Globalfoundries pianifica l'ampliamento della capacità produttiva

Globalfoundries pianifica l'ampliamento della capacità produttiva

La fonderia adotta alcune misure per portare la produzione annuale di wafer da 12 pollici a quota 1 milione nel 2014 e per il passaggio alla produzione a 20 e 14 nanometri nei prossimi anni

di Andrea Bai pubblicata il , alle 14:31 nel canale Mercato
 

Globalfoundries ha intrapreso alcuni importanti progetti di espansione per incrementare la capacità produttiva presso le sedi di Singapore e New York per incontrare la crescente domanda per i semiconduttori impiegati nei dispositivi mobile. Ad illustrare le intenzioni della compagnia è Micheal Noonen, executive vice president of global sales and marketing per Globalfoundries.

La capacità produttiva mensile della Fab 8 di Globalfoundries, situata negli USA, ha raggiunto i 60 mila wafer da 12 pollici. Lo stabilimento è maggiormente concentrato sulla produzione di chip a 28 nanometri e sulle tecnologie di processo avanzate. Globalfoundries ha inviato alcuni sample di chip a 20 nanometri ai propri clienti per le fasi di validazione e progettazione. La produzione che impiegherà il nuovo nodo di processo avrà luogo proprio presso la Fab 8. La fonderia sta inoltre accelerando lo sviluppo del processo a 14 nanometri con i transistor FinFET tridimensionali, che sarà pronto per la produzione di prova sempre presso la Fab 8 entro la fine del 2013.

Nel corso del mese di marzo Globalfoundries ha acquistato oltre 1000 elementi di produzione installati presso gli stablilimenti taiwanesi di ProMOS Technologies, che sono poi stati trasferiti alla Fab 7 di Globalfoundries situata a Singapore. I nuovi strumenti consentiranno a Globalfoundries di spingere la capacità produttiva annuale della fabbrica a 1 milione di wafer da 12 pollici nel corso del 2014. La Fab 7 è dedicata alla produzione di soluzioni con l'impiego di processi a 40 nanometri e superiori. La fonderia dispone inoltre di un altro sito produttivo in Germania, la Fab 1, che è in grado di produrre circa 80 mila wafer al mese ed è concentrata sulla realizzazione di elementi a 45 nanometri e inferiori.

Nel corso delle passate settimane Globalfoundries ha annunciato che la prossima generazione di processori mobile da parte di Rockchip sono entrati in produzione con il nodo di processo HKMG a 28 nanometri. Rockchip è una delle principali realtà cinesi impiegate nello sviluppo di chip per i tablet Android-based. Globalfoundries ha inoltre registrato una forte domanda da parte dei clienti fabless per i suoi processi maturi utilizzati per la realizzazione dei circuiti integrati a corredo dei pannelli touch.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^