paura della novità) o fisiologiche (i problemi alla vista o l'incapacità di gestire piccoli dispositivi) laddove esistano, progettando prodotti e servizi che i silver surfer vogliano e siano in grado di usare" ha spiegato Furlonger. I progettisti devono prestare particolare attenzione alla realizzazione di interfacce utente semplici ed ordinate, senza motivi grafici stravaganti o effetti speciali fuorvianti.

E' inoltre importante riconoscere che i modi in cui i silver surfer selezionano e acquistano la tecnologia sono molto differenti da quanto avviene con altre tipologie di utenza. Le considerazioni principali sono fiducia, credibilità e reputazione, con i consigli e le raccomandazioni di amici e parenti che rappresentano un ulteriore fattore critico. Molti utenti anziani considerano di particolare valore l'interazione personale, specialmente tramite il contatto telefonico, e sul valore percepito che non è semplicemente il prezzo di un prodotto o di un servizio ma il contributo che esso può apportare nel migliorare la vita dell'acquirente.

Chi si occupa di realizzare e sviluppare la tecnologia può rispondere alle necessità dell'utenza meno giovane in una serie di modalità che vanno oltre la semplice progettazione del prodotto/servizio. E' essenziale la comprensione dei vari sottogruppi di questo grande pubblico di silver surfer e delle loro specifiche esigenze in maniera tale che i prodotti, i servizi e i messaggi siano ideati tenendo in considerazione queste differenze. E' necessario raccontare le offerte, poiché le persone più anziane vogliono sapere e vedere in che modo un servizio o un prodotto sia in grado di portare valore nelle loro vite. Le tradizionali forme di marketing, come i cataloghi (fisici od online) sono ben lungi dall'essere superate.

Conclude Furlonger: "La demografia dei silver surfer è grande ed in crescita ed ha la capacità e la volontà di spendere molti soldi sulla tecnologia. Ad oggi i produttori di tecnologia non sono stati capaci di offrire prodotti e servizi in grado di rispondere alle necessità di questo pubblico e dei suoi vari sottosegmenti, e le aziende non sono state capaci ad affrontare questi mercati con efficacia. Tutto ciò richiederà un modo completamente nuovo nell'approccio di progettazione dei prodotti e dei servizi, nella loro promozione e nella loro vendita".

6 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
birmarco05 Novembre 2013, 12:02 #1
Doraneko05 Novembre 2013, 12:07 #2
E' vero,gli anziani sono un'utenza che ha delle potenzialità: finora il finto addetto del comune doveva andare a casa loro per rubargli soldi e ori,adesso basterà mettere qualche banner ingannevole o puntare su una qualche forma di phishing
Inoltre il concetto di "user friendly" penso debba essere completamente rivisto,altrimenti prevedo un certo aumento nelle attività di consulenza da parte di figli e nipoti
Scimiazzurro05 Novembre 2013, 13:49 #3
Originariamente inviato da: Doraneko
E' vero,gli anziani sono un'utenza che ha delle potenzialità: finora il finto addetto del comune doveva andare a casa loro per rubargli soldi e ori,adesso basterà mettere qualche banner ingannevole o puntare su una qualche forma di phishing
Inoltre il concetto di "user friendly" penso debba essere completamente rivisto,altrimenti prevedo un certo aumento nelle attività di consulenza da parte di figli e nipoti


Nonno Friendly
pincapobianco05 Novembre 2013, 14:39 #4
ho comprato un PC fisso i5 con 8gb di ram a mio nonno e dopo mesi gli ho insegnato tutte le cose basilari e anche cose più complesse come l'active directory, gli mx records, i dns. E lui vuole imparare sempre di più. Ha 79 anni.
birmarco05 Novembre 2013, 18:10 #5
Originariamente inviato da: pincapobianco
ho comprato un PC fisso i5 con 8gb di ram a mio nonno e dopo mesi gli ho insegnato tutte le cose basilari e anche cose più complesse come l'active directory, gli mx records, i dns. E lui vuole imparare sempre di più. Ha 79 anni.


Un mito!

Insegnagli a programmare
san80d05 Novembre 2013, 18:20 #6
Originariamente inviato da: pincapobianco
ho comprato un PC fisso i5 con 8gb di ram a mio nonno e dopo mesi gli ho insegnato tutte le cose basilari e anche cose più complesse come l'active directory, gli mx records, i dns. E lui vuole imparare sempre di più. Ha 79 anni.


complimenti

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^