Globalfoundries e IBM: novità per la produzione di sistemi SoC

Globalfoundries e IBM: novità per la produzione di sistemi SoC

Definite quelle che saranno le linee guide nella produzione di sistemi SoC con processo a 28 nanometri; Globalfoundries intanto presenta il tool DRC+ per la correzione degli errori

di Paolo Corsini pubblicata il , alle 11:03 nel canale Mercato
IBM
 

In concomitanza con DAC, il Design Automation Conference che si sta svolgendo in questi giorni ad Anaheim, California, IBM ha annunciato la disponibilità di tecnologia produttiva con processo a 32 e a 28 nanometri basata per la prima volta su kigh-K metal gates. Oltre a IBM anche ARM, Samsung Electronics e Globalfoundries hanno annunciato di aver partecipato a questa iniziativa. Globalfoundries opererà con le aziende che svilupperanno propri prodotti basati su architetture ARM nella loro costruzione, accanto alle divisioni IBM e Samsung che sviluppano chip per conto terzi.

E' evidente come IBM continui a rivestire il ruolo di azienda ricercatrice nelle nuove tecnologie produttive, mentre la maggior parte della produzione per conto di clienti verrà delegata a Globalfoundries. Samsung ha già annunciato la scorsa settimana di aver completato l'operazione di qualificazione del proprio processo produttivo a 32 nanometri di tipo low power, dotato di tecnologia high-k metal gate, all'interno della propria fabbrica di Giheung, nella Corea del Sud, utilizzando wafer da 300 millimetri di diametro.

Sempre al DAC Globalfoundries ha annunciato la disponibilità di una nuova tecnologia che migliorerà la realizzazione di soluzioni System on a Chip, minimizzandone i difetti di produzione senza per questo dover limitare l'accuratezza del design.

La tecnologia prende il nome di DRC+; l'approccio scelto va oltre quello delle tradizionali tecniche di design rule checking, per la verifica della correttezza di un progetto, ottenendo un sensibile incremento della velocità di identificazione di eventuali problemi in fase di produzione.

Questo nuovo strumento, che Globalfoundries renderà disponibile ai propri clienti in abbinamento a tecnologia produttiva a 28 nanometri, permette di utilizzare tradizionali tecniche di design rule checking ma con un nuovo tipo di pattern di controllo. Il tool esegue una veloce scansione del design del SoC che vuole venir sviluppato, fornendo specifiche indicazioni ai designer su come intervenire a risolvere problemi che possano eventualmente venir evidenziati.

Globalfoundries propone questa nuova tecnologia in abbinamento a librerie certificate per l'utilizzo con tecnologia produttiva a 28 nanometri o più sofisticate, ponendo la base per l'adozione della propria capacità produttiva da parte di un ampio numero di aziende fabless impegnate nel settore. E' evidente come con questa mossa Globalfoundries tenda ad estendere sensibilmente il parco dei propri clienti oltre a spingere in modo chiaro nella direzione della tecnologia produttiva a 28 nanometri.

La tecnologia DRC+ è stata recentemente utilizzata con successo nella produzione di differenti soluzioni basate su tecnologia produttiva a 32 nanometri. Per molte aziende impegnate nella produzione di soluzioni System on a Chip il passaggio dal processo a 32 nanometri verso quello a 28 nanometri è una opzione facilmente accessibile, permettendo di ottenere una riduzione di dimensioni e consumo dei propri chip a parità di potenza elaborativa.

2 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info
unnilennium15 Giugno 2010, 11:24 #1
sempre più aziende vanno a cercare global, meno male, sono felice che la costola di amd stia andando bene
Narkotic_Pulse___15 Giugno 2010, 20:15 #2
@unmillennium
se non ricordo male, avevo letto che amd vuole ridurre nel tempo la percentuale di azioni di globalfoundries che detiene fino ad arrivare allo 0%, ma con tutte queste innovazioni non ne capisco proprio il motivo, sarà un azienda pesante da sostenere, ma non può portare che innovazioni ad amd..

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^