Google ed LG, accordo di cross-licensing per 10 anni

Google ed LG, accordo di cross-licensing per 10 anni

L'azienda di Mountain View replica con LG uno schema di accordo già stretto in passato con Samsung, rafforzando i legami con la compagnia e, in ultima analisi, l'universo Android

di Andrea Bai pubblicata il , alle 15:21 nel canale Mercato
SamsungLGAndroidGoogle
 

Con una mossa a dimostrazione del rafforzamento dell'alleanza tra Google ed LG nel contesto Android, le due compagnie hanno annunciato un accordo di licenza reciproco di lungo termine che copre prodotti e tecnologie esistenti e futuri.

L'azienda coreana conferma che l'accordo coprirà "un'ampia gamma di prodotti e tecnologie" e verrà applicato a tutti i brevetti esistenti così come a quelli depositati nel corso dei prossimi 10 anni, una finestra temporale piuttosto consistente se la si considera dal punto di vista del rilascio di nuovi prodotti.

JH Lee, vicepresidente esecutivo di LG e responsabile della proprietà intellettuale di LG Electronics, ha affermato che questo accordo si basa su un'alleanza di lungo corso tra le due compagnie. "LG considera di valore il proprio rapporto con Google e questo accordo sottolinea l'impegno di entrambe le compagnie allo sviluppo di nuovi prodotti e tecnologie che migliorano la vita dei consumatori" ha commentato Lee.

Sulla stessa linea i commenti di Google, per bocca del rappresentante legale Allen Lo: "Siamo lieti di stringere questo accordo con una compagnia come LG. Lavorando assieme su un cross-licensing come questo, le compagnie si possono concentrare sull'offrire ai consumatori grandi prodotti e servizi".

Non si tratta del primo accordo di questo tipo per Google, che a gennaio ha firmato un accordo simile con Samsung della durata di 10 anni, la quale aveva osservato "c'è molto più da guadagnare dalla cooperazione che dal combattere in inutili contenziosi legali su brevetti".

L'accordo è indubbiamente positivo per LG, non solo in termini di rafforzamento dei legami con la compagnia che fornisce il sistema operativo dei suoi smartphone, ma anche in termini di una posizione maggiormente competitiva nei confronti del compatriota rivale Samsung.

Per quanto riguarda Google, si tratta di stringere ulteriormente i rapporti con un partner chiave, che non solo utilizza Android su una vasta gamma di dispositivi ma che ha anche collaborato in passato con il colosso di Mountain View allo sviluppo del Nexus 5.

0 Commenti
Gli autori dei commenti, e non la redazione, sono responsabili dei contenuti da loro inseriti - info

Devi effettuare il login per poter commentare
Se non sei ancora registrato, puoi farlo attraverso questo form.
Se sei già registrato e loggato nel sito, puoi inserire il tuo commento.
Si tenga presente quanto letto nel regolamento, nel rispetto del "quieto vivere".

La discussione è consultabile anche qui, sul forum.
 
^